app tracciamento contagio

Regno Unito: dall’NHS l’applicazione per il tracciamento dei contatti

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Per poter contrastare la diffusione del Covid-19 anche nel Regno Unito è stata sviluppata un’app per il tracciamento dei contatti

E’ emergenza pandemia e moltissimi Governi nazionali si stanno muovendo per combatterla attraverso il ricorso alla tecnologia.

Dopo Immuni in Italia (leggi l’articolo), anche il sistema sanitario inglese, in questa lotta senza quartiere al Covid-19, ricorre ad un’app apposita.

Si tratta di un’app che automatizza il processo di tracciamento dei contatti con l’obiettivo di ridurre la trasmissione del virus avvisando le persone che potrebbero essere state esposte; l’app farà parte di un progetto più ampio che prevede, oltre la tracciabilità, anche il test dei contatti.

L'app del Servizio Sanitario Inglese

L’app del Servizio Sanitario Inglese

Come funziona

Così come accade per l’app Immuni in Italia, anche l’app sviluppata dal dipartimento di medicina e salute della Nuffield University di Oxford rileva tramite tecnologia Bluetooth Low Energy la distanza tra i cellullari (ove ovviamente essa risulta installata).

In questo modo si creerà un registro anonimo di dati relativi agli incontri avuti, archiviato in modo sicuro sul proprio telefono.

Se una persona dovesse accusare i sintomi da Covid-19, potrà scegliere di consentire all’app di informare l’NHS (National Health Service – sistema sanitario nazionale) il quale attiverà un avviso anonimo per gli altri utenti dell’app con i quali è stato registrato un contatto significativo negli ultimi giorni.

L’app consiglierà ai ‘contatti stretti’ del sintomatico quali azioni intraprendere, incluso consigliare l’isolamento. Indicazioni più precise su cosa fare dipenderanno dal contesto e dalla circostanza in evoluzione. Le indicazioni saranno basate su dati scientifici e saranno approvate dal Chief Medical Officer.

App per il tracciamento dei contatti e privacy

Come per tutte le app sviluppate per il tracciamento dei contatti, uno dei principali problemi è rappresentato dalla privacy.

L’NHS si è premurato di comunicare che i dati saranno sempre e solo utilizzati per l’assistenza, la gestione, la valutazione e la ricerca del servizio sanitario nazionale e l’utente sarà sempre in grado di eliminare l’app e tutti i dati associati quando vorrà.

Sarà ovviamente rispettata la legge sull’uso dei dati, incluso il Data Protection Act.

Proprio come l’NHS si impegna in ogni momento a mantenere riservate le cartelle cliniche, così proteggerà i dati dell’app. La riservatezza del paziente è integrata nel servizio sanitario nazionale. È uno dei nostri valori chiave. Non lasceremo che l’urgenza possa compromettere il nostro  impegno  per la trasparenza, l’etica e la legge.

Ampie garanzie sono state fornite circa l’affidabilità tecnica della app: stabile, sicura, performante, altamente utilizzabile e soprattutto efficace nella lotta contro Covid-19. Questi i must per l’NHS.

Interessante è anche la collaborazione con Apple e Google per il supporto per la tracciabilità delle app in tutto il mondo.

 

certus
certus