Photo.Synth.Etica, la tenda urbana biodigitale che pulisce l’aria

Realizzata da una società londinese di due architetti italiani, questa tenda urbana biodigitale potrebbe rendere gli edifici più ecologici, pulendo l’aria delle città come un bosco

Tenda urbana biodigitale è la definizione che di essa ha dato il consorzio che ha sviluppato questo ambizioso progetto, assegnandogli un nome capace di esprimere da subito tutto il valore che questo prodotto vuole rendere: Photo.Synth.Etica.

Presentata a Dublino in occasione del Climate Innovation Summit 2018 questa innovativa ‘cortina urbana’ rientra nel progetto europeo Climate-KIC e nasce dalla partnership di uno studio di architettura e progettazione urbana specializzato in progettazione ambientale, autosufficienza urbana e costruzione integrata della natura con l’Urban Morphgenesis Lab – UCL di Londra e il Synthetic Landscapes Lab – Università di Innsbruck.

tenda urbana biodigitale

Photo.Synth.Etica è una vera e propria tenda urbana, in grado di catturare CO2 e agenti inquinanti dall’atmosfera e immagazzinarli in tempo reale: approssimativamente 1 kilogrammo di CO2 al giorno, in pratica l’equivalente dell’azione di 20 alberi ad alto fusto.

Questa anidride carbonica e questi agenti inquinanti catturati vengono immagazzinati in fotobioreattori, contenitori in bioplastica progettati e customizzati digitalmente, che utilizzano la luce diurna per nutrire le culture viventi di microalghe e emettono una luminescenza nelle ore notturne..

L’aria inquinata entra, non filtrata, dal basso della facciata e risale naturalmente in bolle attraverso l’acqua contenuta all’interno dei fotobioreattori: le bolle entrano in contatto con microbi voraci.

tenda urbana biodigitale

tenda urbana biodigitale

Le molecole di CO2 e gli inquinanti atmosferici vengono catturati e immagazzinati dalle alghe e convertiti in biomassa, andando a far moltiplicare un quantitativo base di biomassa riutilizzabile. L’ossigeno nato dalla fotosintesi invece è libero di uscire e ritornare alla città.

Grazie al design a serpentina, i moduli ottimizzano il processo di sequestro del carbonio e il modello di tenda completo ricorda una grande tabella di dati commerciali che incorpora l’impegno di Climate-KIC per promuovere nuovi modelli per risolvere la crisi climatica globale .

Il prototipo di Photo.Synth.Etica presentato a Dublino è composto da 16 moduli da 2 x 7 metri ciascuno, e avvolge il primo e il secondo piano della facciata principale del Printworks Building al Castello di Dublino.

tenda urbana biodigitale

L’innovativo sistema di ombreggiamento potrebbe essere integrato in edifici esistenti e di nuova progettazione. Smart cities, case intelligenti, veicoli autonomi, fabbriche robotizzate, ecc. dominano l’attuale panorama degli scenari futuristici popolari, ma tutti hanno un disperato bisogno di un reframing spaziale e architettonico per generare benefiche transizioni sociali.

I prossimi progetti includono una scultura fotosintetica per il Centre Pompidou (Parigi), un progetto di ricerca che prevede l’uso di Biogel al posto dell’acqua, come le alghe, le tecniche di stampa 3D per prototipare fotobioreattori architettonici e la progettazione di un sistema di facciata per un nuovo museo di microbi a Innsbruck (Austria).

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *