In arrivo la realtà aumentata su Google Maps

Nuova funzione di Google Maps per i pedoni: oltre al segnale GPS, sfrutta la Realtà Aumentata e la fotocamera per dare indicazioni più precise e più facili da capire

La realtà aumentata è destinata a trovare sempre più spazio nell’immediato futuro, grazie anche all’impegno di colossi della tecnologia. Tra questi Google, che già lo scorso anno nella tradizionale conferenza I/O aveva mostrato una nuova funzione di Google Maps basata proprio sulla realtà aumentata: ora i tempi sono maturi e l’app, in fase di test avanzato, sarà presto disponibile.

Il nuovo sistema di navigazione sfrutterà tutte le opportunità offerte dall’intelligenza artificiale per offrire un’esperienza totalmente immersiva con l’ambiente circostante. Inoltre, aiuterà gli utenti a raggiungere i luoghi desiderati in modo facile e sicuro.

Come funziona?

Il sistema integra con successo tre importanti fattori: il GPS, i dati raccolti su Google Street View e la Realtà Aumentata (AR).

L’applicazione, grazie al GPS, rintraccia la posizione esatta dell’utente e riconosce l’ambiente circostante acquisendo immagini tramite la fotocamera dello smartphone. Naturalmente per iniziare l’esperienza è necessario che il GPS sia attivo.

realtà aumentata google maps

A questo punto, è sufficiente avviare Google Maps e premere il pulsante “Start AR”. Il sistema chiede all’utente di attivare la fotocamera e muoverla a destra e sinistra in modo da inquadrare l’ambiente circostante e orientarsi adeguatamente; il sistema riconosce l’area grazie ai dati accumulati su Street View.

Dopo aver scansionato lo spazio, l’app riporta sullo schermo tutte le indicazioni necessarie per spostarsi nel mondo reale: fornisce informazioni su vie e piazze, ma anche su locali e negozi presenti nelle vicinanze. Una freccia conduce l’utente alla meta.

In sostanza, mentre si cammina basta alzare il telefono e inquadrare ciò che si ha di fronte per beneficiare delle funzioni aggiuntive. Lo schermo si divide automaticamente in due parti: sotto la classica app con la cartina, sopra le immagini con le indicazioni grafiche sul percorso da seguire.

Le indicazioni per raggiungere la meta sono mostrate nel mondo reale, ed è uno spettacolo.

Google sembra avere pensato a tutto, anche allo stress delle batterie degli smartphone. La funzione infatti si attiverà automaticamente alzando il telefono, e allo stesso modo si spegnerà abbassandolo.

Il servizio è ideato solo per i pedoni. Ciononostante c’è da valutare anche un problema di sicurezza: i pedoni potrebbero distrarsi troppo, inciampare, cadere, essere investiti. Per rimediare Google ha inserito dei messaggi in cui invita a prestare attenzione al semaforo o a guardare bene la strada prima di attraversare sulle strisce pedonali.

La navigazione in realtà aumentata su Google Maps è ancora in una fase sperimentale, ma promette grandi risultati.

 

 

Scopri il nuovo Edificius RTBIM

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *