BIM for Landscape

BIM for Landscape: potenzialità e vantaggi

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Per BIM for Landscape si intende l’applicazione del metodo BIM alla pianificazione degli spazi verdi. Scopri cos’è e quali sono le sue potenzialità e vantaggi

Come sappiamo, tutte le costruzioni hanno un impatto sul nostro ecosistema, molto spesso peggiorando le sue già difficili condizioni ambientali. Architetti e ingegneri, impegnati nella pianificazione urbana, hanno sempre più orientato le proprie attività progettuali verso interventi volti alla sostenibilità ambientale, arricchendo le città con spazi verdi, come giardini, parchi o strade alberate e gli edifici con muri o tetti verdi.

Il Green BIM offre innovazione anche in questo campo, introducendo il BIM for Landscape. Scopri insieme a me cos’è e come può aiutarti nella progettazione di spazi ecosostenibili.

Cos’è il BIM for Landscape?

In piena ottica BIM, il BIM for Landscape rappresenta il digital twin del paesaggio: un modello informativo realizzato per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione dei paesaggi urbani.

Con esso è possibile individuare una serie di soluzioni progettuali da applicare agli spazi esterni, con l’obiettivo di renderli più “verdi” e sostenibili, migliorando così il benessere della popolazione.

La modellazione informativa 3D, permette di collaborare, studiare, simulare e calcolare al meglio gli spazi esterni, valutandone:

  • le condizioni del suolo;
  • la presenza di acque di riserva;
  • la crescita degli alberi e delle piante;
  • l’impatto sulla qualità dell’aria;
  • l’impatto sulla qualità delle acque;
  • la riduzione degli effetti inquinanti.

Il BIM applicato al paesaggio si sviluppa in stretta relazione con il CIM (City Information Modeling), il modello virtuale della città, che permette di implementare la pianificazione e gestione urbana in relazione agli enti locali e territoriali.

BIM for Landscape e CIM

BIM for Landscape e CIM

In cosa consiste la rivoluzione del BIM for Landscape?

Il BIM for Landscape rivoluziona totalmente il modo di progettare il paesaggio urbano. E’ possibile migliorare il benessere all’interno delle città grazie al monitoraggio di fattori come l’impatto degli spazi verdi sulla qualità dell’aria, sulle acque e sulle condizioni del suolo.

La sua potenzialità consiste da un lato nella possibilità di associare ad alberi e spazi verdi esterni metadati legati:

  • al proprio fabbisogno idrico;
  • al proprio apparato radicale;
  • alla propria evoluzione nel tempo;
  • al microclima;

e dall’altro nella possibilità di gestire tutte queste informazioni in maniera semplice e veloce attraverso un modello 3D.

È un metodo vantaggioso per la sua capacità di creare simulazioni realistiche dello spazio circostante, basate su dati scientifici.

Perché è necessario implementare il BIM for Landscape?

Il BIM for Landscape è uno strumento indispensabile per gestire al meglio i paesaggi. Infatti, i progettisti possono prendere decisioni informate e aiutare a proteggere l’ambiente.

Ancora oggi nella progettazione del costruito, i tecnici si dedicano alle opere edili e civili, non rendendosi conto che devono necessariamente relazionarsi e bilanciarsi con gli spazi verdi esterni.

I paesaggi sono complessi e dinamici, quindi la loro comprensione richiede l’analisi di più fattori nel tempo e nello spazio. Ed è qui che entra in gioco il BIM applicato al paesaggio.

In pratica, permette di raccogliere, conservare ed aggiornare nel tempo informazioni dinamiche e variabili legate al paesaggio, come:

  • informazioni relative al benessere ambientale;
  • informazioni relative alla temperatura superficiale;
  • informazioni sull’inquinamento dell’ambiente;
  • informazioni per la gestione dell’acqua.

Progettare i paesaggi urbani tenendo in considerazione tutti questi parametri permette di prendere decisioni che vanno a vantaggio dell’ambiente e dell’uomo.

BIM for Landscape

BIM for Landscape

Quali sono le fasi per l’implementazione di un BIM for Landscape?

Per realizzare il BIM for Landscape possiamo individuare due fasi, che accompagnano la maturazione di un modello informativo:

  • modellazione del sito e del paesaggio – modellazione tridimensionale della topografia, attraverso l’implementazione delle fasi realizzative, il coordinamento con eventuali architetture esistenti e la verifica di interferenze;
  • informatizzazione del paesaggio – il modello creato deve essere arricchito di dati che derivano da una serie di calcoli, analisi e simulazioni sulla crescita del verde, sugli impatti durante l’intero ciclo di vita e sulle valutazioni di sostenibilità.

Se sei alle prime armi con la progettazione di giardini e parchi urbani, ti consiglio di provare gratuitamente un software BIM dedicato alla progettazione outdoor, che ti affianca nella modellazione 3D dei terreni e nella progettazione di tutti gli spazi verdi.

Ti invito inoltre, a dare un’occhiata a questi pratici esempi sulla progettazione degli spazi esterni, che puoi scaricare gratuitamente.

 

Edificius LAND Sofware Progettazione Giardini

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.