Il BIM in Turchia, lo stato dell’arte

Un sondaggio del 2018 mostra lo stato di diffusione del BIM in Turchia: opportunità, grado di diffusione ed ostacoli

Con la pubblicazione del sondaggio dal titolo: “Turkey BIM Report – General Trends and Expectations Research Report“, pubblicato a dicembre 2018, viene fatto il punto della situazione sullo stato di diffusione del BIM in Turchia.

Lo studio si basa su un questionario predisposto per comprendere problemi e aspettative degli operatori del settore, e si propone di delineare il livello di innovazione delle costruzioni in Turchia in termini di utilizzo della tecnologia BIM.

L’obiettivo è quello di determinare le azioni più efficaci per sensibilizzare su questo tema gli stakeholders e, soprattutto, per avviare percorsi formativi adeguati.

Il questionario è stato preparato sulla piattaforma Google Forms ed è stato distribuito ai partecipanti in forma digitale. L’ordine degli ingegneri meccanici turco e l’associazione degli ingegneri elettrici hanno fornito supporto istituzionale allo studio ed hanno distribuito il questionario ai propri iscritti.

I risultati del sondaggio

Campo di impiego del BIM in Turchia

Un primo dato da evidenziare riguarda il campo d’impiego in cui lavorano coloro che conoscono o utilizzano il BIM: la maggior parte di essi si concentra nel settore degli edifici non residenziali. 

Dall’incrocio di questo dato con la distribuzione geografica appare in tutta la sua evidenza lo scarso interesse verso il BIM della aree lontane dai grandi centri, dove l’edilizia si concentra principalmente nel settore residenziale privato.

Nelle province più ricche e popolose, quali quelle di Ankara, Istanbul, Izmir e Bursa, in cui anche l’edilizia non residenziale mostra un certo fermento, il BIM è più diffuso tra gli operatori del settore: ciò dimostra come attualmente il BIM sia maggiormente utilizzato per infrastrutture, edilizia pubblica e commerciale, piuttosto che per l’edilizia residenziale.

Distribuzione geografica

Nonostante i risultati nelle grandi città fossero già abbastanza scontati, mostrando livelli maggiori di familiarità con il BIM, ad Ankara ed Istanbul, il sondaggio rileva come nelle altre province in cui non sono mai stati realizzati progetti BIM, come Çorum, Eskişehir, Erzurum e Balıkesir, vi sia comunque un buon interesse degli operatori verso le nuove tecnologie applicate alle costruzioni.

Altre aree, come Kayseri e Gaziantep, in cui vi sono elevate potenzialità per l’utilizzo del BIM in diversi settori, hanno mostrato poco interesse, e poca apertura, verso la gestione delle costruzioni non tradizionale.

Tra tutte le province anatoliche, Kocaeli e Adana spiccano in termini di interesse verso la tecnologia BIM.

Altro dato molto importante mostra come i progetti BIM nel settore commerciale (uffici, hotel, centri commerciali, ecc.) sono concentrati laddove sono stati già realizzati progetti di infrastrutture pubbliche con il BIM.

 

bim in turchia distribuzione

Distribuzione geografica del BIM tre le varie provincie turche

Diffusione BIM tra i tecnici e le aziende in Turchia

Il 54% degli intervistati dichiara di aver usato il BIM nei propri progetti, mentre coloro che non intendono utilizzarlo sono solo l’1,58%. Si può pertanto affermare che in Turchia esiste già ora una consapevolezza generale, e molto diffusa, sull’importanza di tali processi.

Il sondaggio evidenzia come coloro che conoscono ed utilizzano maggiormente il BIM sono gli architetti, mentre gli ingegneri civili ed elettrici hanno mostrato molto meno interesse.

Da qui la necessità di attivare ed incentivare percorsi di formazione professionale che coinvolgano tutti i tecnici e gli operatori.

Diffusione tra i vari operatori differenziati per settore

La maggior parte dei tecnici intervistati, che ha dichiarato di avere già esperienza con il BIM, lavora in aziende con 30 o più dipendenti; in molti casi tali imprese lo utilizzano da vari anni.

Appare evidente, quindi, che l’implementazione del BIM è anche un problema organizzativo interno alle imprese e che il BIM è implementato più facilmente in aziende, e studi, di grandi dimensione.

bim in turchia _ Anatolia

Diffusone, suddivisa per grandezza ed esperienza, tra i dipendenti di aziende e studi

 

Nelle tabelle successive è ricapitolato il livello di diffusione del BIM in Turchia tra i diversi stakeholders.

 

Riepilogo del livello di diffusione del BIM in Turchia

Ostacoli alla diffusione del BIM

Per gli operatori del settore il maggior ostacolo alla diffusione dei processi BIM nella penisola anatolica riguarda la diffidenza del mondo accademico, l’inadeguatezza della formazione professionale in generale e la scarsità di fondi del settore pubblico per la promozione del BIM.

Ciò è dovuto anche alla mancanza di norme specifiche in materia, allo scarso interesse delle istituzioni, ed all’assenza di qualsiasi piano/obbligo che preveda il graduale inserimento del BIM all’interno dei processi edili turchi.

Difatti i percorsi accademici che permettano un adeguata formazione dei tecnici nel BIM sono quasi del tutto assenti, e le università turche sono molto in ritardo nell’aggiornamento dei corsi di laurea delle professioni tecniche.

bim in anatolia

Ostacoli alla diffusione del BIM

E’ inoltre interessante notare come, anche se il 79,94% degli intervistati è consapevole che il BIM riduca i problemi di coordinamento dei vari attori coinvolti in un processo costruttivo; solamente il 45,14% di essi pensa che il BIM riduca in maniera significativa i tempi di tali processi. Questa discordanza di dati è dovuta alla scarsa preparazione dei tecnici, che causerebbe, secondo gli intervistati, un allungamento dei tempi ed un rallentamento dei lavori.

Appare quindi evidente che la graduale integrazione dei processi BIM all’interno del settore delle costruzioni turche sia possibile solamente con un adeguato supporto delle istituzioni, sia in termini di formazione accademica, sia in termini di consapevolezza dell’importanza dell’innovazione nel settore, sia in termini di supporto normativo specifico.

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?