progetto-casa-unifamiliare-due-piani

Ecco un progetto di casa unifamiliare a due piani completo di dwg da scaricare

Guarda, naviga e scarica un progetto di casa unifamiliare a due piani completo di schemi progettuali, elaborati grafici, descrizione tecnica e modello 3D

Proseguiamo il nostro Focus sulle case unifamiliari trattando in questo articolo un progetto di casa unifamiliare a due piani.

Nei precedenti articoli abbiamo avuto modo di parlare della casa unifamiliare in generale ed abbiamo descritto e fornito i dwg di alcuni progetti di case unifamiliari moderne.

Vediamo ora quali sono gli elementi da tenere in considerazione e le valutazioni da fare in un progetto di casa unifamiliare.

Prima di iniziare ecco subito disponibili per il download il modello 3D del progetto e la versione trial del software con cui aprirlo: in questo modo potrai produrre autonomamente dal modello gli elaborati grafici (piante, prospetti, sezioni, assonometrie) che desideri. In ogni caso tutti i disegni tecnici sono già pronti e resi disponibili per il download in formato dwg nel corso dell’articolo.

 

La casa è l’essenza dell’architettura: è lo spazio primo e ultimo dell’abitare, il luogo di ritrovo e di partenza, l’ambiente della domesticità e dei ricordi, l’interno per eccellenza

 

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM

 

Progetto di casa unifamiliare

Il progetto architettonico di una casa unifamiliare rappresenta il momento di ideazione di un edificio a carattere residenziale isolato, normalmente destinato ad un unico nucleo familiare.

La progettazione di una casa (unifamiliare, ma il discorso potrebbe estendersi a tutte le tipologie edilizie) contempla essenzialmente 2 fasi:

  1. una prima fase, che potremo definire di massima, durante la quale occorre valutare la consistenza plani-volumetrica dell’intervento sulla base degli indici e dei parametri urbanistici locali: l’altezza dell’edificio, la distanza dai confini, la superficie totale (slp) e l’impronta al suolo della costruzione. Durante questa fase, è opportuno predisporre anche la distribuzione interna dei locali e il loro dimensionamento secondo le esigenze della committenza e nel pieno rispetto dei regolamenti edilizi e sanitari locali
  2. una seconda fase, che definiremo esecutiva, in cui vengono realizzati gli elaborati grafici e descrittivi (capitolati, contratti, tavole esecutive, altro) indispensabili alla successiva fase di realizzazione e cantierizzazione dell’opera.

La prima fase, che abbiamo definito di massima, è quella della progettazione dell’involucro edilizio, ed in essa rientrano le attività di progettazione architettonica, strutturale, impiantistica.

progetto-di-casa-unifamiliare-a-due-piani-planimetria

 

Scarica i DWG in formato .zip della planimetria del progetto

La progettazione architettonica rappresenta solitamente lo startup di progetto: regola e gestisce gli spazi, i volumi ed i relativi elementi architettonici definendone solo una rappresentazione grafica tridimensionale. La disciplina strutturale è volta a garantite resistenza e stabilità al variare delle tensioni in gioco; quella impiantistica traccia e dimensiona gli impianti tecnologici che si dirameranno all’interno del modello architettonico e strutturale.

Come detto l’attività di progettazione strutturale consiste nella valutazione della geometria dell’ossatura, come ad esempio la profondità delle fondazioni, la posizione e la grandezza dei pilastri e delle travi.

Il primo passo della progettazione vera e propria riguarderà la definizione del tipo di struttura da adottare e, in diretta conseguenza di ciò, del rapporto che si verrà a stabilire tra l’interno e l’esterno della casa. Una struttura basata su murature portanti, infatti, avrà una minore trasparenza rispetto a una struttura a telaio in legno, cemento armato o acciaio, e di conseguenza un diverso rapporto con il paesaggio circostante.

Se trattiamo un progetto di casa unifamiliare a due piani, è in questa fase che viene stabilita la posizione della scala, poiché essa dev’essere appoggiata ai pilastri.

Deciso il posizionamento di pilastri e scala, si definisce nel dettaglio il progetto, disegnando i muri interni in modo da creare i vani e le aperture: porte, finestre e terrazzi o balconi.

Per la progettazione architettonica è sempre preferibile disporre la casa al centro del lotto. In questo modo è più facile rispettare le distanze dell’immobile dai confini.

Da un punto di vista climatico è preferibile orientare la costruzione a Est-Ovest (le facciate principali sono in questo caso a Nord e Sud), in modo da poter ottenere quello che normalmente viene definito “guadagno termico”.

Il soggiorno e gli altri locali molto vissuti come la cucina o la camera dei bambini devono avere l’esposizione a Sud. Il sole così penetra fino al pomeriggio in inverno e si mantiene alto in estate e si ha quindi una riduzione dei consumi di elettricità. A Nord è consigliabile orientare i disimpegni e i locali adibiti a servizi come la lavanderia.

 


progetto-casa-unifamiliare-due-piani-prospetto-anteriore

Scarica i DWG in formato .zip dei prospetti del progetto

 

Solitamente, nel progetto di casa unifamiliare a due piani, le piante dei piani sono uguali, oppure quella superiore è parzialmente ridotta per l’arretramento a formare un terrazzo: tale tipologia si definisce costruzione a blocco o a schema chiuso.

Invece, in soluzioni particolari in cui non esiste una perfetta uguaglianza e sovrapposizione tra le due piante si parla di schema aperto.

Una soluzione intermedia prevede la presenza di un soggiorno a doppia altezza, dei servizi al piano inferiore e della zona notte a quello superiore.

Caratteristiche di un progetto di casa unifamiliare

Un primo aspetto da tenere in conto nella progettazione delle abitazioni è il contesto.

Le condizioni al contorno sono fondamentali nell’attribuire qualità allo spazio abitato: la migliore architettura del mondo, posta in un contesto difficile risulterà sempre poco desiderabile; al contrario un’architettura mediocre in un contesto di rilievo sarà un luogo in cui molti di noi desidererebbero abitare.

Immediatamente dopo viene la funzionalità.

È necessario stabilire sin dalle prime fasi del progetto l’assetto funzionale della casa. Essa infatti assolve a numerose utilità, e deve farlo bene.

L’assetto funzionale della casa è direttamente correlato con la distribuzione delle stanze. Nella maggior parte dei casi il progetto parte dalla sua definizione planimetrica e quindi la messa a fuoco delle dimensioni e dei rapporti tra i diversi ambienti abitati è il primo fondamentale passo da compiere nel disegno del progetto.

Nelle abitazioni contemporanee si tende in genere ad attribuire maggiore rilevanza alla superficie destinata alla zona a giorno rispetto a quella della zona notte, destinando alle stanze la porzione più ridotta possibile.

Definito l’assetto distributivo e le volumetrie principali della casa è possibile focalizzare l’attenzione sull’aspetto.

In questo risulta fondamentale la scelta dei materiali: l’elemento che, insieme alla forma e al colore determina maggiormente l’aspetto assunto dalla casa.

Naturalmente la scelta dei materiali è anche di tipo funzionale: molte sono infatti le variabili in termini di tecnologie e di costi di costruzione legati alla definizione di questa variabile.

Progetto di casa unifamiliare a due piani

Per entrare più nello specifico abbiamo analizzato per voi, e riprodotto, un progetto di casa unifamiliare a due piani realizzato in Spagna, nel complesso di La Coma a Borriol.

progetto-di-casa-unifamiliare-a-due-piani

 

 

 

 

Il sito è caratterizzato da una forte pendenza, alta 18 metri, che determina l’intero progetto della casa.

Guidato dalla decisione di entrare nella casa al primo livello anziché al piano terra, l’obiettivo è stato quello di costruire questa struttura con una forte e vasta relazione sia con l’esterno adiacente (terrazze, giardino, piste …) che con il paesaggio. Ecco perché l’edificio è leggermente inclinato, per consentire la migliore vista sulla valle.

La scelta dell’ubicazione è dettata sia dai condizionamenti presenti nell’appezzamento (spazio libero, direzione, rilievo del terreno, accesso, spigoli, confini, ecc.) sia dalla preferenza del proprietario di orientare la costruzione a Sud Ovest, per mantenere la più intensa relazione possibile con il futuro giardino.

Il progetto è di un edificio compatto, di semplice volumetria e attento alla topografia del luogo, con materiali e metodi che relazionano positivamente con il paesaggio ed il clima estivo particolarmente rigido. Una struttura metallica rivestita in pietra blu costituisce il corpo della casa e le aperture sono incorniciate con infissi in alluminio naturale.

Il passaggio dal rivestimento in pietra al terreno in pendenza è risolto da una parete livellante in cemento colorato che sostiene la struttura del pavimento della cucina e del bagno.

Oltre alle pedane in legno al piano superiore, il resto del pavimento è realizzato con la stessa pietra della facciata, anche se con diversa consistenza e struttura.


progetto-casa-unifamiliare-due-piani-pianta-primo-piano

 

Scarica i DWG in formato .zip delle piante del progetto

 

La costruzione si sviluppa su due livelli. Il piano terra ospita le aree comuni: salotto-sala da pranzo (doppia altezza), cucina, camere degli ospiti e bagno, mentre le stanze private sono situate al piano superiore: biblioteca, camera da letto principale, bagno e solarium.

I due piani sono uniti da una scala longitudinale a singola rampa.

Nella depandance troviamo i locali di servizio: magazzino, lavanderia, armadi e installazioni di servizio.

Lo spazio tra i due volumi è molto fresco e ombreggiato in estate e conduce all’ingresso posteriore della casa.

La casa ha due ingressi diversi. Uno, pubblico, è nella parte anteriore del sito (orientata a SO) ed avviene attraverso porte a vetro scorrevoli che aprono sulla sala da pranzo; l’altro è nella parte posteriore, raggiungibile attraverso il cortile di servizio.

L’orientamento dell’affaccio della costruzione è molto importante in qunato decide l’illuminazione naturale e la ventilazione.

L’inserimento di un cortile a due piani sul lato NE consente a tutti i locali di servizio di essere ben illuminati e ventilati (tranne il bagno principale, che si affaccia sul panorama) e fornisce anche la privacy che queste stanze richiedono.


progetto-casa-unifamiliare-due-piani-sezione C-C

 

Scarica i DWG in formato .zip delle sezioni del progetto

 

Al fine di diffondere la luce del sole sulla vetrata sul piano inferiore rivolto a SO, una tettoia è stata posizionata leggermente fuori centro rispetto all’edificio. Ciò fornisce un buon schermo contro il forte sole del tardo pomeriggio (una fila di alberi decidui completa la protezione in estate).

Un brise-soleil di lamelle verticali filtra la luce che entra nell’unica apertura della facciata nord-ovest.

Il solarium del piano superiore è protetto da un sistema di lamelle sospeso e da un pannello scorrevole opzionale, anch’esso a doghe, sul lato del giardino.

 

Clicca qui per conoscere Edificius, il software di progettazione architettonica BIM

 

Hai visto gli oggetti presenti all’interno della casa? Ti interessano anche altre librerie di oggetti BIM per il tuo progetto?

Guarda e scarica gratis le Texture, i Blocchi CAD e i Modelli 3D che ti interessano!

 

Della sezione Focus Progetti leggi anche gli approfondimenti su:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

2 commenti
  1. francesco dice:

    Da una prima analisi è un lavoro progettuale interessante e completo in tutte le sue parti progettuali che da la possibilità all’eventuale fruitore del manufatto una visione esaustiva dell’intero complesso abitativo e delle sue peculiarità. Trattasi certamente di un lavoro di base pensato e ripensato dove nessun elemento è stato lasciato al caso ma studiato e reso funzionale all’interno dell’unicum abitativo. Complimenti da Francesco Ruggero

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *