Villa Savoye Edificius BIM

Villa Savoye progettata con un software BIM (parte 2)

Progettare Villa Savoye con un software di BIM Authoring. Ecco come un software BIM può migliorare e velocizzare l’intero processo di progettazione architettonica

Nel precedente focus abbiamo visto come il moderno approccio alla tecnologia BIM avrebbe potuto facilitare Le Corbusier, nella progettazione della Villa Savoye, in alcune sue scelte progettuali.

In particolare, utilizzando un software di Authoring BIM, abbiamo dato forma, verificandone contestualmente gli effetti, ai primi 2 aspetti dei “Cinque punti per una moderna architettura” di Le Corbusier rappresentati in Villa Savoye:

  • i pilotis: colonne slanciate e sottili per sollevare l’edificio dal suolo, creando una continuità con terreno circostante e spazi coperti per il camminamento pedonale e, soprattutto, per il passaggio delle autovetture (altro simbolo della modernità) sino ai garage appositamente posizionati al piano terra dell’edificio stesso
  • la pianta libera: individuata dalla totale mancanza di setti murari portanti e dalla grande elasticità nella progettazione degli ambienti interni e delle chiusure verticali, portate agevolmente dallo scheletro di calcestruzzo armato.

Oggi, prendendo sempre come modello Villa Savoye, ci occuperemo della creazione delle facciate libere e delle finestre a nastro: 2 dei celebri 5 punti dell’architettura di Le Corbusier.

Finestra a nastro e facciata libera in Villa Savoye

La facciata libera: consiste nella libertà di creare facciate non più costituite di murature aventi funzioni strutturali, ma semplicemente da una serie di elementi orizzontali e verticali i cui vuoti possono essere tamponati a piacimento, sia con pareti isolanti che con infissi trasparenti. In questo modo l’architetto non ha più vincoli strutturali ma funzionali ed estetici.

Facciata libera

Villa Savoye: facciata libera

Finestra a nastro: finestre orizzontali a nastro, possibili grazie alla facciata che è libera da funzioni strutturali.  L’obiettivo è quello di fornire agli ambienti una maggiore quantità di luce naturale e un grande contatto con gli spazi aperti esterni.

Villa Savoye: finestra a nastro

Vediamo come realizzare questi due elementi architettonici utilizzando un software BIM.

Realizzare la facciata libera di Villa Savoye con un software BIM

Partendo dalla maglia strutturale del piano terra, con le funzionalità di “copia per oggetti” del software, possiamo realizzare agevolmente il secondo ordine dei pilastri. Sfruttando la capacità degli oggetti di riconoscersi, posizioniamo con precisione le facciate esterne, le quali, libere da funzioni strutturali, possono essere tagliate orizzontalmente per tutta la loro estensione attraverso l’oggetto “Foro”.

Realizzare la finestra a nastro di Villa Savoye con un software BIM

Direttamente dal catalogo di progetto impostiamo le proprietà della finestra: dimensioni, numero di ante e tipologia . Per ciascuna anta, di tipo scorrevole, definiamo il verso di apertura. Terminato il dimensionamento, con un semplice click, la posizioniamo con precisione nel modello 3D. Infine, grazie al Real Time Rendering, percorriamo gli ambienti interni della nostra villa Savoye e verifichiamo, in tempo reale, ciò che abbiamo realizzato. 

In questo focus abbiamo mostarto come con Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM,  è possibile migliorare e velocizzare il processo di progettazione. In pochi semplici passaggi abbiamo visto come è semplice realizzare una facciata continua e una finestra a nastro.

Nel prossimo approfondimento analizzeremo l’ultimo dei ““Cinque punti per una moderna architettura” di Le Corbusier. Nello specifico, vedremo come realizzare, con un software BIM, il tetto giardino di Villa Savoye.

 

Di seguito proponiamo alcuni render fotorealistici del risultato finale realizzati con Edificius.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *