Sono ripresi i lavori del nuovo Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Dopo i tanti ritardi accumulati il nuovo mega museo di Abu Dhabi, gestito dalla fondazione Guggenheim e progettato da Frank Gehry, prende forma: sarà completato nel 2022

Il cantiere del nuovo Guggenheim di Frank O. Gehry, nel distretto culturale sull’isola di Saadiyat, ad Abu Dhabi nel cuore del Golfo Persico; è finalmente ripartito.

Il faraonico progetto della capitale degli Emirati Arabi si era bloccato, come altri grandi progetti del Paese, a causa della crisi economica che ha fortemente diminuito il prezzo del petrolio, principale fonte di guadagno per i sauditi.

Il Guggenheim Abu Dhabi è l’edificio di punta del nuovo polo culturale di Saadyat, la ricca isola dei musei poco fuori dalla metropoli araba, su cui stanno sorgendo:

  • il Centro Culturale Heydar Aliyev progettato da Norman Foster
  • il Louvre Abu Dhabi, museo inaugurato recentemente, progettato da Jean Nouvel
  • il centro di arti visive progettato dallo studio di Zaha Hadid
  • il museo marittimo pensato da Tadao Ando

Il direttore del Guggenheim, Thomas Krens, afferma infatti che il medio oriente è una delle più importanti regioni emergenti al mondo in termini di cultura contemporanea, rivela inoltre, che la Abu Dhabi’s Tourism Development & Investment Company sarà la proprietaria del museo, mentre la Fondazione Solomon R. Guggenheim lo allestirà e dirigerà.

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Il museo è stato progettato per essere la più grande struttura della Fondazione, ospiterà 12000 m² di spazi espositivi, oltre a zone dedicate alla ricerca, un laboratorio di restauro, un centro di cultura contemporanea araba-islamica-medio orientale, e infine, un centro per “arte e tecnologia”.

Grazie al disegno architettonico, tanto ardito quanto futuristico, realizzato dal celebre architetto Frank Gehry, il Museo andrà ad unirsi alle altre strutture espositive della Fondazione Guggenheim già presenti a:

  • New York
  • Bilbao
  • Venezia.

Proprio a Bilbao, grazie alla fondazione del filantropo/miliardario statunitense Solomon R. Guggenheim, l’archistar Frank O. Gehry aveva realizzato un dei suoi progetti più importanti, una pietra miliare nella storia dell’architettura contemporanea.

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Il progetto del Guggenheim Abu Dhabi fu vinto dall’architetto americano nel lontano 2006; infatti a seguito di una serie di interruzioni, la data di fine lavori è stata a lungo rimandata. Recentemente, a seguito dello sblocco del cantiere, è stata fissata l’ultimazione dell’opera all’estate 2022.

La mirabolante architettura progettata da Frank Gehry è un incastro di forme coniche inclinate, a evocare le tradizionali torri del vento arabe.

Come gran parte delle opere dell’architetto, l’edificio e gli spazi interni, sono “avvolti” da una seconda pelle che crea le forme più complesse; un insieme di blocchi di gesso e coni traslucidi auto-raffreddanti.

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Ispirato ai vasti spazi dei fabbricati industriali, il design interno del museo riflette la scala in cui lavorano molti artisti contemporanei, che amano realizzare opere molto grandi. Pertanto l’allestimento museografico presenta un nuovo layout costituito da vaste gallerie, a differenza dei piccoli spazi museali convenzionali.

Un insieme di sale di varie altezze, forme e materiali consentono una estrema flessibilità espositiva; perfetta per l’organizzazione di mostre di dimensioni mai viste in precedenza.

Le gallerie formano dei “grappoli” che si sviluppano attorno a un cortile centrale coperto; sono inoltre collegate, le une alle altre, da passerelle. Ulteriori livelli superiori di sale si sovrappongono alla circolazione centrale, creando una combinazione di spazi verticali e orizzontali.

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

La collezione del museo comprenderà opere contemporanee provenienti da tutto il mondo, dagli anni ’60 ad oggi; vuole essere anche un punto di riferimento per gli artisti e gli studiosi d’arte di tutto il Medio Oriente.

Pertanto la Fondazione, in collaborazione con il governo saudita, ha iniziato ad allestire la nuova collezione, attingendo sia al ricco patrimonio di opere del Guggenheim sia alla produzione artistica locale. L’obiettivo generale del nuovo museo di Abu Dhabi è difatti quello di sostenere la produzione artistica contemporanea.

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Guggenheim Abu Dhabi di Frank O. Gehry

Il design del Guggenheim Abu Dhabi incorpora alcuni elementi ecosostenibili, tipici della regione saudita, tra cui il raffreddamento naturale e la ventilazione dei cortili coperti mediante tradizionali torri eoliche.

Circondato su tre lati dalle acque scintillanti del Golfo, il cantiere funge anche da frangiflutti artificiale a protezione della zona nord del quartiere, della spiaggia e dell’isola.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo del BIM?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *