BIM ISO standards

BIM ISO standards: tutto ciò che devi sapere

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

I BIM ISO standards illustrano i processi standard internazionali per la produzione e gestione informativa con il BIM. Scopri quali sono

L’uso del BIM è in costante crescita nel settore costruttivo in moltissimi paesi del mondo, per questo si stanno implementando norme sempre più univoche, per standardizzare questa metodologia e renderla più efficace ed accurata. In quest’articolo scopriremo cosa sono i BIM ISO standard e approfondiremo la serie ISO 19650.

Cosa sono gli standard ISO?

Gli standard ISO possono essere definiti come delle Norme Tecniche a livello internazionale, il cui scopo è regolamentare e “standardizzare” moltissimi settori professionali mediante regole, linee guida o specifiche tecniche.

Essi sono sviluppati dalla International Organization for Standardization (ISO), un’organizzazione mondiale, indipendente e non governativa costituita da 165 organizzazioni statali, ciascuna delle quali rappresenta una singola nazione mondiale.

La conformità ad uno standard si ottiene con il rilascio di una certificazione da parte di un Ente riconosciuto, che garantisce il rispetto della qualità, dell’efficienza e della sicurezza in relazione alle specifiche aree ed attività sviluppate da ciascuna norma.

ISO - International Organization for Standardization

ISO | International Organization for Standardization

Gli standard ISO nel BIM

I BIM ISO standards fissano un linguaggio comune con cui implementare i processi di ideazione, progettazione, costruzione e produzione per ottenere flussi di lavoro più efficaci.

Nel mondo edile si cerca costantemente di migliorare efficienza e qualità costruttiva e la metodologia BIM punta all’ottimizzazione dei processi edilizi. Per questo motivo, si è resa necessaria la creazione di un quadro normativo standard internazionale che potesse guidare la corretta applicazione del BIM al settore AEC (Architecture, Engineering & Construction): gli BIM ISO standards, appunto.

Lo standard internazionale che norma la gestione delle informazioni sull’intero ciclo di vita di un bene costruito utilizzando il BIM è la ISO 19650, che è stata modellata sulle basi introdotte dallo standard britannico BS 1192 (2007) e dalle norme pubbliche del Regno Unito PAS 1192, ora sostituite.

BIM ISO standards

Che cos’è la serie ISO 19650?

La ISO 19650, “Organization and digitization of information about buildings and civil engineering works, including building information modelling (BIM) — Information management using building information modelling” rappresenta l’ultimo standard BIM stabilito dall’International Organisation for Standardization (ISO).

Il suo scopo è quello di definire un framework unificato ed efficace per la produzione e la gestione delle informazioni di un’opera mediante l’utilizzo della metodologia BIM.

La ISO 19650 si compone di sei parti, non ancora tutte pubblicate:

  • ISO 19650-1– Parte 1: Concetti e principi: pubblicato nel dicembre 2018, introduce i principi del processo di gestione informativa,
  • ISO 19650-2– Parte 2: Fase di consegna degli asset: pubblicato nel dicembre 2018, descrive in maniera dettagliata il processo collaborativo di produzione e gestione informativa durante la fase di consegna degli asset;
  • ISO 19650-3 – Parte 3: Fase operativa degli asset: pubblicato ad agosto 2020, dettaglia il processo collaborativo di gestione informativa durante la fase operativa degli asset;
  • ISO 19650-4 – Parte 4: Scambio di informazioni: ancora in fase di sviluppo e non pubblicata, dovrebbe raccogliere i vari principi necessari per un corretto scambio informativo tra le parti (soggetto proponente/soggetto incaricato) durante tutto il ciclo di vita di un asset;
  • ISO 19650-5 – Parte 5: Approccio orientato alla sicurezza alla gestione delle informazioni: pubblicato a giugno 2020, indirizza le organizzazioni all’adozione di modalità di “messa in sicurezza” delle informazioni sensibili digitali elaborate ed archiviate;
  • ISO 19650-6 – Parte 6: Salute e sicurezza: ancora in elaborazione, dovrebbe riguardare la produzione e la gestione delle informazioni relative alla salute e alla sicurezza sui progetti.

Se vuoi approfondire gli obiettivi della ISO 19650 e capire come un’organizzazione può ottenere una certificazione ISO 19650, ti consiglio di leggere anche l’articolo “Che cos’è la ISO 19650”.

ISO 19650 series - BIM ISO standards

ISO 19650 SERIES

Che cos’è il BIM secondo la ISO 19650?

Secondo la ISO 19650, il BIM rappresenta la modalità di produzione e gestione collaborativa delle informazioni di un bene costruito, che l’accompagna per il suo intero ciclo di vita.

La modellazione delle informazioni di una costruzione consente agli attori protagonisti della commessa di comunicare tra loro e di coordinare informazioni su diversi livelli.

Queste informazioni rimangono legate al progetto, dalla fase di progettazione a quella di manutenzione e dismissione, dando la possibilità di valutare eventuali impatti.

Sviluppare un BIM workflow secondo ISO 19650 significa che:

  • il committente decide e rende noti al team gli standard da seguire, i requisiti di progetto e gli step fondamentali da tenere in considerazione;
  • il team incaricato pianifica un programma ed organizza le proprie risorse per soddisfare le richieste e le consegne informative della committenza, organizzando magari un MIDP;
  • le informazioni vengono prodotte disciplinarmente di seguito consegnate e raccolte in ciascun gruppo di lavoro secondo un TIDP;
  • le informazioni vengono controllate e coordinate globalmente;
  • le informazioni vengono opportunamente condivise e gestite all’interno di CDE (Common Data Enviromnent);
  • le informazioni vengono verificate e approvate per ciascuno step di avanzamento;
  • le informazioni vengono archiviate in maniera consona, avendo sempre chiare in mente le procedure di BIM Asset Management.

Perché è importante la ISO 19650?

La ISO 19650 è importante perché con essa si ottiene una standardizzazione a livello internazionale della metodologia BIM: la norma aiuta ad aumentare l’efficienza dei processi informativi, migliorare la chiarezza delle informazioni e facilitare una migliore collaborazione.

Per creare un flusso di lavoro condiviso, efficace ed ottimizzato è necessario che tutti seguano le stesse linee guida comuni, applicate in modo proporzionale alla scala ed alla complessità della costruzione.

Seguire il flusso di lavoro standard BIM delineato dalla serie ISO 19650, garantisce che:

  • tutte le informazioni giuste siano consegnate alle persone giuste al momento giusto;
  • tutti gli stakeholder contribuiscono a creare una visione globale completa dell’opera, curando aspetti diversi;
  • i progetti siano più produttivi, ciò si traduce in un risparmio di tempi e costi progettuali ed esecutivi;
  • si riducano errori, rischi e controversie.

Per garantire e creare modalità di lavoro standardizzate, con file univoci ti suggerisco di provare a lavorare in un Common Data Environment, una piattaforma aperta e fruibile online che ti consente di lavorare in linea alla ISO 19650.

 

 

usbim-platform
usbim-platform

 

usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.