BIM Asset Management

BIM Asset Management: il BIM per la gestione dei beni

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Il BIM Asset Management è la gestione strategica di una risorsa attraverso il BIM. Vediamo quale è il ruolo del BIM nella gestione di un asset e quali sono i vantaggi di questa integrazione

Tra le dimensioni del BIM un posto di particolare rilievo è rivestito dal Facility Management (6D). Si tratta senza dubbio della fase più lunga dell’intero ciclo di vita di un bene ed è quella in cui l’asset viene gestito e mantenuto.

Nell’ambito dell’asset management il BIM offre potenti vantaggi ed evidenti risparmi di tempo e risorse economiche. Scopriamo insieme qualcosa in più su uno dei tanti BIM uses: l’Asset Management.

Che cos’è il BIM Asset Management?

Il BIM Asset Management è la gestione e manutenzione di un bene realizzata in modo strategico e vantaggioso tramite l’applicazione della metodologia BIM.

Questa particolare fase del ciclo di vita di un bene è quella in cui il bene viene utilizzato dall’utente finale e contemporaneamente deve essere gestito e mantenuto. Rappresenta dunque un insieme di attività e operazioni compiute a supporto del ciclo d’uso di un’opera costruita. In particolare, queste operazioni vengono pianificate e gestite con il supporto della metodologia BIM.

Schema che spiega l'Asset Management nel Facility Management

Asset Management in FM

Sfruttare il BIM anche in questa fase del Life Cycle vuol dire avere a disposizione un modello informativo che consente di:

  • realizzare previsioni e pianificazioni future;
  • simulare processi;
  • supportare la fase decisionale e l’esecuzione delle attività sul bene;

con conseguente risparmio in termini di:

  • tempo;
  • risorse economiche.

Qual è il ruolo del BIM nella gestione di un asset?

Il ruolo del BIM nella fase di gestione di un asset è quello di fornire informazioni sugli edifici, offrendo in tempo reale tutti i dati necessari a studiarne le necessità e pianificarne la gestione.

La gestione di un bene affrontata con il supporto della tecnologia BIM rappresenta un servizio fondamentale per i gestori delle strutture che, con costruzioni rese intelligenti da tecnologie sempre più avanzate, hanno tutte le informazioni per creare il miglior approccio di gestione possibile.

L’applicazione della logica BIM all’Asset Management:

  • facilita l’organizzazione e la gestione delle varie componenti del bene – strutturali, architettoniche, impiantistiche, ecc.
  • permette all’operatore di Facility Management la semplificazione di operazioni di routine come il rilievo, la raccolta di informazioni, la produzione di documenti dati dall’attività di manutenzione, ecc.
  • consente una conoscenza più affidabile, approfondita e dettagliata della effettiva consistenza del manufatto
  • previene e agevola l’individuazione di eventuali problematiche
  • supporta in maniera efficiente ed efficace pianificazioni e processi decisionali

In definitiva, l’integrazione del BIM e Asset Management rende più efficienti ed economici i processi tipici della gestione di immobili ed infrastrutture unitamente agli impianti e ai servizi ad essi connessi.

Che cos’è il BIM Asset Data?

Per BIM Asset Data si intende l’insieme di tutte le informazioni – dati appunto – che riguardano la fase di gestione e manutenzione del bene e che vanno ad arricchire il patrimonio informativo del BIM model. Il modello BIM si convertirà in questo modo in un AIM, Asset Information Model, ovvero un modello informativo del bene che raccoglie tutti i dati sulla sua gestione.

Che cos’è il BIM Asset Tagging?

Il BIM Asset Tagging indica letteralmente l’etichettatura del modello e consiste nell’aggiornamento delle informazioni del modello con i dati relativi alla gestione.

Il team di progetto può aggiungere al modello COBie o altri dati relativi per esempio a:

  • identità patrimoniale;
  • codici a barre;
  • numeri seriali;
  • informazioni sul produttore;
  • informazioni sui ricambi;
  • garanzie e tempi di vita stimati.

Queste informazioni consentono ai team di Facility Management (FM) di utilizzare il modello per scopi informativi di manutenzione, sostituendo il vecchio metodo dei disegni cartacei.

Quali sono i vantaggi dell’integrazione di BIM e Asset Management?

Il Facility Manager non poteva trovare alleato migliore del BIM per:

  • garantire una gestione efficiente e capillare dell’asset;
  • assicurare un ambiente con elevati standard di qualità e sicurezza;
  • ridurre notevolmente i costi anche a lungo termine.

Le informazioni sul bene raccolte e messe a disposizione del BIM rendono i software di Facility Management semplici ed efficienti e consentono al Facility Manager di risparmiare mesi di lavoro, accelerando i tempi di consegna, con un evidente ed importante vantaggio economico.

L’utilizzo di un modello digitale informatizzato BIM, consente al Facility Manager di conoscere nel dettaglio il bene nella sua completezza e gestirlo:

  • in maniera accurata, puntuale e precisa;
  • senza margine di errore e con conseguente riduzione di sprechi e quindi di costi.

A tutto questo dobbiamo aggiungere altri due aspetti su cui la gestione BIM di un bene influisce positivamente:

  • la sicurezza;
  • la sfera energetica.

Una gestione così informatizzata di un asset aumenta la sicurezza di chi vive o lavora nella struttura. È stato dimostrato per esempio che grazie al BIM vi è una migliore ottimizzazione dei sistemi antincendio, di evacuazione o di messa in sicurezza.

Inoltre, i dati forniti dal modello BIM permettono di effettuare simulazioni in ambito energetico e di conseguenza di ottimizzare le prestazioni dell’edificio, analizzandone i costi e aumentando i risparmi.

Il BIM per il Facility Management

Il BIM per il Facility Management

È chiaro quindi come uno dei valori aggiunti del BIM sia proprio il patrimonio informativo da sfruttare per tutto il ciclo di vita del bene. Ecco perché utilizzare il BIM solo nelle fasi di progettazione e costruzione dell’asset sarebbe riduttivo ed ecco perché ti consiglio di provare gratuitamente il BIM Facility management software.

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.