L’aeroporto di Platov in Russia, un progetto BIM facilmente ampliabile

Il nuovo aeroporto internazionale di Platov in Russia è stato progettato interamente con il BIM ed ideato per essere facilmente ampliato in futuro

E’ stato completato nella provincia di Rostov on Don, nel sud della Russia, il nuovo aeroporto internazionale della città di Platov composto da un terminal, la torre di controllo, hangar per aerei, un hotel e le relative infrastrutture di collegamento; il progetto BIM è nato per essere gradualmente ampliato.

La costruzione dell’aeroporto di Platov è stato finanziato dal gruppo Renova, la più grande holding aeroportuale in Russia. Il terminal è stato progettato per un traffico iniziale di 5 milioni di passeggeri all’anno; ed è parte di un più ampio programma di sviluppo infrastrutturale della Regione. 

Con il numero di passeggeri destinato ad aumentare in modo significativo, la struttura è stata progettata con la possibilità di crescere ed ampliarsi, fino a raddoppiare la sua capienza nel prossimo decennio.

aeroporto di platov

Il masterplan della zona aeroportuale integra agli edifici esistenti, come richiesto dal committente, nuove costruzioni il cui design è ispirato al fiume Don, da cui il nome della Regione Rostov on Don. Il terminal dell’aeroporto è un nodo di collegamento fondamentale per tutta l’area; è infatti collegato alla stazione ferroviaria, ad un grande parcheggio multi piano, ad un nuovo hotel e a palazzine ad uso uffici (business center).

Il progetto si inseriva all’interno del grande piano infrastrutturale, da 20 milioni di dollari, per la FIFA World Cup del 2018; Platov è stata infatti una delle 11 città russe che ha ospitato i giochi. E’ per questo che l’idea progettuale alla base del nuovo terminal è che un aeroporto sia un “ponte celeste” che collega città e paesi insieme.

Questa idea si concretizza nel design del tetto che è composto da una serie di eleganti archi e vele. La divisione tra la zona dei voli nazionali ed internazionali, all’interno del terminal, è rappresentata dall’orientamento degli archi del tetto e da un lucernario vetrato largo 8 metri.

bim russia

L’edificio si sviluppa su una griglia ortogonale di 16  x 16 metri, progettata per adattarsi facilmente ad eventuali espansioni future; infatti basterà aggiungere altri archi ed altre campate per aumentare la capienza dell’edificio. Al di sotto dei tre archi più grandi si trovano  gli ingressi principali e le aree di arrivo/partenza.

progetto bim

Proprio per permettere i futuri ampliamenti l’aeroporto è stato costruito in una vasta area libera da edifici a circa 20 km dalla città, a differenza del vecchio aeroporto che sorgeva nel centro urbano.

Il progetto soddisfa i più alti standard termici, adattandosi al clima locale, molto rigido nei mesi invernali, sfruttando le energie rinnovabili.

Avendo analizzato i benefici del BIM in vari progetti precedenti, Twelve Architects, lo studio londinese che si è occupato della progettazione, ha scelto di sviluppare fin dall’inizio l’aeroporto di Rostov in un ambiente BIM (Building Information Modeling).

progetto bim

Il modello BIM ha combinato la complessa geometria con i dati dei modelli strutturali, questo approccio ha notevolmente migliorato il coordinamento tra i diversi team progettuali (architetti, strutturisti, impiantisti, ingegneri, ecc.) sparsi tra Russia, Regno Unito e Germania.

Ogni progettista è stato così in grado di visualizzare, nelle riunioni a distanza del team, lo stesso modello, tramite una piattaforma BIM in Cloud.

I tecnici hanno affrontato la sfida di garantire che l’esclusivo design del tetto dell’aeroporto fosse conforme ai regolamenti edilizi russi. L’appaltatore russo specializzato in coperture ha lavorato a stretto contatto con il team di progettazione, inserendo la sua parte di dati nel modello del progetto e garantendone la conformità alle norme.

progetto bim

Una volta completati i lavori di costruzione, il modello BIM del progetto sarà trasferito al gestore dell’aeroporto. Quando verrà il momento di espandere ulteriormente l’aeroporto, tale modello si rivelerà inestimabile per le squadre che pianificheranno i lavori. Avranno infatti informazioni dettagliate e ben strutturate.

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *