Ecco il casco da moto con realtà aumentata

In arrivo nella seconda metà del 2019 il nuovo casco da moto intelligente: ha microfono integrato e altoparlanti e può gestire le funzioni tramite comando vocale

Anche la passione per le due ruote si evolve e punta al futuro, grazie ad un nuovo accessorio che aiuterà i motociclisti a guidare con maggior controllo, sfruttando le infinite potenzialità offerte dalla tecnologia: il casco da moto con realtà aumentata.

Il nuovo casco da moto Jarvish è un casco smart, progettato per offrire a chi lo indossa il massimo del comfort e la possibilità di coniugare sicurezza e versatilità: grazie al microfono integrato e a due altoparlanti inseriti nella struttura offre compatibilità con Siri, Alexa e Google Assistant, e consente di ottenere soprattutto informazioni in tempo reale sulla viabilità e sul percorso.

Tanta tecnologia per la sicurezza e per avere tutto ciò che serve a portata di vista, senza distogliere lo sguardo dalla strada.

casco da moto e realtà aumentata

I modelli saranno due.

Uno più basilare, che si chiama Jarvish X, dotato, oltre alla compatibilità con gli assistenti vocali, che permettono di avere accesso a navigazione, traffico meteo e tanto altro, anche di una videocamera frontale con risoluzione 2K per la registrazione delle proprie avventure.

Un secondo, ben più avanzato, chiamato Jarvish X-AR, dotato di un vero e proprio visore di realtà aumentata, simile a quanto già offerto, per esempio, dai Google Glass. È infatti in grado di fornire informazioni come la velocità istantanea, la navigazione in tempo reale, meteo, e funzionare come uno specchietto retrovisore, per mezzo di una seconda videocamera collocata nella parte posteriore, che cattura tutte le immagini da ogni punto di vista, per avere una prospettiva completa delle condizioni di guida. Il casco Jarvish può anche gestire le telefonate in arrivo.

casco da moto e realtà aumentata

Per completezza occorre dire che si tratta di un’innovazione molto importante e all’avanguardia anche sul tema sicurezza, mo non di una novità assoluta.

Lo scorso anno un’altra società ha presentato LiveMap, un casco innovativo con una tecnologia avanzata che proietta le informazioni davanti agli occhi del motociclista.

casco da moto e realtà aumentata

L’obiettivo è il medesimo: tecnologia al servizio della sicurezza: anche LiveMap infatti si è proposto come strumento per consentire al pilota di concentrarsi solo sulla guida; per non affaticare la vista, la messa a fuoco è lontana, così l‘occhio riceve le informazioni in sovraimpressione come se fossero proiettate a 20, 30 metri dal casco, senza affaticarsi.

Per quanto riguarda la luce, il casco è dotato di una fotocamera intelligente, che adatta la luminosità dei messaggi in base all’ambiente, anche in condizioni di scarsa visibilità, in modo da mantenere un’omogeneità perfetta tra luce proiettata e luce esterna, condizione ottimale per gli occhi.

Anche LiveMap consente di registrare video di tutto quello che succede davanti agli occhi del pilota durante il suo viaggio in moto. Inoltre tutti i comandi dei settaggi del sistema, cioè volume, sposta messaggi a destra o sinistra ecc., sono vocali, funzionano con lo stesso principio con cui si attiva ed utilizza Siri sui dispositivi Apple.

 

Scopri di più sulla realtà virtuale e aumentata applicata all’architettura

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *