Progetti edifici scolastici, un esempio a cui ispirarsi da scaricare subito

Progetti edifici scolastici, analisi degli spazi per le attività con un esempio di progetto completo di elaborati grafici in DWG e modello 3D da scaricare

Nell’articolo della settimana scorsa abbiamo iniziato il nostro approfondimento sull’edilizia scolastica, ed in particolare su progetti edifici scolastici, analizzando, così come impostati dalle Linee Guida Miur del 2013, i diversi aspetti che caratterizzano la scuola.

Abbiamo parlato degli aspetti urbanistici e di alcuni degli spazi dedicati alle attività scolastiche. Completiamo ora l’analisi di tali spazi, riservando al prossimo ed ultimo articolo sull’edilizia scolastica l’analisi di impianti tecnologici, materiali, arredi e sicurezza.

Come detto i progetti edifici scolastici seguono due principali direttrici di sviluppo:

  1. l’apertura della scuola al territorio
  2. il superamento della ripartizione tradizionale degli spazi tra aule e aree di passaggio.

Nel primo caso la scuola si pone come civic center o community center.

Nel secondo caso la scuola rivede la sua tradizionale strutturazione interna in aule e corridoi per promuovere spazi polifunzionali e arredi flessibili in grado di supportare setting didattici diversificati e riconfigurare le aree di passaggio come spazi abitabili dalla comunità scolastica (troviamo questo tipo di evoluzione soprattutto nei paesi del Nord Europa).

Per questo abbiamo scelto in questo articolo il progetto di un Day care centre per bambini realizzato ad Amburgo.

Nella parte finale dell’articolo avremo modo di approfondire caratteristiche tecniche e descrizione di questo progetto; nel corso dell’articolo, come consuetudine, metteremo a disposizione per il download gratuito tutti gli elaborati grafici in DWG.

Da subito ecco il modello 3D BIM del progetto, che potrai scaricare ed anche navigare online, senza necessità di installare alcun software grazie a BIM Voyager.

progetti edifici scolastici

 

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM

 

progetti edifici scolastici -Troplo Kids

 

 

Progetti edifici scolastici: gli spazi per le attività scolastiche

Come detto, nel precedente articolo abbiamo già parlato di atrio, aula, servizi igienici, segreteria e amministrazione, ambienti insegnanti e personale ausiliario.

Ricolleghiamoci all’ambiente aula per riprendere e completare il discorso.

Aula

L’aula non è più intesa come il centro della scuola e dell’attività scolastica, ma piuttosto come Home-base.

Non più dunque un setting d’aula funzionale ad un  modello ‘trasmissivo’, che enfatizza cioè la ‘trasmissione’ della conoscenza dall’insegnante al discente (da cui una struttura di base della scuola con aule per il gruppo-classe e aule dedicate, come i laboratori, collegate tra loro da corridoi di passaggio).

L’aula didattica generalista perde la sua egemonia e lascia spazio ad una serie di ambienti variegati e rimodulabili in base alle esigenze.

Le caratteristiche dell’ambiente non sono perciò rigidamente stabilite a priori, ma sono determinate dal tipo di attività che si intende svolgervi. E poiché le attività sono diversificate anche l’ambiente deve prevedere zone di lavoro e strumenti diversi.

Spazi aperti, aree interne, arredi flessibili, tecnologie mobili sono solo alcuni esempi di un nuovo ambiente didattico che richiede un ripensamento complessivo.

progetti edifici scolastici - aula

Progetti edifici scolastici: altri spazi interni

Spogliatoi
Gli spogliatoi devono essere distinti in base all’utenza ed al sesso.

Vi sono spogliatoi per gli allievi, per il personale docente e amministrativo, per il personale ausiliario e tecnico, per l’auditorium o aula magna, per la palestra o gli altri spazi destinati ad attività motoria.

La tipologia degli spogliatoi degli allievi varia in base all’età degli stessi:

  • per i bambini delle prime due classi della scuola primaria, gli spogliatoi saranno vicino all’aula
  • per i bambini più grandi e quindi più autonomi, saranno posizionati vicino ai servizi igienici.

Gli spogliatoi vanno pensati e progettati come spazi relazionali.

progetti edifici scolastici - pianta

Scarica il DWG in formato .zip delle piante del progetto

 

Infermeria e pronto soccorso

Le scuole di qualsiasi ordine e grado devono essere attrezzate per interventi di primo soccorso con attrezzature in proporzione alla dimensione della scuola. Negli edifici con più di 500 alunni è necessario un locale infermeria con servizi adeguati.

Piazza

La piazza è il luogo che ospita le funzioni pubbliche della scuola: riunioni, feste, gioco, scambi culturali. E’ l’elemento simbolico più importante e il punto di riferimento per la distribuzione dell’intero edificio. Quando le dimensioni della scuola aumentano, la piazza si trasforma in Agorà.

Agorà

È il centro, il cuore della scuola, il centro di distribuzione dei percorsi orizzontali e verticali, è connessa a tutte le attività pubbliche, serve quindi a promuovere la comunicazione, la socialità e l’interscambio culturale.

Nella piazza come nell’agorà dovrà essere particolarmente curata l’acustica dell’ambiente, l’illuminazione e la ventilazione, dovranno essere progettate in base alle diverse attività e al numero massimo di utenti.

progetti edifici scolastici -Troplo Kids

Aula magna o Auditorium specializzato

Negli edifici di dimensioni ridotte, le attività che abitualmente si svolgono nell’aula magna possono essere ospitate dall’Agorà, mentre negli edifici di maggiore dimensione è opportuno prevedere un Auditorium attrezzato o un Aula magna, con dotazioni tecniche per conferenze, spettacoli, riunioni.

Sono quindi necessari accorgimenti tecnici quali isolamento acustico, ventilazione e illuminazione artificiale per compensare la carenza di quelle naturali.

L’Auditorium, che assume la funzione di civic center, necessita di ingresso indipendente, di guardaroba e servizi igienici dedicati. Dovrà rispettare le norme di sicurezza per i locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo.

progetti edifici scolastici - assonometria

 

Scarica il DWG in formato .zip delle assonometrie del progetto

Sala musica

È opportuno prevedere una sala musica con strumenti per la registrazione, sistemata in posizione tale da non creare disturbo alle altre attività e accuratamente isolata acusticamente, dotata di servizi igienici dedicati e utilizzabile anche oltre l’orario scolastico con funzioni di civic center.

Cucina e mensa

La preparazione dei pasti può avvenire in cucine interne o esterne all’edificio scolastico. La cucina interna permette di fornire una migliore educazione alimentare ai bambini, che può diventare un atelier-laboratorio per attività didattiche.

La cucina deve avere ingresso indipendente e di servizio, nonché locali spogliatoio e di servizio per il personale. E’ costituita da zone per il lavaggio delle verdure, spazi per la preparazione in ambienti separati di verdure, carne, pesce, e aree per diete speciali (ad esempio, cibi speciali per celiaci), zona di cottura e di preparazione dei piatti, servita da un ambiente per il lavaggio delle stoviglie.

È inoltre dotata di dispensa, cella frigorifera, magazzino e spazi per la raccolta differenziata.

Oltre alla cucina è necessario predisporre una zona per il pranzo degli alunni e una specifica per i docenti, nelle scuole di dimensioni ridotte essa coincide con la piazza.

Nella mensa devono essere predisposti arredi adatti e di facile pulizia, pavimenti di facile pulizia, deve essere curato il comfort acustico, la ventilazione e l’areazione. Se possibile la zona pranzo dovrà essere collocata vicino a portici o giardini, per permettere, nelle stagioni adatte, di pranzare all’aperto.

La cucina e la mensa devono rispettare le norme di sicurezza e di prevenzione incendi.

Atelier

Sono spazi generici che si specializzano con le dotazioni tecnologiche e gli arredi. Possono essere destinati ad attività espressive legate all’immagine, al disegno, alla pittura, alla scultura, alla musica, al movimento del corpo, alla danza, alla integrazione tra i diversi linguaggi (suono e movimento, immagini e suono, matematica e spazio ecc.).

Per garantire la flessibilità degli spazi è necessaria la predisposizione “a matrice” degli impianti, con punti che raccolgono gli allacci all’energia elettrica, l’approvvigionamento idrico e lo scarico.

Devono disporre di una diffusa serie di piccoli ambienti di deposito per accogliere gli strumenti, i materiali specifici dell’attività, la conservazione dei prodotti del lavoro, ad esempio i prodotti delle attività legate all’immagine.

Gli atelier devono essere dotati di impianti di illuminazione molto duttili per i differenti usi possibili, come le attività artistiche che richiedono un alto livello di illuminazione o la danza che richiede luci più diffuse e soffuse.

Laboratori

Sono spazi dedicati ad attività specifiche per le quali è necessario predisporre di attrezzature dedicate, come i laboratori di scienze, di informatica, non sono sempre spazi flessibili. Possono in ogni caso essere suddivisi in modo variabile con l’uso di pareti a scomparsa e devono essere a contatto con piccoli spazi per le attività di elaborazione individuale e spazi per la lezione teorica.

Magazzini e archivi

In rapporto alle sue dimensioni ogni scuola, oltre a un magazzino generico ben dimensionato, deve essere dotata di un deposito per il materiale necessario alla manutenzione del verde e dell’area esterna. La palestra avrà un deposito attrezzi proporzionato alla sua dimensione direttamente a contatto con la sala e di facile accesso dall’esterno.

Devono essere previsti spazi adeguati per i materiali di pulizia, carrelli, aspirapolvere, pulitrici; devono inoltre essere previsti adeguati spazi per l’archivio, cioè per la conservazione del materiale didattico, di disegni, di elaborati di esercitazioni, esami, etc. sia per il materiale cartaceo sia per il materiale digitale.

 

progetti edifici scolastici - planimetria

 

Scarica il DWG in formato .zip della planimetria del progetto

 

Progetti edifici scolastici: spazi di apprendimento informale

Spazi connettivi

Sono spazi in cui lo scambio di informazioni avviene in modo informale, non strutturato, le relazioni che si creano sono naturali, spontanee.

In questi spazi gli studenti possono studiare da soli o in gruppo, possono chiedere consiglio agli insegnanti. Sono luoghi di incontro, di approfondimento, di relax e gioco, sono la naturale estensione delle aule e degli atelier.

Non sono corridoi, ma luoghi comuni senza pareti che ne delimitano il confine: sono dotati di sedute, di piani di lavoro, di arredi, con un alta qualità acustica e di illuminazione.

È una sorta di open space con soluzioni di allestimento e di materiali adatti a diversi scopi, pannelli fonoassorbenti, luci, schermi, vetri, lavagne luminose, divisori, arredi, postazioni multimediali.

Allo stesso tempo questi spazi possono essere utilizzati individualmente ed essere adattati alla propria privacy, grazie ad arredi mobili, tappeti, sedute informali, morbide come divanetti o pouf.

Spazi aggiuntivi per civic center

Sono spazi creati per arricchire il civic center scolastico, come librerie, negozi di materiale scolastico, bar caffetteria, sedi di società sportive o culturali.

progetti edifici scolastici -Troplo Kids

Progetti edifici scolastici: attività sportive e motorie

Impianti sportivi

In base all’età e al numero di studenti la scuola deve dotarsi di adeguati impianti sportivi per lo sviluppo delle capacità motorie del bambino attraverso ginnastica, danza, musica o attività sportive agonistiche che arricchiscono la funzione di civic center.

Lo spazio palestra è destinato allo sviluppo motorio, ma può essere utile per favorire le relazioni sociali, permettendo lo svolgimento di feste, assemblee, spettacoli, per questo è opportuno che sia collegabile con pareti scorrevoli a scomparsa allo spazio della “Piazza – Agorà”.

La scelta della tipologia di palestra deve tenere conto della dimensione della scuola, ma anche della presenza di altri impianti sportivi nell’area circostante.

 

progetti edifici scolastici - prospetti

 

Scarica il DWG in formato .zip dei prospetti del progetto

 

Le tipologie potranno essere:

  • piccola palestra per attività motorie
  • palestre per giochi di squadra con campi di dimensione amatoriale
  • impianti attrezzati opportunamente conformati per la pratica di discipline sportive e giochi di squadra, adatti anche a un uso extrascolastico. In questo caso sarà necessario inserire alcuni spazi da destinare al pubblico, con ingressi dedicati, percorsi separati e adeguati servizi igienici
  • impianti sportivi di esercizio destinati ad attività regolamentate, ma non agonistiche, diavviamento, di supporto e di preparazione alle attività agonistiche, con dotazione di piccole tribune per il pubblico occasionale
  • impianti sportivi agonistici strutturati in modo da consentire attività agonistiche ufficiali con presenza di pubblico, con tribune adeguate e servizi igienici.Negli impianti con presenza di pubblico esterno o con la presenza di genitori spettatori sarà opportuno inserire un piccolo bar con zona di sosta e un accesso dedicato.

In considerazione delle attività previste, negli impianti di maggiori dimensioni, saranno da inserire locali per sedi di organizzazioni e società sportive e si potranno prevedere spogliatoi a rotazione per favorire l’impiego da parte delle squadre.

Nella scuola primaria le attrezzature per le attività motorie saranno in funzione della dimensione della struttura scolastica. Indicativamente:

  • fino a 5 aule si potrà avere uno spazio per le attività motorie coincidente con la “Piazza – Agorà”,
  • da 10 aule si potrà avere uno spazio dedicato adatto alla ginnastica, ad attività motorie che prevedono in misura minima le attività di squadra, comunque dotato di spogliatoi per gli allievi e il personale insegnante.

progetti edifici scolastici - spaccato

Dovrà essere garantita la fruibilità da parte degli utenti diversamente abili, verificando l’assenza di barriere architettoniche e prevedendo una organizzazione chiara e facilmente percepibile dei percorsi, eventualmente caratterizzati da opportuni accorgimenti per gli ipovedenti.

Nelle palestre si dovrà curare in modo attento la sicurezza, utilizzando superfici vetrate di classe 2B2, come prescritto dalla direttiva UNI EN 12600, e di classe 1B1 per le superfici finestrate ad altezza parapetto fino a cm 90 da terra o comunque a pericolo di caduta. Sarà inoltre necessario eliminare sporgenze potenzialmente pericolose, curando l’acustica per limitare i tempi di riverberazione in maniere adeguata e coerente con il volume dell’ambiente.

Gli spazi di distribuzione e le scale dovranno essere di facile leggibilità per favorire la mobilità di disabili e ipovedenti e per orientare in modo semplice e intuitivo verso le uscite di sicurezza, che sono da realizzare secondo la normativa vigente.

Come per l’Auditorium, i locali palestra dovranno rispettare le norme di sicurezza per i locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo. Occorre valutare con attenzione anche la qualità del ricambio dell’aria e la qualità e distribuzione dell’illuminazione naturale e artificiale.

Dovrà essere prevista anche un’Infermeria e l’accesso delle ambulanze, che può coincidere con l’ingresso carrabile per la manutenzione.

Il progetto deve comprendere tutti gli attrezzi fissi e le attrezzature necessarie allo svolgimento delle diverse attività sportive all’interno e all’esterno della palestra.

progetti edifici scolastici - spaccato

Piscina

Nei progetti edifici scolastici di grandi dimensioni può essere inserita la piscina, che dovrà rispettare la specifica normativa del CONI per gli impianti natatori, nel rispetto di tutte le norme locali e regionali.

Area sportiva esterna

In funzione del tipo di scuola, del numero e dell’età degli alunni, potrà ospitare attrezzature per attività sportive coerenti con le dotazioni della palestra e potrà contenere campi per giochi di squadra come pallavolo, basket, calcio, tennis, piste di atletica fino a 100 m complete di attrezzature per l’atletica leggera quali pedane per salti, lanci e anello.

Le aree esterne saranno alberate con aree relax e di sosta per gli studenti ed eventualmente per il pubblico.

 

progetti edifici scolastici - sezioni

 

Scarica il DWG in formato .zip delle sezioni del progetto

 

Progetti edifici scolastici: spazi esterni

Spazi a cielo aperto

La progettazione di spazi a cielo aperto è una parte integrante dei progetti edifici scolastici: lo spazio deve essere curato e attrezzato con prati, piantumazioni, orti didattici, depositi per sedie e attrezzature, giochi e aree libere di svago o sperimentazione.

Devono essere creati spazi intermedi tra interno ed esterno, come portici, logge, giardini d’inverno, tettoie, gazebi. I giardini d’inverno o la parte coperta possono essere utilizzati anche nelle stagioni più fredde, ricreando la versione contemporanea degli antichi chiostri.

Queste estensioni reversibili e le coperture non devono essere considerate, da un punto di vista normativo, volumi chiusi e non devono incidere né sugli indici edilizi né sui criteri di valutazione igienica degli ambienti: sono da considerare semplici arricchimenti dello spazio esterno come i portici,i gazebi e i pergolati.

Esempio di progetti edifici scolastici: il Troplo-Kids ad Amburgo

progetti edifici scolastici -Troplo Kids

Il Beiersdorf children’s day care centre “Troplo-Kids” ad Amburgo dello studio Kadawittfeldarchitektur è un edificio a due piani si trova accanto ad un’area verde nel parco cittadino della Beiersdorf AG ad Amburgo-Eimsbüttel.

La struttura è rettangolare ed estremamente compatta, disposta attorno a una sala multiuso centrale a due piani, che funge da area giochi e spazio di raccolta.

Caratterizzata da una struttura a mensola, la facciata si adatta ad una varietà di funzioni e requisiti e, allo stesso tempo, crea un’atmosfera leggera e trasparente all’interno.

I grandi formati di finestre offrono le condizioni perfette per il gioco e il lavoro educativo.

Le cornici colorate inserite modellano e strutturano la facciata all’esterno e offrono ai bambini un senso dell’orientamento e un modo di identificarsi con il proprio gruppo. All’interno, le cornici sono accessibili e completano l’area giochi con elementi entusiasmanti: piattaforme, scatole, spazi per sedersi, arrampicarsi e giocare, progettati per stimolare la creatività e l’immaginazione dei bambini.

progetti edifici scolastici -Troplo Kids

Il piano terra ospita l’asilo nido, i locali tecnici e una grande sala polifunzionale, che crea un generoso collegamento con il piano superiore grazie alle panchine a tutta larghezza dell’auditorium e alla scala adiacente.

Il primo piano comprende un ulteriore spazio per l’asilo nido e due sale per gruppi d’asilo, la cucina e una sala da pranzo, un laboratorio, una sala per le attività prescolari e una sala riunioni o di ricreazione per il personale.

Un ascensore collega entrambi i piani, con il risultato che l’intero centro soddisfa i requisiti di un ambiente privo di barriere.

La sala polifunzionale a due piani è il cuore dell’edificio: il centro di comunicazione per bambini e accompagnatori.

Gli interni sono caratterizzati dai colori brillanti delle cornici delle facciate richiamati in alcuni pezzi selezionati di mobili e elementi di arredo.

Le porte delle stanze dei gruppi, ad esempio, compresi i cubbies del cappotto appena fuori, sono conservate nello stesso colore della scatola della facciata della stanza del gruppo per un migliore orientamento all’interno dell’edificio. Ogni camera è dotata di mobili da gioco su misura che ricorda un mattone da costruzione di grandi dimensioni. Adotta le tonalità di colore dei telai delle facciate e integra varie caratteristiche, come le piattaforme rialzate, un angolo per le bambole e la cucina del gioco, scivoli, una grotta accogliente, strutture per l’arrampicata e ponti.

Giocando, salendo e conquistando i diversi livelli, i bambini imparano a vivere il loro ambiente da diverse prospettive.

L’area giochi esterna recintata, sul lato occidentale dell’edificio, è divisa in un’area dedicata ai bambini dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia.

E’ arricchita da strutture per attività creative da fare all’aperto, aree erbose dotate di attrezzature per parchi giochi, una buca di sabbia con gradini in legno per sedersi, un tavolo da gioco d’acqua e tunnel di salice, strutture per l’arrampicata, un’altalena a rete, animali a dondolo, un orto e una casetta da gioco, un tumulo erboso con uno scivolo incorporato e il “telefono del barattolo di latta”, un’installazione scultorea progettata dall’artista Fabian Wendling.

progetti edifici scolastici -Troplo Kids

Hai visto gli oggetti presenti all’interno del progetto?

Guarda e scarica gratis tantissime Texture, Blocchi CAD e Modelli 3D per il tuo progetto!

 

Clicca qui per conoscere Edificius, il software di progettazione architettonica BIM

 

Vedi anche gli articoli sulle tipologie edilizie residenziali della sezione Focus Progetti pubblicati:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *