Architecture trends

Architecture Trends: scopri la top 10 del 2022

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Le ultime tendenze architettoniche sono state segnate da eventi di interesse globale. Scopri gli architecture trends tra design, tecnologia e sostenibilità.


Il campo dell’architettura è uno tra i più creativi e sbalorditivi! L’innovazione è una regola e gli architetti trovano sempre il modo di superarsi e dare il via a nuove tendenze sempre più affascinanti. I nuovi Architecture trends proposti sposano perfettamente le esigenze globali emerse in quest’ultimo anno.

Vediamo insieme come l’architettura risponde alle crisi mondiali con fascino e innovazione!

Architecture Trends: quali sono le 10 tendenze che devi assolutamente conoscere?

Prima di entrare nel dettaglio dei principali Architecture trends, specifichiamo che quest’anno più che mai le tendenze architettoniche sono state profondamente influenzate da temi in cui la progettazione può dare il suo contributo con le giuste scelte e le giuste innovazioni.

Parliamo di temi come la pandemia da Coronavirus, che ha influenzato lo sviluppo delle tecnologie immersive nel settore AEC, e come il cambiamento climatico, che “pretende” dall’architettura l’utilizzo di materiali sostenibili e la gestione degli sprechi energetici nel corso del ciclo di vita di un edificio. Le nuove proposte e le recenti tendenze nel settore AEC sono state quindi fortemente guidate da questi due temi e al contempo rese affascinanti dalle capacità dei progettisti.

Vediamo insieme le 10 tendenze che influenzeranno il mondo della progettazione nei prossimi anni:

  1. Green Buildings e materiali ecosostenibili: la lotta al cambiamento climatico cerca alleati dove può e l’architettura è uno di quei settori che può affrontare attivamente il problema delle emissioni di anidride carbonica evidenziate nel corso della 26a Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26). In particolare, il settore AEC ha le potenzialità per contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico su due fronti: progettando edifici che siano meno energivori e sfruttino di più le fonti di energia rinnovabili e utilizzando materiali di origine naturale, ecosostenibili e riciclabili. In questo contesto il Green BIM risulta essere un ottimo asso nella manica, semplificando notevolmente la progettazione di edifici ecosostenibili.
    Green Buildings e materiali ecosostenibili - Architecture trends
  2. Ristrutturazione di edifici esistenti: l’architetta Ruth Todd, in occasione di un’intervista online a cura di World Architecture News incentrata sulla conservazione e sul riutilizzo adattivo, afferma che “I sostenitori della conservazione delle costruzioni ritengono che l’edificio più sostenibile non sia quello costruito ex novo. È quello che esiste già” e continua dicendo che “Riconoscere che gli edifici esistenti contengono tutta l’energia incorporata in passato e non richiedono un nuovo dispendio di energia per funzionare meglio in futuro è il contributo più significativo che un architetto possa dare al cambiamento climatico”.
    Dunque, il ripristino e il riutilizzo potrebbero rappresentare il più “verde” degli obiettivi per ridurre al minimo il dannoso impatto ecologico di una struttura. La ristrutturazione riduce le emissioni di carbonio, migliora il benessere delle persone e rafforza la crescita economica.
  3. Prefabbricazione: l’utilizzo di elementi prefabbricati nel campo dell’architettura ha guadagnato moltissima popolarità di recente! Si tratta fondamentalmente di realizzare edifici o parti di esso in un luogo ben preciso lontano dal cantiere, un luogo che meglio si presta alla fabbricazione, e poi una volta completato, l’edificio o i componenti vengono trasportati al sito finale e installati. I progetti architettonici prefabbricati hanno una moltitudine di vantaggi – mantengono bassi i costi, assicurano che i progetti siano più sostenibili ed efficienti, e danno priorità alla semplicità e alla modularità.
  4. Smart Home e Domotica: una casa smart risulta non solo più comoda e funzionale per i suoi occupanti ma riduce anche i costi legati al consumo energetico. L’architettura domotica riflette quindi la consapevolezza sociale della sostenibilità e la necessità di generare e consumare in modo etico e responsabile.

    Smart home - Architecture trends

    Smart home

  5. Multifunctional Spaces: il diffondersi di questo nuovo trend è stato fortemente influenzato dalla pandemia. Il Covid-19 ha infatti completamente trasformato i nostri spazi abitativi che nella maggioranza dei casi hanno dovuto integrare un angolo per lo smart working. Da qui la necessità per gli architetti di migliorare l’efficienza degli spazi e renderli multiuso. Ecco, quindi, che un soggiorno o una camera da letto possono ora essere anche uffici, possono includere superfici multiuso o un’acustica migliorata per le riunioni online, preservandoli al contempo come luoghi privati dove trascorre il proprio tempo libero.

    Multifunctional Space - Architecture trends

    Multifunctional Space

  6. Il nuovo minimalismo: il minimalismo è un po’ un evergreen nel mondo dell’architettura e in questo complicato periodo per l’ambiente si combina con la scelta di materiali naturali che sono anche prestanti dal punto di vista energetico ed acustico, traducendo la scelta architettonica in un risparmio economico e un vantaggio ambientale.
  7. Architettura “Fai Da te”: non sarebbe bello godersi un meritato relax in uno spazio frutto dei propri sforzi? L’architettura Fai Da Te o, come la chiamano gli inglesi, la DIY Architecture ti consente di creare i tuoi spazi in modo semplice, fornendoti un kit completo che ti aiuta passo dopo passo dimostrandoti non solo quanto sia semplice ed economica questa tecnica, ma anche quanti rifiuti di costruzione e materiali inutili riduce!

    Architettura Fai da te

    Architettura Fai da te

  8. Internet of Things (IoT): per Internet of Things (IoT) o Internet delle Cose si intende il processo con cui, attraverso la rete Internet, ogni oggetto d’uso quotidiano può acquistare una sua identità digitale. Grazie a questi “oggetti intelligenti” è possibile controllare e analizzare le prestazioni, stimare ed evitare i problemi, e progettare in modo efficace edifici e città più smart.
  9. Solar-Powered Architecture: l’energia solare è una straordinaria fonte di energia e un’alternativa sostenibile e più pulita ai combustibili fossili. Oggi l’energia solare viene utilizzata per alimentare quasi tutto – dalle piccole batterie alle case intere! L’architettura a energia solare sembra essere tre le tendenze più in voga tra i progettisti e soprattutto tra le più green! Le strutture solar-powered convivono in armonia con l’ambiente circostante e rispettano l’ambiente naturale che le circonda!
  10. 3D Printed Architecture: al giorno d’oggi quasi tutto viene stampato in 3D, quindi perché l’architettura dovrebbe essere un’eccezione? È una tecnica semplice, efficiente e innovativa che riduce i rischi di errori e riesce anche a risparmiare tempo. La stampa 3D elimina molti passaggi noiosi durante il processo di costruzione e lo semplifica. Il processo di progettazione e stampa è stato facilitato dall’accurata visualizzazione digitale consentita dal BIM che permette di modellare con precisione i vari elementi costruttivi integrandoli con un utile pacchetto informativo.

    3D Printed Architecture

    3D Printed Architecture

Quali sono le altre tendenze da non perdere?

Se è vero che le tendenze architettoniche di questo nuovo anno sono state fortemente segnate da eventi di respiro globale è anche vero che l’immaginazione dei progettisti è inarrestabile. Ecco, quindi, che accanto ai trends diffusisi per dare un contributo ai problemi causati dalla pandemia e dal cambiamento climatico, ci sono anche nuove tendenze di puro respiro progettuale, vediamone insieme qualcuno:

  • Bring the Outside Inside: questo modo di esprimere questa tendenza architettonica indica la volontà dei progettisti di “portare l’esterno all’interno” ovvero di inglobare e richiamare la natura e l’ambiente negli spazi costruiti. Il modo in cui lo fanno è attraverso enormi finestre a tutta altezza, utilizzando materiali naturali e inserendo nella palette dei colori toni naturali e “terrosi”.

    Bring the Outside Inside Materiali naturali e toni terrosi

    Bring the Outside Inside Materiali naturali e toni terrosi

  • Floating Architecture: probabilmente anche questa nuova proposta architettonica ha un legame con il cambiamento climatico, davanti al livello del mare in costante aumento le strutture galleggianti potrebbero, in futuro, essere l’unica architettura realizzabile. Per adesso però fermiamoci ad ammirarne la spettacolarità: meravigliose architetture senza soluzione di continuità con l’acqua!
  • Collaborative Architecture: spesso sono le stesse richieste dei clienti ad essere fuori dagli schemi e questo spinge gli architetti a dover collaborare con un team sempre più numeroso ed eterogeneo che vede il coinvolgimento di nuove figure come gli attivisti ambientali o gli antropologi. Il lavoro collaborativo è uno dei punti forti della metodologia BIM, ne abbiamo parlato in questo articolo “BIM collaboration: lavoro collaborativo, coordinamento multidisciplinare e gestione flussi informativi” dove è chiaro come il BIM aiuta a ottenere risultati notevolmente migliorati dalla pianificazione fino alla dismissione dell’opera.

Quali sono gli Architecture Trends dei prossimi anni?

Assieme al Green Buildings e all’utilizzo di materiali ecosostenibili, vi sono altre tendenze, maggiormente legate allo sviluppo tecnologico, che con ogni probabilità saranno protagoniste della scena progettuale per moltissimi anni. Vediamole insieme:

  • Technology Trends: le tecnologie disponibili per la Construction Industry sono molte e spaziano dalla robotica agli strumenti di visualizzazione in real time, dalla scansione laser alla fotogrammetria, fino alle tecnologie virtuali come la realtà virtuale (VR), la realtà aumentata (AR) e la realtà mista (MR) che rientrano tutte nel termine generico di realtà estesa (XR).
  • Metaverso: per chiarire il concetto di metaverso usiamo le parole di  Matthew Ball che lo definisce come “una rete interoperabile su larga scala di mondi virtuali 3D, renderizzati in tempo reale, che può essere sperimentata simultaneamente e continuamente da un numero di utenti di fatto illimitato, con un individuale senso di presenza e con una continuità di dati, come identità, cronologia, diritti, oggetti, comunicazioni e pagamenti.” Ma come possono gli architetti avere un ruolo nella formazione e nell’espansione del metaverso globale? Ciò a cui si auspica è che gli architetti possano applicare le proprie competenze e conoscenze anche alla progettazione di architetture virtuali, utilizzando gli strumenti in loro possesso per il design degli spazi virtuali.

Tra le innovazioni tecnologiche che sicuramente si diffonderanno nel mondo delle costruzioni nei prossimi anni è annoverato anche l’utilizzo della metodologia BIM. Negli ultimi anni l’implementazione del BIM si è diffuso sempre di più, anche grazie alla spinta normativa che lo rende di volta in volta obbligatorio. I vantaggi del BIM sono ormai sotto gli occhi di tutti e a te non resta che provarli in prima persona utilizzando gratuitamente la versione trial del software BIM più adatto a te!

 

usbim
usbim
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.