Revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva

Ecco un esempio pratico di utilizzo della realtà virtuale per valutare al meglio l’impatto di ogni decisione progettuale e avere il controllo completo del progetto

Spesso la migliore decisione può essere presa solo se si vive dall’interno un progetto: ecco perché revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva diventano, grazie agli strumenti attualmente disponibili, sempre più una fase fondamentale del flusso di progettazione.

Aprire la porta ed entrare nell’ambiente progettato, muoversi negli spazi, provare elementi di arredo, spostare sedie e tavolini, ridisegnare gli ambienti, sono solo alcune  delle cose che è possibile fare direttamente in realtà virtuale. E se il pavimento è troppo chiaro o il colore delle pareti non convince, con pochi click è possibile cambiarlo. Tutto avviene in tempo reale, compreso l’aggiornamento del progetto.

La realtà virtuale , come detto, diventa sempre più uno strumento indispensabile per il progettista.

E’ vero che nel flusso di progettazione, revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva rappresentano ancor oggi una novità; occorre, tuttavia, considerare che la validità di questa tecnologia, i vantaggi da essa ottenibili e la diffusione di software di progettazione architettonica BIM in grado di integrarla, ne stanno determinando una sempre maggiore e rapida adozione.

Questo focus, corredato da un pratico video, si propone di evidenziare uso e vantaggi della realtà virtuale, non solo come strumento di navigazione e presentazione del progetto, ma piuttosto come strumento di progettazione. Vedremo come è possibile attuare revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva, prendendo come riferimento il progetto di un locale commerciale oggetto di un focus già pubblicato su BibLus BIM.

In particolare, vedremo come:

  • valutare le scelte funzionali ed estetiche in tempo reale (bellezza, effetto, praticità, fattibilità);
  • avere una visione dall’esterno dell’immobile (semmai per verificare l’impatto ambientale);
  • avere una visione tangibile dell’interno, consentendo la percezione di dimensioni e proporzioni, muovendosi in prima persona nell’ambiente virtuale.

Cos’è la realtà virtuale?

La realtà virtuale è un ambiente esclusivamente digitale, creato da uno o più computer, che simula la realtà effettiva in modo non tangibile; l’ambiente viene veicolato ai sensi mediante console che consentono una interazione in tempo reale con tutto ciò che viene prodotto all’interno di tale mondo. Questo scambio di dati è permesso da dispositivi informatici quali visori per la vista, guanti per il tatto ed auricolari per l’udito, che consentono una immersione completa nella simulazione creata in modo tridimensionale.

La realtà virtuale si definisce immersiva quando l’utente viene completamente isolato dall’ambiente esterno e viene trasportato nella realtà parallela riprodotta e in essa viene assorbito completamente grazie anche ad un insieme complesso di accessori che integrano i visori professionali.

La realtà virtuale strumento di progettazione

Le persone hanno difficoltà a visualizzare concetti architettonici. È quasi impossibile per la maggior parte delle persone capire appieno come sarà uno spazio architettonico visualizzando planimetrie 2D, illustrazioni, animazioni o modelli in scala.

Questi sono, in definitiva, modi astratti e distorti di visualizzare un progetto, e non rappresentano affatto il modo in cui sperimentiamo l’architettura nel mondo reale.

Con la realtà virtuale, possiamo ottenere una comprensione molto olistica di come sarà l’edificio, prima di investire la massiccia quantità di risorse necessarie per realizzarlo. È molto più facile cambiare un pixel che spostare un muro di mattoni dopo che è stato costruito. Ecco perché la realtà virtuale sta diventando una tecnologia comune nei settori dell’architettura, dell’ingegneria e delle costruzioni: la proposta di valore è chiara.

La possibilità di prototipare ed esplorare estensivamente progetti architettonici nella realtà virtuale, porta ad un ambiente costruito più efficiente ed efficace, assicurando che l’edificio che creiamo sia perfettamente adatto allo scopo previsto.

Finora la presentazione e la visualizzazione del progetto era limitata ad immagini fotorealistiche (render 3D) e, in poche situazioni, a video. Oggi invece è possibile ‘vivere’ il progetto.

Integrando la realtà virtuale immersiva (VRi) al BIM, il modello non resta un elemento statico e fine a sé stesso, ma detiene un valore aggiunto: il tecnico, così come il committente ed ogni altra figura coinvolta, possono immergersi completamente nel modello 3D / BIM in scala 1: 1 che può essere manipolato, fornendo un senso di presenza immersiva e accurata in uno spazio che deve ancora essere costruito.

I professionisti dell’architettura, dell’ingegneria e della gestione delle costruzioni riconoscono che le applicazioni VRi semplificano la visualizzazione dei progetti da parte dei clienti, riducendo i costi dei materiali dai budget e riducendo la quantità di lavoratori necessari per i progetti.

Molti degli aspetti positivi di questo strumento, legati prevalentemente all’edilizia, sono già stati approfonditi nell’articolo “VRI, la realtà virtuale immersiva in architettura”.

 

revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva - modifica muro

Revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva: un esempio pratico

La realtà virtuale in architettura consente di sperimentare il progetto man mano che prende forma, in ogni fase del suo sviluppo.

Immaginiamo di aver terminato il progetto e, prima della validazione finale da parte del committente, vogliamo controllare il modello del locale commerciale realizzato per ‘toccare con mano’ le scelte spaziali e funzionali operate.

Conosciamo le difficoltà e, soprattutto, l’onerosità di eseguire tale operazione con metodi ‘tradizionali’: elaborati grafici o render 3D. Vediamo invece la semplicità ed i vantaggi di farlo con la realtà virtuale immersiva.

Apriamo il file di progetto realizzato con Edificius: dall’ambiente RTBIM avviamo la modalità VRi.

Potremo navigare il modello in diversi modi differenti:

  • passeggiare e osservare più nel dettaglio i vari elementi;
  • effettuare piccoli saltelli e, quindi, muoverci più velocemente;
  • spostare in punti prestabiliti selezionando le posizioni, salvate in precedenza.

Questo ci consentirà di comprendere se ci sono delle incongruenze rispetto all’idea iniziale.

La navigazione, infatti, si dimostra estremamente utile per valutare in prima persona tutti gli ambienti e verificare se la distribuzione degli spazi operata è coerente con quanto previsto nella prima fase di progettazione.

Nell’esempio realizzato noteremo la poca connessione visiva tra la sala da pranzo e la zona bar, il che determina la necessità di intervenire per apportare le modifiche.

Questo è possibile con due semplici comandi. In pochi passaggi eliminiamo una porta e ridimensioniamo i tramezzi, ottenendo così uno spazio aperto privo di ogni interruzione tra le varie zone. Possiamo anche sapere in tempo reale qual è la dimensione dei tramezzi, attraverso un distanziometro laser virtuale.

Nella fase di revisione e controllo del progetto con la realtà virtuale immersiva, possiamo anche apportare cambiamenti agli arredi e/o ai materiali: notiamo ad esempio che il materiale del pavimento non soddisfa pienamente le nostre aspettative, non essendoci uniformità con gli altri elementi.

Anche in questo caso pochi click bastano per scegliere il materiale dal catalogo online, selezionarlo ed applicarlo al pavimento.

Ciò che è straordinario, è che tutte le modifiche apportate dall’ambiente realtà virtuale, sono state in tempo reale realizzate nel modello, per cui siamo immediatamente operativi per presentare il progetto al committente.

Download

Scarica il file edf del progetto di ristorante.

Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto
Scarica il modello 3D BIM (file .edf) del progetto in formato Educational

 

vribim
vribim

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?