Casa en Los Cisnes Edificius BIM

Modellare una piscina a profondità variabile con un software BIM: il progetto Casa en Los Cisnes

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa / Salva PDF

Come possiamo modellare una piscina a profondità variabile con un software BIM? Ecco un esempio ispirato al progetto Casa En Los Cisnes

Utilizzare un software BIM per la progettazione architettonica significa progettare in modo semplice con strumenti che agevolano e velocizzano il lavoro del progettista.

La metodologia BIM permette di realizzare elementi architettonici in pochissimo tempo offrendo un elevato grado di dettaglio e di qualità per ogni oggetto rappresentato.

Per dimostrare come è semplice realizzare elementi architettonici con un software BIM e al tempo stesso ottenere risultati di alta qualità, prenderemo come modello il progetto Casa en los Cisnes: una residenza unifamiliare realizzata dall’architetto Esteben Fallen e situata a Club De Campo Abril (Buenos Aires). In particolare, focalizzeremo la nostra attenzione sugli spazi esterni e vedremo come realizzare velocemente e senza commettere errori una piscina a profondità variabile.

Casa en Los Cisnes: il progetto

Casa en Los Cisnes è una residenza unifamiliare di 425 m2 realizzata dall’architetto Esteban Fallone. La struttura è situata a Club de Campo Abril, Buenos Aires, Argentina. E’ edificata su un lotto di forma triangolare di circa 1333 m2, protetto dal traffico urbano e circondato da un boschetto che fa da cornice naturale all’edificio.

La struttura, di forma scatolare, si caratterizza per la presenza di due volumi ortogonali. Il primo è ancorato al terreno mentre il secondo (a sbalzo) è sostenuto da colonne.

Il primo piano dell’abitazione è adibito alla zona notte.

Al piano terra, destinato alla zona living, le finestre a nastro forniscono agli ambienti una maggiore quantità di luce naturale e un grande contatto con gli spazi aperti. Una piattaforma in legno collega l’edificio con gli spazi esterni: il giardino, la piscina, l’area barbecue e il boschetto.

Adiacente l’abitazione è presente una piscina dall’elegante design, di forma rettangolare e a pendenza variabile, realizzata in perfetta armonia con le linee del progetto architettonico.

Per separare il giardino interno dall’ambiente circostante e garantire una maggiore privacy, lungo tutto il perimetro dell’edificio, è stato realizzato un muretto perimetrale con una ringhiera composta da piantoni in metallo e pannelli in vetro.

Vediamo come, grazie all’utilizzo di Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM, questi elementi  prendono forma velocemente.

Realizzazione della piscina

Dall’ambiente terreno di Edificius posizioniamo l’oggetto piscina. Questa azione comporterà l’automatico e contemporaneo scavo nel terreno.

Tramite gli snap magnetici assegniamo la giusta altezza e profondità.

Ci spostiamo nell’ambiente architettonico e procediamo alla modellazione del fondale, di pendenza variabile, utilizzando gli oggetti “scala con pianerottolo” e “rampa”.

Grazie agli snap magnetici assegniamo la giusta quota agli oggetti inseriti.

Inserimento dei materiali

Terminate le operazioni di modellazione, assegniamo al fondale e alla piattaforma in legno i giusti materiali. Grazie alla funzione “Attiva ombre” possiamo percepire l’effetto dei materiali e constatare la reale profondità del fondale.

Realizzazione muretto perimetrale

Dall’ambiente terreno utilizziamo l’oggetto “muro su terreno” e disegniamo un muro perimetrale che separa il giardino interno dall’ambiente circostante.

Dalla toolbox delle proprietà gestiamo altezza e profondità.

In maniera molto semplice e veloce inseriamo un’estrusione solida (con funzione di coprimuro) e la ringhiera di recinzione.

Infine, possiamo modificare velocemente il profilo del solido e il modello di ringhiera scegliendoli dal catalogo generale.

Guarda un video di riepilogo

Di seguito proponiamo alcuni render fotorealistici del risultato finale realizzati con Edificius.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *