ACCA incontrus 2019: il 21 giugno a Bagnoli i corsi su BIM, NTC 2018 e direzione lavori

Il 21 giugno la nuova tappa dei corsi sul BIM per la progettazione architettonica e la modellazione strutturale dell’edificio, NTC 2018, sismabonus, Codice appalti e direzione lavori

Si terrà il 21 giugno alle ore 14.30 presso l’auditorium della sede di ACCA software, c.da Rosole – 83043 –Bagnoli Irpino (AV), la nuova tappa degli ACCA incontrus.

Gli ACCA incontrus sono dei corsi di formazione gratuiti che ACCA software offre ai tecnici per adempiere ai nuovi obblighi normativi per l’aggiornamento professionale, in materia di:

  • software di progettazione (BIM Authoring e BIM tools)
  • piattaforme collaborative aperte per il processo BIM (D.Lgs. 50/2016 – UNI 11337)
  • direzione lavori su piattaforme aperte (D.M. 49/2018)
  • calcolo strutturale (NTC 2018 e circolare esplicativa 2019)
  • classificazione del rischio sismico e sismabonus

L’incontro del 21 segue i corsi tenuti, tra il mese di maggio e giugno 2019 a: Benevento, Matera, Isernia, Frosinone, Roma, Napoli, Potenza, Ravenna, Pesaro, Montegranaro (Fermo), Lanciano (Chieti), Bergamo, Genova,  Torino, Perugia, Trento, Verona, Prato, L’Aquila, Reggio Calabria, Rende (Cosenza), Catania, Palermo, Milazzo (ME), Bari, Lecce e Foggia.

A tutti coloro che parteciperanno all’evento sarà dato in regalo il libro Guida al BIM: La rivoluzione digitale dell’edilizia”(Seconda edizione).

Il CNAPPC riconosce agli architetti partecipanti 4 crediti formativi (2 per ognuno dei seminari previsti).  Il Collegio Provinciale dei Geometri e dei Geometri Laureati di Avellino riconoscerà 2 crediti formativi professionali per la partecipazione all’intera giornata di studio.

Temi delle giornate di studio

ORE 14.45/16.45

Il BIM per la progettazione architettonica e per la modellazione strutturale ed impiantistica dell’edificio

Ecco il programma degli interventi sul BIM:

  • il nuovo Codice degli appalti e l’introduzione del BIM
  • cosa dicono le norme tecniche internazionali e nazionali (UNI 11337) sul BIM
  • esiste il BIM senza software? Cosa sono i BIM Authoring e i BIM tools?
  • la progettazione architettonica BIM
  • la modellazione strutturale ed impiantistica
  • gli output della progettazione: piante, sezioni, prospetti, assonometrie, prospettive e rendering in automatico dal modello BIM
  • le interazioni delle stampe con le variazioni del modello
  • interventi di ristrutturazione (Rossi e Gialli)
  • i tool di supporto alla progettazione BIM: la modellazione solida (Sketch up e Blender),la paesaggistica (Edificius-LAND), il CAD DWG (Edificius-CAD), la progettazione degli impianti (Edificius-MEP)
  • integrazione con altri aspetti della progettazione: il rilievo, il calcolo strutturale, la certificazione energetica, gli impianti, il computo e la sicurezza.
  • il visualizzatore di dati IFC (usBIM.viewer+) come base per le attività di Code Cheking, ClashDetection, computo e programmazione dei lavori e di interazione con il Common Data Environment
  • la presentazione del progetto come elemento fondamentale del processo BIM: documentazione per la pratica edilizia alla P.A., rendering, rendering real time, foto-inserimento, fotoritocco, realtà virtuale (Edificius-VR e BIM Voyager)

ORE 17.00/19.00

NTC, SismaBonus, nuovo Codice Appalti e tecnologia BIM: come cambia oggi il calcolo strutturale:

Di seguito il programma degli interventi sulle NTC:

  • NTC 2018 e Circolare esplicativa 2019
  • obbligatorietà del BIM per il calcolo strutturale: Nuovo Codice degli Appalti e Decreto BIM (560/2017)
  • le opportunità del SismaBonus
  • la definizione del modello geometrico e la modellazione dei materiali e dei carichi ai sensi delle nuove NTC
  • dal modello BIM al modello FEM
  • input sismico e analisi della struttura: cosa cambia con le nuove NTC?
  • lettura dei risultati, analisi dei dettagli costruttivi e gestione degli elaborati
    Edifici esistenti: le novità introdotte dalle nuove NTC
  • il processo di valutazione degli edifici esistenti dalla definizione del livello di conoscenza fino alla quantificazione dell’indicatore di vulnerabilità sismica.
  • la classificazione del rischio sismico e sisma-bonus: metodo semplificato e convenzionale con EdiLus-CRS
  • l’integrazione del calcolo strutturale nel processo di progettazione BIM
  • il controllo dei conflitti nella creazione dei modelli
  • l’uso di piattaforme collaborative per integrare la progettazione strutturale alle altre fasi del progetto
  • IFC e certificazione dei software da parte di buildingSMART International

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *