Progetto rampa garage, la guida completa

Progetto rampa garage: la guida completa con norme, schemi, caratteristiche costruttive, requisiti antincendio, video esplicativi ed esempi da scaricare

Oggi parliamo di come progettare una rampa garage.

La rampa è l’elemento architettonico che congiunge due piani con diverse quote; quindi la rampa è un piano inclinato destinato a superare dislivelli. Essa può essere pedonale oppure carrabile.

In questo articolo tratteremo le tecniche costruttive e le norme che regolano il progetto rampa garage, occupandoci quindi delle rampe carrabili. Abbiamo avuto modo di approfondire la progettazione di rampe pedonali in un precedente articolo.

Parleremo delle diverse tipologie di rampe e delle prescrizioni normative minime previste relativamente a larghezza e pendenza della rampa.

Schemi in formato DWG con piante e sezioni delle diverse tipologie di rampa ed i modelli 3D dei progetti realizzati in formato EDF  accompagneranno ed illustreranno la trattazione, immediatamente disponibili per il download e per essere utilizzati come utili riferimenti. Nella parte terminale dell’articolo un video esplicativo illustrerà come progettare una rampa garage in maniera semplice e veloce con un software di progettazione architettonica BIM.

Per aprire i modelli 3D dei progetti in formato EDF, realizzati con Edificius, puoi scaricare subito liberamente la versione trial.

 

progetto rampa garage

 

 

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto

 

Clicca qui per scaricare Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM

 

Molti sono gli elementi che entrano in gioco per una corretta progettazione della rampa garage. Vediamoli puntualmente:

Progetto rampa garage: norme e regolamenti

Riferimento indiscutibile per il progetto rampa garage è il dm 1 febbraio 1986, in cui troviamo riferimenti utili alla progettazione (come ad esempio limite massimo di pendenza), riferimenti generali per l’edificazione e rinvii ai regolamenti comunali.

Possiamo individuare sinteticamente le norme a cui fare riferimento nella progettazione delle rampe garage nel:

  • dm 1° febbraio 1986 n. 38 su “Norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio delle autorimesse e simili“.
  • dm 14 giugno 1989 n. 236 su “Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visibilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere Architettoniche
  • decreto 21 febbraio 2017RTV – norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa
  • Regolamento edilizio del comune in cui viene realizzata l’opera

Le tipologie di rampa

A seconda di come si sviluppano, le rampe si distinguono in lineari e curve o elicoidali. Quelle lineari vengono a loro volta distinte in rettilinee e sfalsate.

Entrambe le tipologie, poi, potranno essere a senso unico o a doppio senso.

 

Progetto Rampa Garage _ Rampa lineare_Pianta

rampa lineare

 

Progetto Rampa Garage _Rampa Elicoidale_DoppioSenso

rampa curva o elicoidale (doppio senso)

 

Larghezza e pendenza della rampa

Parlare di dimensioni delle rampe significa parlare di larghezza e pendenza. Il riferimento, anche in materia antincendio, è sempre il dm 1 febbraio 1986.

La pendenza da rispettare per costruire una rampa garage deve rientrare in quella massima stabilita dal dm 1° Febbraio 1986 che la indica al 20%. Tutte le misure inferiori a detta pendenza massima rientrano nei parametri di sicurezza e accessibilità.

progetto rampa garage _ sezione A-A

E’ importante anche il raggio di curvatura verticale nel passaggio tra parte in pendenza e zone piane per evitare che i veicoli possano ‘toccare’; in pratica la rampa va raccordata.

Per una rampa a senso unico la larghezza minima è 3 m., 4,5 m. se a doppio senso.

Se la rampa ha una curva, il raggio (misurato a filo esterno) non dovrebbe essere inferiore a 7 m. (per rampe a doppio senso il raggio minimo è 8,25 m.).

Per i garage con più di 9 posti auto esiste una regolamentazione specifica indicata nel dm 01/02/86. Ogni Comune comunque ha indicazioni specifiche nel proprio Regolamento Edilizio, che possono anche differire da quanto ti ho detto.

Tra l’inizio del tratto in pendenza (parte superiore) e lo spazio di pubblico transito andrebbe lasciato un tratto piano (almeno 3 m.), in modo che il conducente in uscita abbia la visuale necessaria e non faccia irruzione sulla zona pubblica.

Inoltre è importante prevedere in sede di progettazione una cunetta per il drenaggio delle acque bianche almeno alla base del tratto in pendenza (preferibile anche alla sommità), con griglia carrabile.

Ricapitolando:

Rampe lineari

dimensioni minime

larghezza

dimensioni consigliate

larghezza

senso unico3,00 m.4,00 m.
doppio senso4,50 m.6,00 m.

 

Rampe curve

dimensioni minime

larghezza

dimensioni consigliate

larghezza

senso unico3,00 m.4,00 m.
doppio senso4,50 m.6,50 m.
dimensioni minime

raggio di curvatura

dimensioni consigliate

raggio di curvatura

senso unico7,00 m.7,50 m.
doppio senso8,25 m.11,85 m.

 

Come abbiamo già detto in precedenza, la pendenza max per entrambe le tipologie di rampe è del 20% (consigliata 16%).

Per le livellette di raccordo invece la pendenza deve essere max del 6%.

Progetto Rampa Garage_Rampe Sfalsate_Pianta

rampe lineari sfalsate

La pavimentazione

Un ulteriore utile aspetto da considerare nel progetto rampa garage è la pavimentazione.

La tipologia di materiale scelto deve essere innanzitutto funzionale allo scopo (avere un certo grip per la rampa, non essere intaccato dal sale riportato, o gettato per sciogliere il ghiaccio), ma anche portare ad un risultato estetico gradevole.

Oltre che le pavimentazioni in asfalto ed in calcestruzzo, consideriamo quella in cemento, in porfido, in materiale sintetico.

In particolare quella in cemento rappresenta un’ottima soluzione, rifinita in vari modi di cui il più noto è quello a spina di pesce. Così si ottengono superfici particolarmente adatte agli pneumatici che vengono favoriti nella loro aderenza in ogni condizione climatica.

Nelle zone più esposte al freddo e al gelo può essere utilizzato il porfido.

Oltre ad essere senza dubbio la copertura dal miglior aspetto estetico, possiede anche la capacità di aumentare il grip delle gomme delle auto, soprattutto in quelle aree poco assolate che nelle stagioni fredde possono diventare scivolose e, allo stesso tempo, per tutelare anche i pedoni nel loro percorso a piedi.

Il porfido, infatti, viene posato in opera sulla rampa garage con il lato del taglio, cioè della spaccatura, verso l’alto e quindi in superficie, in modo da fornire un manto ruvido ed aderente

Progetto rampa garage: download modelli di progetto EDF e piante e sezioni DWG

Ecco in formato DWG, disponibili per il download, le piante e le sezioni delle diverse tipologie di rampe di cui abbiamo visto alcune immagini in questo articolo.

 

Scarica i DWG in formato .zip di tutti gli schemi dei progetti delle diverse tipologie di rampe

 

 

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto

 

 

progetto rampa garage - tavola esecutiva

 

Come progettare una rampa garage con un software BIM

 

 

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *