BuildingSMART Award 2018, il premio internazionale per i progetti Open BIM

BuildingSMART Award 2018 è il programma che premia i progetti realizzati con strumenti o standard buildingSMART di maggior valore

BuildingSMART Award 2018 è il premio, assegnato per la prima volta a Toronto nel 2014, voluto da BuildingSMART international che intende riconoscere progetti di valore realizzati utilizzando le soluzioni buildingSMART.

Si tratta di “un’interessante opportunità per progettisti ed aziende di mostrare la loro applicazione di buildingSMART a soluzioni standard aperte alle attuali sfide di interoperabilità affrontate durante la consegna di progetti collaborativi o le operazioni di asset“, come ha sottolineato Richard Petrie, amministratore delegato di buildingSMART International.

buildingSMART International, cos’è

BuildingSmart International nasce nel 1995 come un consorzio industriale privato, composto da 12 aziende con il nome di Industry Alliance for Interoperability; nel 1996 assume il nome di International Alliance for Interoperability (IAI) trasformandosi in un’associazione industriale no-profit ed aprendosi a tutte le parti interessate e solo nel gennaio 2008 assume l’attuale denominazione di BuildingSMART International, per riflettere meglio la natura e gli obiettivi dell’organizzazione.

L’attività svolta da BuildingSMART si focalizza su tre standard:

  • data model (IFC)
  • data dictionary (IFD)
  • processes (IDM)

IFC, acronimo derivato dall’espressione Industry Foundation Classes, è un formato di interscambio di informazioni.

Lo standard IFD (International Framework for Dictionaries, successivamente denominato da BuildingSmart anche Data Dictionary) è essenzialmente un dizionario internazionale volto a definire univocamente termini e relativi significati di entità, prodotti e processi del mondo delle costruzioni.

IDM (Information delivery manual) è lo standard relativo alla metodologia per la definizione dei processi.

BuildingSMART Award

Per partecipare al buildingSMART Award 2018 i progetti devono rientrare in una delle seguenti categorie:

  • Design: per i progetti che presentano casi d’uso BIM durante le fasi di programmazione attraverso i documenti di costruzione
  • Costruzione: per i progetti che presentano BIM Use Cases da Construction award tramite Handover
  • Operazioni e manutenzione: per i progetti che presentano casi di utilizzo BIM per la gestione delle strutture
  • Ricerca per studenti: per progetti di ricerca accademica che dimostrano il collaudo, l’avanzamento o l’innovazione per aprire standard e interoperabilità relativi ai casi d’uso BIM

La data di scadenza per la presentazione dei progetti è fissata per il 31 luglio 2018.

Per avere ulteriori informazioni su buildingSMART Award 2018 o per partecipare  clicca qui

BuildingSMART Award edizione 2017

Nel 2017 sono state 21 (provenienti da 3 continenti) i progetti di architetti, ingegneri, imprese, studenti con cui venivano presentati i vantaggi derivanti dall’uso di standard e prodotti aperti da bSI.

Questi i premi riconosciuti per le diverse categorie:

Design: Tønsbergprosjektet (The Tønsberg Project), Norvegia

Il progetto è stato considerato come il primo progetto IPD in Norvegia.

Le riunioni del progetto hanno utilizzato le metodologie Virtual Design & Construction (VDC) e Target Value Design (TVD) per migliorare la progettazione e la pianificazione della costruzione.

L’IFC era obbligatorio per tutti gli scambi basati su BIM.

Alcuni degli obiettivi del progetto includevano:

  • qualità funzionale e costruttiva uguale o migliore rispetto agli ospedali comparabili
  • riduzione del 10% del costo del progetto
  • riduzione del 50% dei tempi di costruzione per tutte le costruzioni fuori terra, in relazione a progetti comparabili
  • una documentazione completa di handover BIM aperta
  • certificazione BREEAM

Costruzione: Neubau Klinikum Frankfurt Höchst, Germania

E’ il primo progetto di clinica per le case passive in Europa. L’ospedale, 80.000 mq, avrà 664 posti letto e si prenderà cura di circa 33.500 pazienti ogni anno.

La nuova struttura sanitaria dispone di 10 sale operatorie e una cosiddetta sala operatoria ibrida, che avrà attrezzature speciali come una tomografia computerizzata e una risonanza magnetica. È una costruzione clinica chiavi in ​​mano che fornisce il più alto livello di assistenza medica.

Il progetto è stato completamente ideato, costruito e sarà gestito con tecnologie BIM aperte.

  • I disegni disciplinari sono stati scambiati con i formati IFC e coordinati con strumenti di BIM Checker.
  • La gestione dei problemi è stata effettuata utilizzando i file BCF.
  • COBie è stato utilizzato per estrarre informazioni e IDM è stato utilizzato per documentare i processi.
  • Gli scambi di dati tra attori hanno utilizzato mvdXML.

Operazioni e la manutenzione: The Governor Mario M. Cuomo Bridge, Stati Uniti d’America

Con un’estensione di 150.000 mq il Governor Mario M. Cuomo Bridge sostituirà l’esistente attraversamento Tappan Zee Bridge. I nuovi ponti gemelli sono lunghi quasi 5 Km. e attraverseranno il fiume Hudson in uno dei suoi punti più ampi per collegare le contee di Rockland e Westchester.

I requisiti del progetto includevano un database di Crossing As-Built per la manutenzione e la pianificazione come parte della fornitura di Bridge Maintenance and Operation.

Il database di Crossing As-Built era necessario per includere connessioni alla documentazione del progetto che includeva disegni as-built, certificazioni, rapporti di ispezione, rapporti di non conformità, rapporti di lavoro giornalieri, foto di costruzione e altro.

L’IFC ha fornito al progetto un modo per combinare modelli da piattaforme diverse e normalizzare i dati. Ciò ha posizionato i modelli in un ambiente dati comune che ha consentito al modello di creare le proprie connessioni dati esterne alla documentazione di gestione delle strutture basata su altri parametri del modello.

Studenti: Hesam Hamledari, Stanford – Automazione cantiere-BIM compatibile con IFC

In questo progetto di ricerca sono state sviluppate una serie di tecniche che integravano automaticamente le condizioni effettive in loco (come lo stato di avanzamento, i tipi di elementi e i difetti) in BIM basati su IFC. L’automazione è stata abilitata tramite lo schema IFC.

Nel progetto le condizioni as-built e as-is vengono acquisite utilizzando droni e analisi dei dati visivi.

Le soluzioni sviluppate dall’autore analizzano automaticamente la struttura del modello di dati IFC di input e incorporano la realtà acquisita da UAV in essa

  1. modificando le istanze di dati IFC esistenti e
  2. popolando il modello con nuove strutture di dati conformi a IFC (il design di cui è stato elaborato in una serie di pubblicazioni).

Di conseguenza, i modelli di progetto vengono aggiornati automaticamente senza intervento umano; al momento, i metodi supportano l’aggiornamento dei BIM 4D basati su IFC (pianificazione automatica e aggiornamento progressivo); sviluppo di BIM as-built basati sull’analisi delle discrepanze di progetto; e documentazione in-BIM dei risultati delle ispezioni UAV (che fornisce l’accesso ai dati di ispezione direttamente all’interno dell’ambiente BIM).

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM

Clicca qui per conoscere usBIM.platform, la piattaforma collaborativa Open BIM


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *