Progettare edifici pubblici Daegu Gosan Public Library software BIM Edificius

Progettare edifici pubblici: la biblioteca di Daegu Gosan

Quali possono essere i vari aspetti della progettazione architettonica che si affrontano nella realizzazione di edifici pubblici? Scopriamone alcuni approcciati per la Biblioteca di Daegu Gosan

La possibilità di modellare un edificio collettivo oltre che essere interessante e avvincente, permette di sfruttare in pieno le potenzialità degli strumenti di progettazione che utilizziamo. Questo è il caso che vogliamo approfondire legato all’utilizzo di un software BIM per la progettazione architettonica.

Il progetto su cui abbiamo lavorato è quello di una biblioteca da realizzare a Daegu in Corea del Sud, progettata dallo studio di architettura Martin Fenlon Architecture. Il progetto ha partecipato al concorso internazionale di progettazione indetto nel 2012.

Biblioteca pubblica di Daegu-Gosan – il progetto

Il progetto ha una duplice funzione: una culturale, essendo un luogo di studio e lettura, e una sociale, come centro di aggregazione per la comunità. La struttura è delimitata da un parco a nord e da strade carrabili sugli altri tre lati.

Il parco che conduce alla biblioteca rappresenta uno spazio pubblico con gradevoli passeggiate e spazi ricreativi.

La costruzione, inoltre, presenta un terrazzo esterno delimitato da due solai aggettanti, in parte inclinati, che dal piano terra portano ai piani superiori, avvolgendo la struttura. Il terrazzo costituisce un’estensione della passeggiata pubblica esterna che dal parco, tramite un viale alberato, conduce direttamente ai piani superiori della biblioteca.

L’edificio si sviluppa su quattro livelli organizzati attorno ad un atrio centrale a tutta altezza, collegati tramite scalinate che circondano a spirale questo ampio spazio. L’atrio consente l’accesso agli uffici preposti alla consegna dei libri in prestito, alle aule studio, ad una sala conferenze e tramite un’ampia scalinata al piano superiore.

La copertura risulta essere composta da più falde a differente pendenza. La vetrata disposta su tale copertura è dotata di profilati metallici che hanno sia una funzione di sostegno che di protezione dal sole.

Al primo e al secondo piano sono presenti ampi spazi in cui trovano collocazione le scaffalature dei libri e postazioni di lettura e postazioni informatiche.
La sala lettura principale è situata al secondo piano ed è costituita da un ambiente a doppia altezza che si congiunge con la terrazza pubblica alla fine del percorso esterno.

La facciata esterna è di pannelli di acciaio corten di colore arancione che richiama il tipico colore degli antichi templi coreani.

 

Il solaio aggettante superiore della terrazza esterna è costituito superiormente da acciaio corten e inferiormente da alluminio, con l’obiettivo di far riflettere in esso le immagini della città.

Il contrasto di materiali che risaltano la geometria dell’edificio richiama comunque caratteristiche tipiche dell’architettura coreana.

Modellazione della biblioteca pubblica di Daegu-Gosan con un software BIM

Avendo le piante del progetto in formato immagine possiamo importarle nel software BIM per la progettazione architettonica Edificius. Scaliamo le piante secondo una misura di riferimento nota, in modo da avere un riferimento del disegno.

Procediamo con il tracciamento degli involucri verticali e orizzontali, delle travi, dei pilastri, delle scale e dei parapetti. Per l’input dei pilastri si utilizziamo la funzione di generazione automatica, in modo tale da disegnarli con un semplice click dopo aver inserito una griglia magnetica nella loro posizione.

Data la particolare forma della struttura, la costruzione di griglie magnetiche 3d risultano funzionali per ottenere appositi snap 3D di aggancio, per essere così utilizzate sia nella modellazione dei parapetti delle scale, sia nel tracciamento dei profili metallici delle vetrate.

 

Procediamo a effettuare l’input dell’articolata copertura dell’edificio, composta da differenti falde con diversa inclinazione, con l’apposito editor del tetto. Assegniamo alle falde triangolari la pendenza opportuna mediante tre punti posizionati prima in pianta e poi altimetricamente nel 3D.

 

Particolarmente utile risulta la funzione di adattamento automatico degli involucri all’intradosso delle falde.
Definito il modello dal punto di vista architettonico, procediamo quindi con la progettazione delle luci.

Infine completiamo il progetto con l’assegnazione dei materiali in alta definizione e l’inserimento degli arredi presenti nella Libreria Oggetti BIM per rendere il progetto più dettagliato.

 

 

Scopri come utilizzare un software BIM per progettare edifici pubblici. Scarica e prova gratis Edificius

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *