Come presentare il progetto di una scuola in maniera efficace

Ecco un esempio pratico per realizzare una video presentazione interattiva del progetto di una scuola e una biblioteca grazie alla nuova funzionalità BIM Video Studio di Edificius

In questo focus mostriamo come è possibile sfruttare le nuove tecniche di architectural visualization per una presentazione interattiva di un progetto a un  vasto pubblico. L’evoluzione tecnologica e lo sviluppo di software consegnano di fatto nelle mani dei tecnici uno strumento potentissimo, in grado di supportarlo anche nella fase di presentazione con modalità innovative ed in maniera immediata ed esaustiva.

Entrando nello specifico, in questo nuovo contenuto abbiamo immaginato un ‘contesto complesso‘ ma frequentemente riscontrabile nella quotidianità delle situazioni: un committente che non sia una singola persona, ma piuttosto il consiglio di un’ente pubblico o privato, oppure un’assemblea di condominio, che rappresentano contesti in cui la presentazione del progetto viene fatta ad una pluralità di soggetti legittimati ad intervenire e commentare le scelte progettuali operate.

Valutare ed assecondare eventuali rilievi o pareri, riproponendo in tempo reale una nuova soluzione progettuale che tenga conto di questi, è senza dubbio un notevole vantaggio competitivo.

 

 

 

Immaginiamo, quindi, di dover presentare in un’aula consiliare comunale la progettazione definitiva di una scuola primaria con annessa biblioteca di quartiere.

Il professionista, completata la progettazione (v. articolo), può costruire in un’unica sequenza di “tipo cinematografico” l’intera fase evolutiva del progetto, comprendente disegni tecnici, immagini e video: dal concept compositivo/funzionale fino ad elementi di dettaglio quali particolari costruttivi o materiali di rifinitura.

In particolare potrà utilizzare le viste bidimensionali del modello BIM:

  • piante
  • sezioni
  • prospetti
  • particolare di dettaglio

e le viste tridimensionali:

  • prospettive
  • assonometrie
  • rendering interni o esterni videorealistici.

Questa modalità di presentazione, in grado di racchiudere ed illustrare qualsiasi tipo di informazione relativa al progetto, agevola la comprensione di un’ampia e composita platea costituita, nel nostro esempio, da un consiglio comunale e da parte della cittadinanza che, molto probabilmente, non avrà gli strumenti adatti per comprendere aspetti meramente tecnici.

Vediamo come il tecnico può presentare un progetto architettonico con il video editing, utilizzando BIM Video Studio di Edificius, sottoponendo ad un target eterogeneo (sindaco, consiglieri, tecnici, cittadini, ecc.) il risultato della propria attività progettuale.

presentare un progetto architettonico_02

Utilizzo di BIM Video Studio

La console di comando in BIM Video Studio è costituita da una timeline suddivisa in 7 livelli (o tracce) che ospitano diverse clip (che riproducono video o foto) o marker (appositi marcatori). In essa possono essere inseriti i diversi contenuti:

  1. testi
  2. immagini
  3. clip video
  4. illuminazione solare
  5. effetti vari
  6. luci artificiali
  7. visibilità degli oggetti.

Procediamo ad esporre una possibile realizzazione di video editing, utilizzando BIM Video Studio, per la presentazione del progetto della scuola primaria, ipotizzando questo scenario:

  1. schermata iniziale con titolo del progetto ed eventuale descrizione del processo compositivo con testi ed immagini (concept iniziali, schizzi, modelli di studio, rendering volumetrici)
  2. video della parte esterna della struttura, compreso lo spazio per le attività all’aperto, con sovrapposizione di piante e sezioni
  3. video della parte interna dell’edificio che contiene:
    • hall d’ingresso/agorà con la gradinata destinata allo spazio informale, incontri alunni/docenti/genitori, spettacoli, ecc. e gli spazi informali e individuali adiacenti alle aule e ai percorsi di collegamento
    • aule per la didattica e per i laboratori, con immagini relative al design innovativo degli arredi interni
    • tavole di progetto maggiormente esplicative, quali la sezione dello spazio a doppia altezza dell’agorà o particolari costruttivi
    • illuminazione naturale delle aule, mediante l’utilizzo di appositi marker, che valorizzano l’installazione dei brise-soleil automatizzati
    • effetti di luce artificiale interna per esaltare particolari aspetti cromatici e materici di pavimentazioni e altri elementi di rifinitura
  4. video della biblioteca, utilizzata nel corso delle ore pomeridiane o il fine settimana anche dagli abitanti del quartiere circostante, che, sempre mediante effetti di luce o anche meteorologici (nebbia, pioggia), esalterà la presenza dei lucernari orientati per dare una luce diffusa, a cui si alterneranno la luce artificiale dei corpi illuminanti.

presentare un progetto architettonico_03

Modifiche in tempo reale del progetto con BIM Video Studio

Adesso ipotizziamo che dall’assemblea vengano le richieste di effettuare e valutare alcune modifiche al progetto:

  • se ad esempio l’Assessore ai Lavori Pubblici chieda di modificare alcune tipologie di sedute singole in un sistema unico più confortevole, il progettista direttamente dal video in camera live, potrà selezionare le sedute singole collocate nella hall/agorà e sostituirle con il sofà semicircolare dal Blocco 3D
  • supponiamo che alcuni consiglieri chiedano di sostituire unicamente la pavimentazione della biblioteca della scuola e di quartiere con un materiale diverso o un’essenza di parquet più resistente all’usura poiché utilizzata da un maggior numero di utenti, analogamente si interverrà in camera live e, dopo aver selezionato il pavimento, si potrà scegliere il nuovo materiale o la nuova essenza direttamente dal Blocco 3D
  • inoltre nel caso il rappresentante della consulta dei disabili chieda che vengano ruotate e ampliate le porte di accesso di alcuni ambienti, sarà possibile intervenire sulle piante del modello 3D e procedere all’istante alle variazioni.

In sintesi il tecnico avrà la possibilità di intervenire in tempo reale sul video in camera live o sul modello BIM 3D, ottenendo automaticamente l’aggiornamento del modello e dei video, potendo quindi sottoporre, alla comunità riunita, la valutazione immediata delle variazioni richieste.

In pratica, dopo aver modificato il progetto, non sarà necessario fare nuovamente i video, in quanto dinamicamente connessi al modello e, quindi, automaticamente già aggiornati.

 

Scarica il file edf del progetto di scuola primaria: nella sezione BIM Video Studio potrai trovare il video di presentazione del modello.

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto di scuola primaria
Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto di scuola primaria in formato Educational

 

edificius
edificius

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *