BIM Spagna: un appalto su 2 richiede già l’adozione del BIM

La Spagna dimostra di posizionarsi tra i Paesi col maggior tasso di adozione del BIM: un appalto su 2 già richiede l’adozione del BIM. Merito della nuova Commissione interministeriale BIM

La Spagna sta dimostrando di credere fermamente nel BIM e nei vantaggi della digitalizzazione nel settore AEC: secondo recenti statistiche il volume d’affari del BIM spagnolo ha superato i 500 milioni di euro e già un appalto su 2 prevede espressamente l’uso della metodologia BIM.

Forse il principale merito è dovuto proprio alla nuova Commissione interministeriale sul BIM, istituita lo scorso dicembre presso il Ministero de Fomento (Ministero dello Sviluppo) in collaborazione con altri Ministeri. Scopo di tale Commissione è proprio quello di favorire lo sviluppo metodologia BIM negli appalti pubblici spagnoli.

I dati sono stati confermati anche dal Presidente Col·legi d’Aparelladors de Barcelona, Jordi Gosalves, che ha sottolineato l’importanza del BIM durante l’evento di presentazione dell’ EBS 2019 (European BIM Summit) presso il Roca Barcelona Gallery.

(Ndr, ACCA software sarà presente all’EBS 2019 che si terrà dal 10 al 12 aprile a Barcellona, presso l’Auditorium AXA, Avinguda Diagonal, 547).

In particolare, Gosalves ha evidenziato l’importanza del BIM per promuovere una costruzione

più efficiente, collaborativa, moderna e attenta al consumo delle risorse pubbliche, private e naturali

Analizzando gli ultimi dati dell’Osservatorio degli appalti BIM, si ricava che i contratti pubblici che richiedono l’uso del BIM già stipulati dovrebbero superare i 581 milioni di euro: un appalto su 2 prevede espressamente l’uso del BIM.

Inoltre, Gosalves ha sottolineato l’importanza dell’istituzione della Commissione per la promozione del BIM che cercherà di promuovere l’uso del BIM a livello professionale ed accademico, nonché normativo.

Commissione BIM Spagna

Il Governo spagnolo ha istituito a dicembre scorso la “Commissione interministeriale per l’adozione della metodologia BIM negli appalti pubblici”.

La Commissione è collegata al Ministero de Fomento ed è composta da rappresentanti di diversi altri ministeri. Ricordiamo come l’inclusione della metodologia BIM negli appalti pubblici è promossa dalla Commissione europea, per estenderne i benefici in tutti i paesi dell’Unione Europea.

In Spagna, sono state previste quindi disposizioni aggiuntive della legge n. 9/2017, sui contratti del settore pubblico, con la quale le direttive del Parlamento europeo n. 2014/23/UE e 2014/24/UE del 26 febbraio 2014, sono state recepite nella legge spagnola.

Ministero de Fomento Madrid

Ministero de Fomento Madrid

Funzioni della Commissione interministeriale BIM

La funzione principale della Commissione interministeriale è quella di preparare il Piano di incorporazione del BIM nelle costruzioni, contenente la metodologia di lavoro per gli organismi statali, in coerenza con le politiche europee e con la strategia nazionale per gli appalti pubblici.

Inoltre, la Commissione interministeriale svolgerà attività di informazione e formazione per il personale incaricato dell’attuazione del piano, nonché la promozione dell’uso del BIM nell’ambiente professionale ed accademico. Alla Commissione interministeriale è affidato anche il compito di rappresentare la Spagna nelle varie sedi internazionali.

La Commissione potrà cooperare con esperti, parti sociali, istituzioni e organizzazioni pubbliche e private, i quali potranno essere invitarti e coinvolti nelle riunioni, ma senza diritto di voto.

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *