Case in linea, progetti e esempi con piante, planimetrie, disegni

Ecco il focus sulle case in linea: dalla definizione allo studio di criteri progettuali, schemi, casi pratici con dwg e modelli da scaricare

 

Continuiamo il nostro percorso di approfondimento dedicato alle tipologie edilizie fissando il focus sulle case in linea.
Abbiamo già avuto modo di trattare le case a schiera e le case di ringhiera (o a ballatoio): seguendo un format illustrativo che avete dimostrato di apprezzare, proseguiamo con le case in linea, dandone una definizione, soffermandoci sulle caratteristiche principali ed analizzando progetti tra i più conosciuti, opere di architetti famosi.

Ogni argomento trattato sarà arricchito da immagini, rendering ed elaborati tecnici (piante, prospetti, sezioni) riprodotti in formato dwg e disponibili per il download.

Case-in-linea-Milano-rendering

Case in linea – Milano – rendering Edificius

Avremo disponibili i modelli 3D BIM dei progetti che, grazie ad un visualizzatore online, potremo navigare, sfruttando le possibilità offerte da questa tecnologia.

Saranno infine disponibili brevi filmati esplicativi che ci aiuteranno a comprendere meglio le modalità di costruzione dei modelli BIM riprodotti.

 

Nella trattazione dedicata alle case in linea vedremo:

Nel corso della trattazione inseriremo elementi descrittivi, elaborati grafici e modelli 3D BIM ispirati a progetti quali quello a Milano dell’architetto M. Rampi, l’Edificio Trame d’Ombra a Itri dello Studio a3e, il Quartiere Weisenhoff a Stoccarda opera di Mies Van der Rohe, il Villaggio Matteotti a Terni opera di De Carlo, il Brunnenhof Housing Complex a Zurigo degli architetti Gigon e Guyer.

 

Case in linea
Iniziamo dunque questo Focus sulle case in linea chiarendo cosa si intende per case in linea e quali sono gli elementi che le caratterizzano.

 

Case-in-linea-Milano

 

 

 

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) ispirato al progetto di case in linea a Milano

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM

Case in linea: definizione

Le case in linea sono una tipologia edilizia residenziale caratterizzata dall’aggregazione lineare (generalmente, ma non necessariamente rettilinea) di unità immobiliari accorpate a due a due intorno ad un collegamento verticale.

Sono quindi residenze pluripiano e multifamiliari, costituite da un corpo scala caratterizzato da un vano scala che serve almeno due appartamenti per piano. Esse possono tuttavia anche essere conformate dall’aggregazione lineare di due o più corpi scala.

L’aggregazione dei moduli avviene per addizione laterale con accostamento totale o parziale nel senso trasversale delle testate: questo comporta quasi sempre che le testate dei moduli siano cieche per consentire l’aggregazione. Quindi le possibilità di affaccio sono limitate ai lati maggiori contrapposti.

La superficie della singola cellula (e dunque l’articolazione distributiva) è variabile; il singolo edificio può contenere sia alloggi tutti uguali che tutti diversi tra loro. I due fronti aperti del singolo alloggio sono paralleli e consentono una buona areazione.

Normalmente il vano scala è posto al centro e serve due alloggi per piano.

Nel caso in cui si prevedano tre alloggi per piano deve essere comunque consentito il doppio affaccio agli altri due alloggi. Il terzo alloggio è in genere di taglio minimo ed è posto in corrispondenza del vano scala.

 

Case-in-linea-Milano-Prospetto

Case in linea – Milano – Prospetto

 

Scarica i DWG in formato .zip di tutti i prospetti del progetto

 

La possibilità di affaccio sui soli due fronti influisce anche sulla profondità del corpo di fabbrica.

Dato che gli ambienti abitabili devono essere aerati e illuminati direttamente è obbligatoria la loro collocazione sulle fasce esterne; la parte centrale viene quindi utilizzata come zona disimpegno.

Il piano terra può essere totalmente o parzialmente porticato oppure può contenere residenze per categorie di utenti particolari (anziani e portatori di handicap). Nel caso di residenze al piano terra queste possono essere dotate di giardino privato.

La densità delle case in linea differisce notevolmente in funzione del numero di piani serviti, che varia da tre a circa sei o sette. Non vi è tuttavia un numero di piani precostituito e non vi è alcuna limitazione sul numero massimo degli appartamenti per piano. Altezza e lunghezza sono dunque teoricamente illimitate.

La lunghezza dipende dal numero delle unità minime che sono aggregate.

Case-in-linea-Milano-Sezione

Case in linea – Milano – Sezione

 

Scarica i DWG in formato .zip di tutte le sezioni del progetto

Lo spessore del corpo di fabbrica è variabile: mediamente 10-11 metri (da un minimo di 7-8 a un massimo di 12-13 metri). Esso ha generalmente dimensioni costanti lungo l’asse trasversale e può crescere indefinitamente lungo l’asse longitudinale.

L’altezza dell’edificio, la sua volumetria (cubatura) e la sua impronta a terra (superficie coperta) dipendono dalle norme urbanistiche (piano regolatore – regolamento edilizio – piano di fabbricazione – altro) e dalle scelte che il progettista opera nel tenere conto di dette norme. Quando l’altezza dell’edificio è superiore alla misura di ciascun lato della pianta la casa in linea assume la definizione di casa a torre.

Le case in linea sono la tipologia edilizia residenziale più diffusa in Italia, sia per l’economia dell’impianto costruttivo che per i valori di densità abitativa che si possono ottenere.

Case-in-linea-Milano-Pianta-Piano-Terra Case-in-linea-Milano-Pianta-Piano-Primo

 

Scarica i DWG in formato .zip di tutte le piante del progetto

 

Case-in-linea-Milano-Pianta-Piano-Secondo Case-in-linea-Milano-Pianta-Piano-Terzo

Distribuzione interna degli alloggi

La distribuzione all’interno dell’alloggio è preferibile che avvenga in posizione baricentrica rispetto alla profondità del corpo di fabbrica, per:

  1. minimizzare lo spazio del connettivo (ingressi, corridoi), perché tutte le stanze verrebbero servite con il minor percorso, con diramazioni a pettine dall’ingresso e/o corridoio;
  2. non avere stanze di passaggio, che renderebbero il tutto meno funzionale, in quanto l’attraversamento crea dei percorsi (corridoi virtuali) all’interno dei vani

La distribuzione centrale, che si coordina bene con il concetto di corpo di fabbrica triplo, è ottenibile anche con il buon posizionamento dei collegamenti verticali (scale, ascensori), che permettono di trovare l’accesso dell’alloggio in posizione centrale, e quindi in diretta corrispondenza con i corridoi interni.

Collegamenti tra gli alloggi

Il collegamento tra più moduli tipologici avviene al livello del piano terra all’esterno dei punti di accesso ai singoli moduli, tramite marciapiede (collegamento aperto), tramite un portico (collegamento coperto). Il piano terra è frequentemente porticato, con spazi destinati alla collettività (aree gioco ragazzi, centri riunione anziani, etc.) oppure residence per persone disabili o anziani.

Case in linea: sottotipi

La casa in linea presenta dei sottotipi dipendenti dalla morfologia dell’aggregazione dei moduli tipologici:

  • a stecca, quando i moduli tipologici si aggregano secondo un asse rettilineo per accostamento totale
  • a crescent (o a ventaglio o a virgola), quando l’accostamento è totale ma secondo una linea curva
  • a catena, quando i moduli tipologici si aggregano sempre secondo un asse rettilineo ma con accostamenti parziali determinando un andamento obliquo
  • ad angolo quando tra i moduli tipologici ci sono soluzioni speciali di raccordo ad «Y», ad «L», a «T»
  • a corte come caso particolare, quando i moduli tipologici si aggregano formando una corte interna.

Dedicheremo all’approfondimento sui sottotipi di case in linea il prossimo articolo del nostro Focus Progetti.

Un progetto di case in linea: l’edificio Trame d’ombra dello studio a3e

 

 

 

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) ispirato al progetto di case in linea ‘Trame d’Ombra’

 

Inquadramento generale

L’area si trova in prossimità del centro storico di Itri, circondata da edifici residenziali in linea e palazzine di tre/quattro piani fuori terra. La superficie del lotto misura 1.580 m2 con dimensione longitudinale orientata SE-NO.

Il progetto prevede la realizzazione di un edificio in linea di 50 m. x 9,4 m, un totale di quattro piani fuori terra più uno interrato per cantine e locali tecnici.

Gli alloggi, 3 al piano terra e 4 per ogni piano superiore, sono serviti da due corpi scala indipendenti e da ballatoi di pertinenza, per un totale di 15 unità abitative con relative cantine. Le abitazioni al piano terra dispongono di giardini privati, ai quali si alternano, separandoli, i percorsi pedonali di accesso all’edificio e di collegamento ai parcheggi sul lato nord.

Case-in-linea-Trame-dOmbra-piantacomplessiva-piano-terra Case-in-linea-Trame-dOmbra-piantacomplessiva-piani-1-2-3

 

Relazione architettonica descrittiva

L’intervento è contraddistinto dalla reinterpretazione dell’edificio in linea classico, a quattro alloggi per piano, in favore di una tipologia di linea più snella, corpo di fabbrica ridotto a 7,5 m, capace di accogliere ad ogni piano un ballatoio di pertinenza per unità abitativa.

I sistemi di facciata si differenziano nettamente in funzione dell’esposizione e del contributo richiesto alla climatizzazione interna:

  • a sud-est un sistema schermante avvolge il ballatoio e si caratterizza per l’impiego di brise-soleil in bambù, ad ante scorrevoli con chiusura a libro, capace di filtrare la luce sulla zona giorno donando libertà e leggerezza alla facciata, che in continuo mutamento asseconda i desideri di luce e ombra dei residenti;
  • a nord-ovest viceversa il sistema oppone un forte pieno all’esposizione più sfavorevole, schiudendo aperture a tutta altezza modulate per ritmo e ampiezza scopre il grande spessore murario che lo caratterizza.

L’attacco a terra presenta tipologie di alloggio simili a quelle dei piani superiori, ma arricchite da ampi giardini su tutti i fronti e accessibili ai portatori di handicap.

Il piano di copertura è un solarium collettivo, con pavimento flottante in legno scavato da piccoli crateri verdi per il relax e il tempo libero, dal quale godere della vista panoramica verso il castello.

case-in-linea-Trame-dOmbra-sezione-D-D

case in linea – Trame d Ombra – sezione D-D

 

Scarica i DWG in formato .zip di tutte le sezioni del progetto

 

Il solarium è protetto da una copertura metallica a sbalzo sul cui estradosso sono allestiti i pannelli captanti degli impianti solari.

La composizione appare chiaramente distinta dai due differenti trattamenti di facciata, antitetici e contrapposti, funzionali all’esposizione, alla visibilità e all’uso degli spazi interni.

I due differenti fronti definiscono un volume che appare sospeso, distinto dal piano terra, compatto e carico di valori d’ombra, e dalla copertura collettiva, eterea e smaterializzata.

Scelte tipologiche e distributive

L’edificio nel suo complesso è composto da 6 unità abitative da 64 m2 utili, 4 unità da 74 m2 e 5 da 45 m2.

Case-in-linea-Trame-dOmbra-pianta-Appartamento-TipoA Case-in-linea-Trame-dOmbra-pianta-Appartamento-TipoB Case-in-linea-Trame-dOmbra-pianta-Appartamento-TipoC

 

Scarica i DWG in formato .zip di tutte le piante del progetto

Gli alloggi hanno uno schema distributivo analogo per tre piani, con 1 tipologia da 74 m2, 2 da 64 m2 e 1 da 45 m2 su ogni piano, serviti da due corpi scala con ascensore dai quali è possibile accedere direttamente ai ballatoi. Solo il piano terra presenta una variazione distributiva, con 3 appartamenti di piano e due androni passanti.

Ogni alloggio ha una larghezza di 7,5 m, con la zona giorno di circa 25 m2 per tutte le tipologie e la zona notte che si contrae o espande in funzione della dimensione dell’alloggio.

La zona giorno si estende da un lato all’altro dell’edificio, e prosegue verso il ballatoio esterno. La cucina, in affaccio sul ballatoio, cerniera tra la zona giorno e la zona notte, è allineata con il blocco dei bagni e la colonna dei cavedi. Le zone notte sono orientate NE-SO con un rapporto di superficie illuminante mediamente pari a 0,4 ed un riscontro d’aria vantaggioso dovuto alla snellezza dell’edificio.

Scelte costruttive e dei materiali

L’edificio è costituito da struttura portante a telaio in c.a. e fondazioni continue a travi rovesce.

I solai sono a travetti prefabbricati e pignatte, con soletta gettata in opera. Le murature di tamponamento esterno sono in doppio strato di mattoni forati con camera d’aria e isolamento interposto, le tramezzature interne sono in mattoni forati e intonaco.

Le finiture esterne di parete prevedono intonaci e idropittura acrilica traspiranti.

Terrazze e solarium hanno pavimenti flottanti in legno. In continuità con gli esterni, anche i pavimenti interni sono in legno; al di sotto di questi si trovano i pacchetti radianti per il riscaldamento, costituiti da strati isolanti e serpentine affogate in un getto di massetto alleggerito. I bagni hanno pavimenti e rivestimenti ceramici.

Tutti gli altri ambienti sono tinteggiati con idropittura acrilica e a tempera traspirante con fondo isolante antimuffe.

I serramenti esterni sono in alluminio verniciato, a taglio termico e con doppio vetro camera con ante scorrevoli e a battente, conformi alle norme per la certificazione energetica. I serramenti interni sono in legno tamburato noce chiaro.

Case-in-linea-Trame-dOmbra-prospetto

Case in linea – Trame d Ombra – prospetto

 

 

Il sistema di oscuramento della facciata SE è costituito da telai mobili in acciaio verniciato e canne di bambù cinese da 3-4 cm di diametro, apertura scorrevole e sistema di impacchettamento a libro.

Gli spazi esterni al piano terra presentano ampi spazi verdi nei giardini privati, con pavimentazione in listelli di clinker per le zone a ridosso dell’edificio, e pavimentazione in cubetti di porfido drenante per la viabilità pubblica, sia carrabile che pedonale.

I muri di confine sono in laterizi forati debolmente armati e intonacati, con recinzione in ferro verniciato.

 

Leggi gli altri approfondimenti del Focus dedicato alle case in linea:

Case in linea famose: architettura e progetti da scaricare

Case in linea, dwg, schemi e modelli 3D. Dai principi generali all’analisi di un progetto reale

 

 

Clicca qui per conoscere Edificius, il software di progettazione architettonica BIM

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *