Dubai 2020: ecco il Padiglione Italia per l’Expo

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

‘bellezza che unisce le persone’: questo il titolo del progetto vincitore per il Padiglione Italia a Expo Dubai 2020 firmato CRA, Italo Rota Building Office, F&M Ingegneria, Matteo Gatto & Associati

Gli scafi di tre imbarcazioni italiane arrivate via mare saranno capovolti e innalzati su alti pilastri per diventare la copertura del Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai (una struttura alta 25 metri e destinata ad occupare 3.500 metri quadrati). Visti dall’alto sembreranno petali, dipinti con i colori della bandiera: verde, bianco e rosso.

Questo in sintesi il concept ed il progetto di 3 eccellenze del design, autori di progetti all’avanguardia in tutto il mondo e riuniti in raggruppamento temporaneo di imprese, che si sono aggiudicati il concorso internazionale indetto da Invitalia, la centrale di committenza, per il Padiglione Italiano a Expo 2020.

Padiglione Italia Dubai 2020_1

Il Padiglione che rappresenterà l’Italia alla prossima Esposizione Universale è un’architettura che mette in scena con creatività e innovazione la bellezza italiana, da sempre elemento di connessione tra popoli, talenti e ingegno, eredità culturale mediterranea e ponte verso il futuro.

L’architettura celebra la storia di uomini e esploratori italiani che nei secoli hanno solcato mari e terre lontane, intessendo contatti e relazioni con tutto il mondo. Il Padiglione Italia racconta il viaggio nella bellezza del nostro Paese, frutto costante di contaminazioni, scambi e connessioni di conoscenze, ingegno, talento e arte. Al contempo, il riuso degli scafi capovolti si presenta come una scelta di sostenibilità che si riallaccia a una antica tradizione dei popoli di mare e pescatori d’Europa e del mondo.

Padiglione Italia Dubai 2020_4

L’idea delle imbarcazioni è all’insegna della sostenibilità, uno dei temi di Expo.

Il gesto del rovesciamento e riutilizzo degli scafi ci affascina profondamente non soltanto perché carico di valori storici, ma anche perché rappresenta la realizzazione di un’architettura circolare fin dall’inizio. Le imbarcazioni che diventano parte del Padiglione potranno continuare a essere utilizzate in modi diversi anche dopo la fine di Expo

Carlo Ratti

Il percorso espositivo sarà scandito come un’ascesa, fino a un punto in cui diventi possibile, con l’immaginazione, osservare l’Italia dal cielo. Ci sarà un Prologo, con ampi spazi ispirati alle forme delle piazze italiane, e un Gran Finale che sarà quasi come una cattedrale della Natura, della luce, della musica dell’Universo, come il cielo sul Mediterraneo e sul Deserto

Italo Rota

Padiglione Italia Dubai 2020_3

Il progetto continua il lavoro in corso della CRA nella sperimentazione di innovative strutture espositive alle fiere mondiali.

I progetti precedenti includono il Digital Water Pavilion, un’architettura a base d’acqua all’Expo Zaragoza 2008 che ha reagito alle persone che lo attraversavano grazie alle tecnologie digitali, nominate dalla rivista Time tra le “Migliori invenzioni dell’anno”, e al Future Food District , uno spazio retail interattivo a Expo Milano 2015.

Il Padiglione sarà aperto dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021 a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti

 

 

 

Dubai Expo 2020: altri padiglioni

 

1 commento
  1. Francesco Sammarco dice:

    I progetti italiani dei padiglioni si sono sempre distinti per la loro originalità legata alla cultura, elemento intrinseco della nostra Nazione, anche se spesso viene bistratta.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *