Come progettare la biblioteca di Viipuri con un software BIM: parte 2

Ecco come un moderno software BIM avrebbe potuto aiutare Alvar Aalto nella realizzazione del suo progetto: la biblioteca di Viipuri

Nel precedente focus abbiamo visto come gli strumenti BIM Oriented avrebbero potuto facilitare il lavoro di Alvar Aalto nella realizzazione di alcuni elementi architettonici del progetto della Biblioteca di Viipuri.

In particolare ci siamo soffermati su dettagli tecnici riguardanti la sala lettura (leggi l’articolo)

Oggi andremo ad analizzare un nuovo elemento architettonico del progetto: l’auditorium.

L’auditorium della biblioteca di Viipuri

L’edificio è composto da tre distinti volumi:

  • i primi due, all’incirca due cubi di rilevanti dimensioni, sono destinati ad accogliere le sale di lettura, caratterizzati da illuminazione interna zenitale (grazie ad aperture circolari troncoconiche praticate nelle coperture) e pareti perimetrali prive di finestre.
  • il terzo volume, più basso ed allungato, è  destinato all’ auditorium, caratterizzato da ampie vetrate, tali da far percepire la sensazione di essere immersi nello splendido parco circostante.

Caratteristica peculiare dell’auditorium è il soffitto ondulato realizzato con listelli di legno rosso.

Aalvar Aalto esalta un altro dei 5 sensi umani.

Mentre nella sala lettura aveva posto attenzione alla progettazione dell’apparato illuminotecnico (vista) nell’auditorium si focalizza sull’acustica (udito).

A tal proposito Alvar Alto spiega le motivazioni del suo progetto:

Il soffitto dell’auditorium formato da listelli di legno congiunti […] che diffondono il suono, in particolare il parlato, nelle quattro direzioni, in maniera acusticamente vantaggiosa. Poiché il dibattito è importante quanto le conferenze, l’udibilità non è in una sola direzione, come nelle sale da concerti. La mia sistemazione acustica mira a rendere ogni punto dell’auditorium egualmente efficiente come trasmettitore e come ricevitore di parole pronunciate a un volume normale su tutta la superficie. Ritengo che i problemi acustici siano di ordine primariamente fisiologico e psicologico, e questo è il motivo per cui non possono essere risolti attraverso mezzi puramente meccanici.

La particolare forma di questa controsoffittatura è stata appositamente concepita affinché l’acustica risultasse ottimale, quale che fosse la posizione occupata dall’ascoltatore all’interno dell’auditorium.

Vediamo come, grazie a un software BIM, Alvar Aalto avrebbe potuto realizzare la finestra a nastro e il soffitto dell’auditorium.

Realizzazione del soffitto dell’auditorium con un software BIM

Il controsoffitto è realizzato creando innanzitutto il suo profilo trasversale grazie all’editor dell’oggetto estrusione solido. Qui possiamo eventualmente avvalerci di profili già in nostro possesso anche in formato dxf.

Con gli snap magnetici seguiamo l’andamento del modello e una volta realizzato il profilo lo salviamo nella nostra libreria di progetto.

Inseriamo una MagneticGrid 3D che fungerà da guida per il posizionamento del nostro solido precedentemente realizzato. Grazie alla funzione “copia e incolla” lo assegniamo lungo tutto il nostro soffitto

Realizzazione finestra a nastro dell’auditorium con un software BIM

Direttamente dal catalogo di progetto impostiamo le proprietà della finestra: dimensioni, numero di ante e tipologia. Terminato il dimensionamento, con un semplice click, la posizioniamo con precisione nel modello 3D.

In pochi semplici passaggi, grazie all’utilizzo di un software BIM, abbiamo riprogettato alcuni dettagli caratteristici del progetto di Alvar Aalto.

Clicca qui per conoscere Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *