tech trend di CES 2018

Robotica, realtà virtuale ed aumentata, assistenza vocale integrata: i tech trend del CES 2018?

CES di Las Vegas si è dimostrata ancora una volta la fiera di riferimento per il comparo hi-tech mondiale. Ecco le principali novità che hanno stupito tutti

Conclusa la più grande fiera dell’elettronica di consumo al mondo, cosa ci resta di questo CES 2018?

CES diventa ogni anno sempre più importante, non tanto perché indica puntualmente quale sarà il futuro prossimo e quali i nuovi prodotti che vedremo nelle nostre case e avremo tra le nostre mani. Diventa sempre più importante perché diventano sempre più importanti nel quotidiano delle nostre vite gran parte dei prodotti di elettronica e tecnologici.
Sono stati principalmente 4 i pilastri su cui si è poggiato tutto l’evento di quest’anno:

  1. Start-up
  2. Robotica
  3. VR e AR
  4. Assistenza vocale integrata nei prodotti

Le start-up presenti al CES 2018

Un dato: la vera innovazione, quella che porta all’uscita di una reale novità, è creata sopratutto dalle piccole aziende, quelle nate e sviluppatesi attorno ad una idea. Sono proprio loro ad introdurre un approccio o uno strumento innovativo.

Il padiglione del CES dedicato alle start-up ha mostrato anche una grande varietà di proposte e quindi di idee: nuovi tool e software, prodotti per vari utilizzi, iniziative sociali e soluzioni realmente geniali.

Quello che si riesce ad evincere è che probabilmente la “vera innovazione”, quella che potrà realmente dare un contributo e una soluzione più avanzata alla risoluzione di un problema, arriverà da questo padiglione e non piuttosto dai reparti di R&D (ricerca e sviluppo) delle grandi multinazionali mondiali.

Questo grazie soprattutto alla “democratizzazione” degli strumenti hardware e software come Arduino e le piattaforme open source.

Nel 2018 per essere competitivi bisogna saper innovare e bisogna saperlo fare con un approccio “mondiale”, visto che è su questa scala che oramai ci si confronta.

In questo padiglione sono state 44 le start-up italiane presenti, organizzate e coordinate da Tilt (Teorema Incubation Lab Trieste), e hanno spaziato tra vari ambiti e settori, dalla intelligenza artificiale alla realtà virtuale e aumentata passando per la medicina ma non solo. I riscontri li avremo solo nei prossimi mesi, quando capiremo se queste start-up saranno riuscite a camminare da sole.

La Robotica e il CES 2018

Il CES 2018 si è fatto notare per la massiccia presenza, soprattutto rispetto agli anni precedenti, dei robot.
Tanti, e di ogni tipo: dall’esploratore subacqueo al ballerino o al robot pilota di motociclette (che ha sfidato Valentino Rossi, ma ha perso…almeno per ora).
Sicuramente sono tanti i progressi da fare ancora in questo campo, più che altro in ambito software, per far si che si concretizzi il passaggio da macchine che eseguono compiti ripetitivi a robot che siano di reale supporto alla vita quotidiana.

Di seguito il video del robot vincitore del CES 2018 Innvation Awards Honoree

Realtà Virtuale e Aumentata

La tecnologia VR e AR avanzano sempre più ed il settore è in grande fermento, ma c’è ancora la sensazione che manchi qualcosa.
Ci vorranno ancora molti anni prima di vivere delle vere esperienze virtuali, ma ogni novità da questo settore sarà di forte impatto.

Assistenza vocale e Intelligenza Artificiale

Dai televisori ai frigoriferi, e non solo, ormai è un proliferare di assistenti vocali integrati nei prodotti di uso domestico.

Assistente vocale integrato in vari elettrodomestici
Inseriti in prodotti dotati di intelligenza artificiale (o machine learning, dipende dal tipo di prodotto), al momento risultano essere degli utili apparati che però, non interagendo ancora tra di loro, non si possono integrare socialmente nelle nostre vite, ma darci solo un supporto in situazioni al momento ancora circoscritte.

Come spesso capita per eventi come questo CES 2018, tutto quello che ci aspettavamo di scoprire probabilmente non lo abbiamo trovato. Per cui ci toccherà aspettare il prossimo CES, sperando che arrivi quanto prima.

 

Clicca qui per conoscere BIM Voyager, la piattaforma Cloud per la condivisione e visualizzazione di modelli BIM online direttamente dal browser webdi qualsiasi dispositivo e senza installare applicazioni!

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *