bim russia

BIM in Russia: l’obiettivo è essere un punto di riferimento globale

La Russia vuole essere un punto di riferimento a livello globale nell’uso e nella diffusione del BIM; la posta in gioco sono i ricchi mercati dei paesi in via di sviluppo

La Russia sta cercando di diventare uno tra i paesi leader nell’utilizzo del BIM nel mondo delle costruzioni; prevede, e vuole, esportare le proprie competenze in tutto il mondo.

Secondo il rapporto intitolato “Mercato dei modelli di informazione sull’edilizia BIM- Opportunità e previsioni per il 2022” il mercato BIM raggiungerà 11,7 miliardi di dollari entro il 2022, con un tasso di crescita annuale del +21,6%.

In particolare la domanda di servizi BIM nell’ Asia e nei paesi caucasici è prevista in grande crescita, a causa delle attività di costruzione in costante espansione; un mercato che la Russia non vuole perdere.

La stato del BIM in Russia oggi

Come in molti dei paesi in crescita, l’adozione del BIM in Russia è ancora disomogenea. Le aziende più grandi hanno compiuto notevoli progressi, si sono impegnate a investire in formazione, promozione della “cultura del BIM” e tecnologie, imparando dai progetti pilota già avviati (per lo più edifici residenziali, industriali ed ospedalieri).

BIM in Russia

I grandi appaltatori Russi hanno, già da tempo, seguito l’esempio delle principali nazioni leader del settore, come il Regno Unito, apprendendo come usare al meglio il BIM e come  svilupparlo ulteriormente; ora la Russia ha tutti gli strumenti per essere in grado di implementare autonomamente il BIM a un ritmo più veloce rispetto al passato.

Le imprese medio/grandi hanno anche beneficiato di alcune specifiche competenze BIM assimilate grazie ai grandi progetti, ed ai team di progettazione internazionali che lavorano, o hanno lavorato in Russia.

Al contrario gli studi di progettazione, gli appaltatori e le imprese più piccole hanno ancora poca esperienza di lavoro con il BIM. Essi hanno ancora molti dubbi e persino un po di scetticismo verso l’utilizzo del BIM; spetterà alle istituzioni promuoverne e diffonderne i vantaggi nell’applicazione.

Le politiche BIM in Russia

A metà 2015, l’allora Ministero russo dell’edilizia ha riconosciuto l’importanza del lavoro del governo britannico sul BIM e ha identificato 25 progetti pilota russi. Tra questi, l’ospedale clinico regionale di Krasnoyarsk nell’est del paese, un centro per le cure palliative a Kolpino vicino a San Pietroburgo e un’unità di pronto soccorso per l’ospedale Alexander City a San Pietroburgo.

Inoltre le autorità russe hanno anche deciso di creare un sistema di classificazione unificato che codificherà più di 70.000 prodotti prefabbricati e materiali da costruzione.

L’evoluzione verso processi digitali più efficienti è inoltre già stato acquisito dal mondo accademico; infatti le principali università russe hanno incluso il BIM nei loro programmi didattici.

bim russia

Ospedale clinico regionale di Krasnoyarsk

Le nozioni acquisite da questi progetti pilota, e da altri, sono state sfruttate per la revisione della legislazione di costruzione russa in modo da assimilare l’uso del BIM; un processo completato nel 2017.

Più recentemente, il Ministero ha seguito l’approccio del Regno Unito e ha incentivato l’uso del BIM nei progetti del Governo russo. Vi sono stati anche progressi significativi nello sviluppo di uno standard BIM nel paese.

Il Governo russo è attratto dal BIM sia grazie alla sua efficienza e ai potenziali risparmi economici che ne derivano, sia perché vede l’importanza nell’esportare le proprie competenze BIM in altre nazioni, contribuendo a far crescere l’economia dei Paesi che dalla Russia dipendono.

BIM in Russia

Spartak stadium di Tusino, progetto BIM

Alcune delle organizzazioni più grandi e più avanzate della Russia stanno già facendo questo, aiutate dal sempre crescente ritmo della globalizzazione, che ha avvicinato i diversi mercati delle costruzioni, connettendoli.

Gran parte della terminologia, delle norme e degli standard russi diventano quasi automaticamente punti di riferimento per alcuni paesi caucasici, o dell’ex URSS.

La Russia essendo in grado di sostenere la svolta offerta dal BIM, ed essendo il più grande paese geografico del mondo, ha la grande ambizione di essere una tra le guide globali nel settore BIM.

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

2 commenti
  1. massimo dice:

    Interessante articolo sullo stato del BIM in Russia, non ho ben capito però se l’adozione è obbligatoria altresi se hanno già fissato una data di adozione

    Rispondi
    • Mario Guerriero dice:

      Ciao Massimo,
      innanzitutto grazie per i complimenti. Ci fa sempre molto piacere avere un feedback positivo.
      In base alle ricerche online che abbiamo fatto non dovrebbero esserci obblighi normativi.
      Tuttavia, poiché le nostre fonti erano in inglese, potrebbero esserci dei documenti in russo
      di cui non siamo a conoscenza.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *