Il Principato di Monaco si amplierà nuovamente verso il mare: i progetti di Renzo Piano e Fuksas

Il nuovo piano di ampliamento del Principato di Monaco prevede di modificare la linea di costa, rubando nuovo spazio al mare. I progetti di Massimiliano Fuksas e Renzo Piano

Montecarlo è da sempre una meta molto apprezzata dai “Paperoni” di tutto il mondo, che lì vogliono risiedere e villeggiare, grazie ai 4 casinò, alla effervescente vita mondana e alla tassazione molto bassa. E’ per questo che la popolazione del Principato di Monaco è costantemente aumentata negli ultimi decenni.

Il problema, da sempre molto gravoso per le finanze della città e per i progetti di sviluppo urbanistico, è la mancanza cronica di spazio: per questo negli anni si sono susseguite una serie di modifiche alla linea di costa che hanno sottratto spazio al mare, permettendo la realizzazione di nuovi edifici.

La città si sviluppa su soli 2 km² e gli ampliamenti verso il mare hanno permesso di guadagnare un +20% di superfici edificabili.

ampliamenti Principato di Monaco

Ampliamenti di Monaco verso il mare, dal 1800 ad oggi

E’ recente la notizia che Massimiliano e Doriana Fuksas hanno vinto il concorso per la progettazione del sito di Fontvieille che vuole rivitalizzare il quartiere e il porto di Fontvieille nel Principato.

Mentre in autunno partiranno i lavori di realizzazione del Portier Cove, l’ultimo grande progetto di estensione sul mare del territorio di Monaco firmato da Rpbw – Renzo Piano Building Workshop.

L’ampliamento di Portier Cove di Renzo Piano

Il nuovo progetto di espansione ed ampliamento di Monaco verso il mare è stato sostenuto dal Principe Alberto II, e firmato anche dall’architetto italiano Renzo Piano; sarà completato entro il 2025.

Il quartiere galleggiante si chiamerà Portier Cove, poiché sorgerà nel nuovo quartiere di Le Portier, vicino al Casinò.

ampliamenti Principato di Monaco - portier cove

Il nuovo quartiere del principato di Monaco

Ricordiamo che nel 2013 il Principato aveva pubblicato un bando internazionale per la realizzazione del progetto. Il vincitore tra le proposte giunte al tavolo di Alberto II è stato il gruppo Bouygues Travaux Publics che include imprese monegasche, come J.-B. Pastor & Fils e i famosi studi di architettura Valode & Pistre, Renzo Piano e Alexandre Giraldi.

Il nuovo eco-distretto di Monaco consistente in una estensione del litorale esistente del Principato, dal Grimaldi Forum al tunnel di Formula Uno.

ampliamenti Principato di Monaco

Il progetto del nuovo quartiere

Esso segnerà l’inizio di una riqualificazione sostenibile del territorio orientale di Monaco, ecco perché offrirà una superficie esclusivamente pedonale con i seguenti servizi:

  • un parco pubblico di un ettaro
  • diverse passerelle, sia lungo la costa che in tutto il distretto, che si collegheranno con le aree esistenti del Principato
  • un porto che offrirà circa 30 nuovi posti barca
  • un parcheggio pubblico sotterraneo
  • edifici per uffici e spazi commerciali
  • case di lusso tra cui edifici multi-proprietà e ville private sul lungomare
  • un’estensione del Grimaldi Forum (centro congressi)
ampliamenti Principato di Monaco renzo piano

Il parco che avvolge gli edifici residenziali

Portier Cove si integrerà con la linea costiera esistente del Principato sia esteticamente che ambientalmente.

Il nuovo quartiere offrirà una nuova linea di costa arrotondata, un’estensione di 35 metri in profondità della curva della costa esistente: essa consentirà il flusso naturale delle correnti senza modificarlo. Il progetto di architettura del paesaggio è ideato come un continuum della forma del terreno esistente, che era stata già modificata negli anni ’50.

renzo piano monaco

Vista del nuovo ampliamento verso il mare

Ogni elemento di Portier Cove è stato progettato per limitare l’impatto sull’ambiente del nuovo quartiere. Dalla scelta e preparazione del sito, ai metodi di costruzione, alla fornitura/fabbisogno energetico dei nuovi edifici; ogni aspetto è stato attentamente considerato per ottenere un impatto sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Le imprese coinvolte si sono impegnate a implementare tecniche e soluzioni innovative per raggiungere gli standard di sostenibilità ambientale del Principato nel rispetto delle nuove regole in materie in vigore dal luglio 2015.

Il progetto di Fuksas

Lo studio Fuksas ha vinto il concorso per il progetto del sito Fontvieille fornendo le risposte più adeguate alle principali questioni commerciali, urbane, architettoniche ed ecologiche, richieste.

Il nuovo progetto proietta l’edificio verso l’esterno, verso l’orizzonte, creando collegamenti con l’ambiente e il paesaggio circostante; dall’isola di Ranieri III al mare, passando per la piazza del Cantone, lo zoo, la stazione di Telecabina e il viale Alberto II.

L’idea è di integrare ed imitare gli elementi naturali: il mare e le pendici verdi delle colline mediterranee. Le linee curve rievocano il movimento delle onde e la morfologia del fondo del mare ma anche e soprattutto il paesaggio monegasco: le curve che a poco a poco raggiungono il mare, incrociano Fontvieille, già nota per “Il roseto” e i colori pastello dei i suoi edifici.

Il sito allo stato attuale

L’idea di progetto di Fuksas

ampliamenti Principato di Monaco progetto fuksas

Il progetto vincitore di Fuksas

A Fontvieille, il quartiere più a sud del Principato di Monaco, il progetto Fuksas utilizza diversi colori per il pavimento, i mobili e il soffitto; per ciascuno dei cinque piani dell’edificio.

Il piano terra è rosso, un colore che si riferisce alle tegole dei tetti nel centro storico di Monaco; il primo piano è blu come il mare; il secondo piano è lavanda, come il fiore che cresce nel sud della Francia; il terzo piano è color ocra, rispecchiando i toni delle facciate circostanti; infine, nel giardino pensile, il grigio che richiama le scogliere della Costa Azzurra.

L’edificio copre in parte la strada sottostante, ed ha un destinazione d’uso commerciale, sviluppandosi  sia sui 4 livelli interni, sia sulle terrazze esterne digradanti verso il mare. Mentre i visitatori si spostano dentro e fuori l’edificio vengono sopraffatti continuamente con viste panoramiche straordinarie verso Monaco e sul mare.

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *