Come progettare un bilocale: criteri, norme ed esempi

La guida tecnica completa al progetto di un bilocale da 40 m² e da 60 m²: criteri progettuali, norme di riferimento ed esempi da scaricare

In questo articolo vedremo il progetto di un bilocale: come progettarlo correttamente con riferimento a regole compositive, criteri dimensionali ed indicazioni normative, soffermandoci sulle tipologie di bilocali più diffuse (da 40 e 60 m²).

Di queste tipologie di bilocali descriveremo nel dettaglio i progetti realizzati e, nella parte finale dell’articolo, renderemo disponibile un video che mostra come progettare un bilocale e come ottenere tutti gli elaborati tecnici necessari.

Potrai scaricare interi progetti di:

  • bilocale da 40 m²
  • bilocale da 60 m²

ed anche alcune slide di sintesi con i criteri di base per la progettazione di bilocali.

progetto di un bilocale - 60 mq

rendering di un bilocale da 60 m² realizzato con Edificius

 

 

 

Se un’abitazione ha dimensioni molto contenute, nelle scelte di fondo del progetto si presentano almeno due possibilità:

  1. il ‘modello monolocale’, con massima apertura degli spazi, puntando sull’intercambiabilità delle funzioni (leggi l’articolo ‘Come progettare un monolocale da 40 m²‘);
  2. oppure ambienti e funzioni ben distinti, superando con strategie ad hoc i limiti imposti dalla metratura ridotta, con soggiorno e zona notte che occupano stanze indipendenti.

Ed è proprio questa seconda soluzione che definisce il bilocale.

Definizione di bilocale

Definiamo bilocale un’unità immobiliare composta di due vani e servizi.

Il bilocale quindi è un appartamento di piccole dimensioni costituito, per l’appunto, da due locali: la zona notte, con una camera da letto, ed il soggiorno/cottura.

Progetto-di-un-bilocale-pianta 60 mq

bilocale da 60 m² – pianta

Come tipologia abitativa, il bilocale è adatto per essere utilizzato da una coppia, vista la mancanza di una seconda stanza da letto.

Progetto di un bilocale, criteri dimensionali e regolamenti

La norma che definisce altezze e superfici minime per gli ambienti abitativi è il dm sanità 5 luglio 1975.

Nata dall’esasperazione prodotta dalla speculazione edilizia a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, questa norma volle porre un freno a quell’indecoroso fenomeno, fissando alcune regole igienico-sanitarie che assumono particolare rilievo proprio nella progettazione di un monolocale, come anche nel progetto di un bilocale, proprio per la metratura ridotta di queste abitazioni.

L’art.1 del dm 5/7/75 riporta le altezze minime delle stanze.

progetto di un bilocale - altezze minime

L’altezza interna utile dei vani di abitazione non può essere inferiore a 2,70 m, con esclusione dei corridoi, disimpegni, bagni e ripostigli, per i quali può essere di 2,40 m (una eventuale deroga si può applicare solo per le comunità montane).

Nel caso di locali sottotetto con soffitti non orizzontali, l’altezza media deve essere di 2,70 m e la minima variabile, secondo le disposizioni regionali recepite poi dai vari comuni.

In sintesi:

altezze minime
2,70 m  zona giorno (living), letto
2,55 m nei comuni montani (oltre 1000 m slm)
2,40 m corridoi, disimpegni, bagni e ripostigli

Inoltre, dal 2015, è previsto che l’altezza minima interna può diminuire fino a 2,60 m in caso di ristrutturazione con riqualificazione energetica in cui sia prevista l’istallazione di pavimenti o soffitti radianti.

L’art.2 del dm riguarda le superfici minime.

progetto di un bilocale - dimensioni minime

Per ogni abitante si deve prevedere una superficie minima abitabile di 14 m²/ab. fino a 4 persone, e di 10 m²/ab per ogni abitante in più.

Le stanze da letto devono avere una superficie minima di 9 m² se per una persona e di 14 m² se per due persone.

Ogni alloggio deve essere dotato di un locale soggiorno-cucina di almeno 14 m².

In sintesi:

superfici minime
14 m²/ab fino a 4 persone
+ 10 m² per ogni abitante aggiuntivo
9 m² camera da letto per 1 persona
14 m² camera da letto per 2 persone
14 m² soggiorno

Lo stesso articolo dispone inoltre che nelle camere da letto, nel soggiorno e nella cucina debba esserci una finestra apribile.

 

Il decreto pone poi un’importante regola per le dimensioni delle aperture, fissando a 1/8 della superficie pavimentata la superficie della finestra del singolo ambiente, in pratica:

RAI – rapporto aeroilluminante
superficie finestrata ≥ 1/8 della superficie del pavimento della stanza

progetto di un bilocale - rai

Il ‘posto cottura’, eventualmente annesso al locale di soggiorno, deve comunicare ampiamente con quest’ultimo e deve essere adeguatamente munito di impianto di aspirazione forzata sui fornelli.

La stanza da bagno deve essere fornita di apertura all’esterno per il ricambio dell’aria o dotata di impianto di aspirazione meccanica. Nelle stanze da bagno sprovviste di apertura all’esterno è proibita l’installazione di apparecchi a fiamma libera.

Per ciascun alloggio, almeno una stanza da bagno deve essere dotata dei seguenti impianti igienici: vaso, bidet, vasca da bagno o doccia, lavabo.

Esempio di un progetto di un bilocale da 40 m² con descrizione e download di elaborati DWG e del modello 3D

Il progetto è stato studiato ai fini di ottenere un’ottimizzazione degli spazi, data la contenuta metratura a disposizione.

La pianta dell’alloggio è rettangolare, con lato maggiore pari a circa 8,60 m e lato minore di 5,70 m e risulta suddivisa in due, zona giorno e zona notte.

Progetto-di-un-bilocale-pianta

bilocale da 40 m² – pianta

L’ingresso è disposto su uno dei lati maggiori ed immette direttamente nel living che costituisce il fulcro dell’unità abitativa. Il living occupa circa 18 m², si configura come uno spazio totalmente aperto (open space) ed ospita sia l’angolo cottura che il soggiorno, come spesso avviene nella disposizione funzionale di un bilocale. Sul lato minore si apre la porta che conduce alla zona notte a ai servizi.

Il disimpegno che connette i 3 ambienti occupa il minor spazio possibile, al fine di rispettare il dimensionamento minimo di soggiorno e camera da letto, secondo le prescrizioni del dm 5 luglio 1975.

Tutti gli spazi di connessione sono attrezzati con armadi, in modo da sfruttare al meglio anche gli spazi di passaggio. Tutti gli ambienti abitabili sono dotati di aperture che rispettano i rapporti aeroilluminanti previsti da normativa.

Per migliorare la qualità degli spazi, sono stati scelti arredi moderni e funzionali e colori e materiali dalle tonalità neutre e luminose.

Progetto-di-un-bilocale-40 mq-sezione a-a

 

Scarica e prova Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM
Scarica i modelli 3D BIM (file .edf) del progetto di un bilocale da 40 m²
Scarica i modelli 3D BIM (file .edf) del progetto di un bilocale da 40 m² in formato Educational
Scarica i DWG in formato .zip degli elaborati del progetto

 

Esempio di un progetto di un bilocale da 60 m² con descrizione e download di elaborati DWG e del modello 3D

L’alloggio si sviluppa su una superficie rettangolare, di circa 60 m² netti, con lato maggiore pari a 10,00 m e lato minore di 6,00 m.

Compositivamente, lo schema planimetrico può essere discretizzato attraverso una serie di rettangoli interconnessi tra loro. Gli ambienti di servizio e i disimpegni occupano una fascia regolare che si snoda lungo i due lati adiacenti del rettangolo di pianta.

Progetto-di-un-bilocale-pianta-60 mq-schema

L’ingresso all’alloggio è disimpegnato rispetto al resto dello spazio del living mediante una sorta di quinta che impedisce, a chi entra, di avere una vista immediata e completa verso il soggiorno e l’angolo cottura. Dal disimpegno d’ingresso si può accedere al living, attraverso due varchi laterali affiancati alla quinta, e alla zona notte e servizi attraverso una porta posta alla destra dell’ingresso.

Il soggiorno è fortemente caratterizzato dal contrasto cromatico dei mattoni bianchi e delle pareti color cioccolato e dal gioco del controsoffitto che parte dall’ingresso, ingloba la quinta in mattoni e divide in due l’ambiente. L’utilizzo del colore, in questo caso, contribuisce a creare movimento all’interno di uno spazio aperto unico che ospita angolo cottura, pranzo e soggiorno.

Dal disimpegno si accede al bagno principale e alla camera da letto, di circa 14 m², con annessa cabina armadio e bagno privato.

 

Progetto-di-un-bilocale-60 mq-sezione A-A

 

Scarica e prova Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM
Scarica i modelli 3D BIM (file .edf) del progetto di un bilocale da 60 m²
Scarica i modelli 3D BIM (file .edf) del progetto di un bilocale da 60 m² in formato Educational
Scarica i DWG in formato .zip degli elaborati del progetto

 

Progetto di un bilocale, slide di sintesi

 

 

Come progettare un bilocale con un software BIM di progettazione architettonica

Progetto di un bilocale? In questo video Chiara ci illustra come è semplice farlo utilizzando un software di progettazione architettonica BIM.

 

 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *