Sfida all’ultima nota a Spotify: arriva YouTube Music

YouTube Music, il 22 maggio parte l’offerta di Google per contrastare Spotify: abbonamento a 9,99 dollari al mese, con streaming e download di musica senza pubblicità

Google lancia il suo nuovo servizio di streaming musicale, YouTube Music, sfidando Spotify, Amazon Music e Deezer.

Il servizio sarà attivo dal 22 maggio in vari Paesi del mondo, tra cui l’Italia.

Si tratta di un servizio che prevede un’offerta gratuita con pubblicità e una versione premium, chiamata YouTube Music Premium.

YouTube Music Premium avrà un costo di 9,99 dollari al mese: oltre a essere priva di inserzioni permetterà di effettuare anche i download offline e riprodurre la musica in background.

Ci sarà anche una versione video: YouTube Premium al prezzo di er 11,99 dollari al mese, consentirà di vedere i video in modalità adfree.

Cosa accadrà a Google play?

Il precedente servizio musicale – Google Play Music sarà progressivamente chiuso. Secondo Usa Today.

YouTube è il primo sito per la musica online, ma i suoi 1,5 miliardi di visitatori mensili lo usano soprattutto per ascoltare canzoni gratuitamente attraverso i video. Ora Google sembra voler competere direttamente con Spotify, il primo servizio di streaming musicale, e con Apple.

Con l’aiuto dell’Assistente Google e l’accesso a una vasta gamma di dati dell’utente, l’app offrirà consigli automaticamente in base all’ora del giorno, alla geolocalizzazione e alle abitudini di ascolto dell’utente: se siamo all’aeroporto, l’app troverà musica rilassante per prepararci al volo, mentre se stiamo entrando in palestra, il ritmo si scalderà per prepararci psicologicamente all’allenamento.

Penserà a tutto YouTube Music che pescherà dalle migliaia di playlist pronte per ogni occasione.

 

Clicca qui per conoscere Edificius, il software ACCA per la progettazione architettonica BIM 3D

Clicca qui per accedere a YouTube Music

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *