In Svezia si riducono le emissioni di CO2 ed i consumi grazie ad automi e veicoli ibridi

Automi e veicoli ibridi: con questa ricetta, adottata nella più grande cava della Svezia, si puntano a ridurre del 98% le emissioni di CO2 ed i consumi

Volvo Construction Equipment (Volvo CE) ha svelato i risultati impressionanti che riguardano automi e veicoli ibridi dal suo innovativo progetto di ricerca “Electric Site, la prima cava senza emissioni del mondo” realizzata in Svezia.

In collaborazione con l’azienda svedese Skanska, che gestisce la miniera, Volvo CE ha elettrizzato ed automatizzato ogni fase di lavoro nella cava di Vikan Kross vicino a Göteborg, nel tentativo di ridurre le emissioni di CO2 e i costi operativi complessivi.

automi e veicoli ibridi

Vikan Kross è la più grande cava in Svezia e ha iniziato a funzionare negli anni ’60: produce circa 6 000 tonnellate di materiale al giorno, in gran parte per la produzione di calcestruzzo e asfalto.

Il nuovo sito per la produzione elettrica, che alimenta i veicoli al posto dei carburanti tradizionali, era in fase di sviluppo da tre anni e ha visto un investimento di 22,5 milioni di dollari, fino ad oggi.

automi e veicoli ibridi

Sul sito sono in uso tre diversi tipi di macchine elettriche: autoveicoli autonomi e senza conducente, pale gommate elettriche ibride ed escavatori cingolati ibridi. Prima dell’inizio di questo progetto pilota, la miniera e l’impianto avevano già cercato di ridurre le emissioni di CO2 e di migliorare l’efficienza del 25%.

Dopo un periodo di test di 10 settimane, i risultati sono stati sorprendenti. Non solo l’esperimento ha prodotto una riduzione del 98% delle emissioni di CO2, ma i costi operativi sono stati ridotti del 40%.

La diminuzione del consumo di carburante è stata la più drammatica: i veicoli sul sito consumavano normalmente 3 360 litri di diesel al giorno, mentre le pale gommate ibride utilizzavano solo 64 litri. Invece del carburante, il sito ora consuma 9 320 Kw/h di elettricità prodotte dalle fonti di energia pulita del paese, generando un risparmio del 70% sui costi energetici.

In prospettiva, il team di ricerca ritiene che il progetto pilota potrebbe ridurre del 25% il costo totale delle operazioni di scavo ed estrazione.

I rappresentanti di Volvo CE, che lavorano in tutto il mondo, hanno affermato che le fonti di energia pulita non sono così ampiamente disponibili in altri mercati come lo sono in Svezia e che gli automi associati alla produzione di energia pulita dovrebbero essere prese in considerazione ovunque. Infatti vi è stato anche il riconoscimento che le macchine senza conducente di grandi dimensioni, fin ora concettuali, sono ora commercialmente disponibili.

Il sito elettrico fa parte del più ampio programma “Building Tomorrow” che mira a creare un futuro sostenibile attraverso l’innovazione nei settori dell’elettro-mobilità, dell’automazione e della connettività.

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il BIM italiano n.1 per la progettazione architettonica

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *