In arrivo HomePod, il nuovo smart speaker di Apple

Da febbraio in vendita negli Usa la risposta di Apple a Echo e Google Home.


L’annuncio risale a quasi 7 mesi fa. È di questi giorni, invece, la notizia che l’azienda taiwanese Inventec – che si occupa di assemblare il dispositivo – ha terminato il primo lotto di HomePod, lo smart speaker con il quale Apple intende portare musica di qualità e l’assistente vocale Siri nelle case dei suoi utenti. L’Homepod ha ricevuto nel frattempo il “bollino” di approvazione della Federal Communications Commission (Fcc) statunitense.

L’Homepod è la risposta di Apple ai numerosi competitor che offrono speaker intelligenti basati su assistenti vocali: da Echo di Amazon con Alexa a GoogleHome.
Secondo le indiscrezioni, le vendite dovrebbero partire a fine febbraio negli Usa ad un prezzo di circa 350 dollari.

L’HomePod è alto poco meno di 18 centimetri e presenta una forma cilindrica con facce superiori ed inferiori curve e coperte da uno strato di tessuto. Al suo interno è presente il processore A8 realizzato sempre dall’azienda di Cupertino.

 

HomePod - Particolari tecnici

HomePod – Particolari tecnici

 

Lo smart speaker integra un woofer e sette tweeter beamforming per i suoni ad alta frequenza, capaci di ottenere “alti puri con un incredibile controllo direzionale e potenti tecnologie che vengono integrate per preservare la ricchezza e l’intento delle registrazioni originali“.

Sei microfoni dovrebbero consentire un controllo vocale perfetto, diminuendo il rischio che Siri interpreti male i comandi.

L’HomePod permette di effettuare ricerche nella libreria, di reperire informazioni sugli artisti e di creare playlist personalizzate. Il dispositivo darà inoltre la possibilità di ricevere aggiornamenti su notizie, sport e meteo, fissare appuntamenti sul calendario, controllare gli oggetti domestici connessi (anche da remoto) e molto altro.

 

 

La tecnologia di rilevamento automatico integrata consentirà al device di capire in che angolo della casa è stato posizionato e, avvicinando l’iPhone alle casse, si avvierà in automatico la riproduzione dei brani.
Fra le opzioni previste da Homepod, ci sarebbe anche la possibilità di disattivare Siri in alcuni contesti particolari (iOs li chiama “scene”), come per esempio durante le feste.

Dalla beta di iOS 11.2.5 si scopre anche che l’HomePod potrà supportare più voci per l’attivazione e l’utilizzo di Siri.

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *