Guida alla progettazione delle aree verdi

Ecco come eseguire la corretta progettazione delle aree verdi: le fasi del progetto, la normativa, gli elementi per la progettazione ed un esempio pratico da scaricare

La progettazione delle aree verdi è il processo tecnico-creativo che consente di intervenire su aree urbane prive di una specifica connotazione e di rifunzionalizzarle e renderle nuovamente disponibili alla fruizione dei cittadini.

In questo focus proponiamo un esempio di progettazione di aree verdi utile come guida tecnica e spunto progettuale da seguire; il progetto proposto è completo di modello 3D e file DWG da scaricare gratuitamente.

progettazione delle aree verdi

 

 

 

Per ulteriori approfondimenti, consigliamo anche la lettura dei focus:

Fasi del processo di progettazione delle aree verdi

La progettazione del verde deve essere articolata in:

  • una fase preliminare di inquadramento territoriale e di studio del contesto;
  • una fase progettuale che, sulla base delle analisi condotte, sviluppi più ipotesi per individuare la disposizione spaziale più idonea;
  • una fase di approfondimento tecnico per la definizione della migliore soluzione individuata.
progettazione delle aree verdi - schema-iter-progettuale

Progetto di aree verdi – Schematizzazione iter progettuale

La fase preliminare

La prima fase inizia con lo studio dello stato di fatto, condotto attraverso più sopralluoghi, da cui rilevare limitazioni dovute al tipo di suolo, esposizione, condizioni climatiche e caratteri del contesto ambientale ed architettonico.

Questi elementi devono essere registrati ed analizzati.

Schematizzando, potremmo dire che la fase di analisi si articola in:

  • Analisi delle esigenze della committenza e della comunità
  • Sopralluoghi
  • Rilievi fotografici/geometrici diretti e indiretti
  • Reperimento dati, progetti e cartografie
    Indagini su:
  • posizione del sito;
  • caratteristiche delle zone confinanti;
  • tipo e stile degli edifici circostanti;
  • morfologia del terreno;
  • tipo di suolo e drenaggio;
  • vegetazione esistente;
  • condizioni climatiche e micro-climatiche;
  • visuali e panorami.

L’ultimo passo della fase preliminare consiste nella redazione di un programma di progetto, ossia un elenco di tutti gli elementi e gli spazi progettuali che devono essere inclusi nel progetto di aree verdi.

Ideazione del concept del progetto di aree verdi

La fase progettuale inizia con l’individuazione di un concept. Il concept è la fase in cui il progettista dà forma alla propria idea.

Nello specifico, individuata un’idea progettuale di base, si procede alla sua schematizzazione. Nella progettazione delle aree verdi, è il primo approccio creativo dopo la fase preliminare di analisi e studio del contesto.

Per sviluppare un concept coerente con le esigenze progettuali è necessario prima soffermarsi sull’impatto che la riprogettazione di uno spazio pubblico produce sul tessuto sociale ed ambientale in cui va ad innestarsi. Lo spazio pubblico, infatti, acquista sempre più un ruolo didattico che contribuisce a promuove la socialità, l’interazione, il gioco tra i bambini, il senso civico, l’attività fisica e il rispetto per la natura e per gli spazi comuni.

progettazione delle aree verdi - pianta

Progetto di aree verdi – Vista dall’alto

Il concept, dunque, deve essere espressione congiunta delle ragioni dell’architettura e dei valori sociali e didattici che si intende perseguire. La sfida del progettista consiste nella capacità di tradurre in forme e geometrie i concetti astratti e le esigenze funzionali.

Schematizzata l’idea di base, si procede all’elaborazione del progetto e degli elaborati grafici e tecnici che lo completano.

L’approfondimento tecnico

La fase conclusiva del progetto di aree verdi è quella della progettazione esecutiva. Consiste nell’approfondimento del grado di dettaglio del progetto.Vengono operate le scelte dei materiali, delle essenze arboree, dell’arredo e il progetto viene arricchito con grafici di dettaglio e particolari costruttivi.

progettazione delle aree verdi - tavola-grafica

Progetto di aree verdi – Tavola grafica

Normativa nazionale

In Italia è la legge 10/2013 che riporta la tematica del verde urbano.

Dal 2013 in poi sono state emanate ed approvate norme e decreti a seguito di indicazioni della UE. E’ il caso del D.Lgs. 254/2016, in vigore da gennaio 2017.

Inoltre, in materia di progettazione del verde, si evidenziano segnali di cambiamento culturale con il nuovo Codice Appalti. Il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n° 50 e ss.mm.ii. viene integrato con le indicazioni contenute nel Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settore della pubblica amministrazione, prevedendo l’inserimento, nella documentazione progettuale e di gara, almeno delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei criteri ambientali minimi (CAM). Ad oggi sono stati adottati CAM per 17 categorie di forniture ed affidamenti. Tra i CAM in vigore ci sono quelli sul Verde Pubblico, approvati con DM 13 dicembre 2013, attualmente in fase di revisione.

Infine si segnala che con la Legge di Stabilità 2018 è sta introdotta una disposizione agevolativa concernente la detrazione fiscale per interventi relativi alla:

  • “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Per l’anno 2018, ai fini dell’IRPEF, dall’imposta lorda si detrae un importo pari al 36 % delle spese documentate, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 5.000 euro. Destinatari della detrazione sono i possessori e detentori dell’unità immobiliare abitativa e i condomini per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali.

Per completezza, ricordiamo sempre, che per redigere correttamente un progetto di aree verdi, occorre far riferimento alle linee guida e ai piani e regolamenti del comune di riferimento.

Progettazione delle aree verdi attrezzate

Progettare un’area verde attrezzata significa restituire alla collettività un’area della città da poter vivere in armonia con la natura. Occorre, dunque, proporre uno spazio multifunzionale attrezzato che possa garantire lo scambio sociale tra tutte le fasce d’età.

progettazione delle aree verdi - Spazio multifunzionale

Progetto di aree verdi – Spazio multifunzionale

La scelta della vegetazione

Per scegliere le tipologie di vegetazione occorre far riferimento a:

  • luogo
  • orientamento del lotto
  • funzione che si vuole assegnare alla vegetazione (ombreggiatura, schermatura visiva, acustica, delimitazione confini, etc.).

Le piante dovranno essere scelte in base agli effetti cromatici che si vogliono ottenere. Si possono scegliere in modo tale da avere fioriture limitate in un periodo di tempo oppure scalari durante tutta la stagione vegetativa.

Oltre alla fioritura è bene calibrare anche la distribuzione tra sempreverdi e caducifoglie per evitare che si abbiano zone del tutto spoglie in inverno. Occorrerà valutare, inoltre, anche le caratteristiche morfometriche delle piante per valutare quanto possono svilupparsi in altezza e  in larghezza.

progettazione delle aree verdi - Sezione

La scelta dei materiali

I materiali devono essere scelti in modo da assicurare durabilità all’opera, coerenza con il concept di progetto e fruizione in sicurezza da parte degli utenti.

Ad esempio, la pavimentazione potrà essere in pietra naturale o in ghiaietto piuttosto che in autobloccante o in pietra artificiale, basta che sia adatta per l’esterno e antiscivolo.

I sistemi di ombreggiamento potranno essere in legno o in ferro o in altri materiali, valutando che non siano gelivi, che non si arrugginiscano facilmente e che non necessitino di trattamenti periodici per proteggerli dagli agenti atmosferici.

Gli arredi

E’ preferibile scegliere arredi di qualità, che siano in grado di:

  • resistere agli agenti atmosferici
  • unire funzionalità ed estetica
  • richiedere minima manutenzione.

Altro elemento da considerare sono i colori e i materiali in accordo con l’idea base del progetto.

progettazione delle aree verdi

La presenza dell’acqua

Introdurre specchi d’acqua, fontane, piccoli corsi d’acqua o laghetti aumenta la qualità dello spazio da progettare sia dal punto di vista estetico ed emozionale, sia per la sua utilità nelle modificazioni microclimatiche che induce. Infatti, la presenza di acqua contribuisce a mitigare, rinfrescare e umidificare l’ambiente e migliorare le condizioni per fare attecchire la vegetazione.

Impianto di irrigazione

Un ulteriore elemento da tenere in considerazione nella progettazione delle aree verdi è il sistema di irrigazione.

Esistono diverse tipologie di impianti (rotanti, oscillanti, a battente) da valutata in base all’organizzazione dello spazio e della vegetazione.

Progettazione delle aree verdi: un esempio pratico

Il progetto proposto in questo focus prende inspirazione dal progetto Magic Breeze Landscape Design di Penda Architectures. Il lotto di partenza si sviluppa su una superficie orizzontale che il progetto manipola mediante variazioni topografiche di livello, con la creazione di terrazzamenti e percorsi su gradinate.

progettazione delle aree verdi - Realizzazione di gradoni

Progetto di aree verdi – Realizzazione di gradoni

Questo espediente permette di conferire un forte carattere all’area, di creare una separazione visiva ed acustica tra le varie zone del parco e di implementare la distribuzione del verde. All’interno dell’area sorgono anche delle strutture ombreggianti, che si integrano nella vegetazione. Queste strutture si configurano come delle grandi superfici orizzontali, che fungono da copertura, sorrette da pilastri in cemento armato. Le coperture, in più punti, ospitano dei fori che permettono lo sviluppo in altezza degli alberi. Inoltre, è prevista una piccola area attrezzata per i bambini, percorsi pavimentati permeabili, aree verdi e zone di sosta.

Download

Disponibili per il download gratuito, riportiamo di seguito gli elaborati grafici in dwg ed il modello 3d del progetto realizzato con un software di progettazione architettonica BIM.

Progettazione delle aree verdi: scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto
Progettazione delle aree verdi: scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto in formato Educational
Scarica gli elaborati grafici in DWG del progetto aree verdi

 

 

slide

video

In questo video Chiara ci mostra come eseguire correttamente la progettazione delle aree verdi supportati da un programma di progettazione architettonica BIM, passando attraverso le fasi ed i temi di progettazione e lo studio della normativa.

 

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *