Cos’è il BIM per l’interior design

Cos’è il BIM per l’interior design?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Pianificare, visualizzare, verificare le scelte di progetto. Scopriamo perché il BIM è uno strumento indispensabile per l’interior design

Se lavori nell’ambito dell’interior design, sai bene quanto una presentazione efficace del progetto sia indispensabile per comunicare le tue idee al committente.

Il BIM ti supporta in tutte le fasi della progettazione e della realizzazione del tuo progetto d’interior design: dall’ideazione alla comunicazione delle scelte progettuali al cliente, fino alla cantierizzazione e alla manutenzione delle opere nel corso del tempo.

In questo articolo scopriamo insieme cos’è il BIM per l’interior design e quali software per la progettazione d’interni puoi utilizzare il tuo lavoro.

render fotorealistici in tempo zero con Edificius (4)

Progetto di interior design | Render realizzato con Edificius direttamente da un modello BIM

Gli interior designer utilizzano il BIM?

Il BIM (Building Information Modeling) è adottato come metodologia di lavoro da diverse discipline tecniche, tra cui architettura, ingegneria e interior design.

Per gli interior designer in particolare, il BIM è uno strumento utile per sviluppare la creatività e visualizzare idee e soluzioni di progetto come fossero già realizzate. La rappresentazione realistica che si ottiene dai modelli BIM (render, video real-time, navigazione in realtà virtuale, ecc.) permette infatti ai professionisti del settore e ai loro clienti, di focalizzare l’attenzione sulla funzionalità e sulle qualità estetiche dello spazio da realizzare.

Dunque, gli interior designer utilizzano il BIM come strumento di supporto alla progettazione, alla presentazione delle proposte progettuali ai committenti e come metodo di verifica della fattibilità delle idee elaborate in fase di concept.

Inoltre, è importante ricordare che il BIM è molto più di una semplice rappresentazione in 3D o di un software utilizzato da ingegneri e architetti per produrre la documentazione e i grafici in un processo di costruzione.

Il BIM è uno strumento intelligente, un metodo di lavoro, un processo utile ad una moltitudine di discipline per condividere informazioni durante l’intero ciclo di vita dell’edificio. Un modello BIM è in continua evoluzione, proprio come gli edifici in cui viviamo e lavoriamo.

Se sei interessato al BIM, ti consiglio la lettura dell’articolo “I vantaggi del BIM“.

Come la tecnologia aiuta l’interior design?

Grazie alla tecnologia, il settore dell’interior design si sta evolvendo rapidamente. Gli strumenti tradizionali, utilizzati fino a qualche anno fa, sono ormai desueti e superati da nuove tecnologie e nuovi modi di operare.

Ecco tutto quello che devi sapere sulle nuove tecnologie applicate all’interior design per lavorare in modo più intelligente ed essere competitivo sul mercato.

Per prima cosa, la tecnologia ti aiuta in fase di progettazione e supporta la tua creatività e la ricerca di nuove idee e soluzioni di interior design.

Fino a qualche anno fa, per raccogliere idee per i tuoi progetti di interior design, cercavi sicuramente ispirazione in riviste di design, fiere, viaggi e sopralluoghi. A queste fonti di ispirazione oggi si affiancano nuove possibilità: siti web specializzati, blog d’interior design, webinar e corsi online, ecc.

Le immagini, i progetti, i modelli 3D che hai salvato, possono essere archiviati in tutta sicurezza su una piattaforma cloud e condivisi con i tuoi colleghi e clienti.

La collaborazione con i tuoi colleghi è un altro aspetto fondamentale ed è fortemente agevolata dall’uso delle attuali tecnologie.

Puoi utilizzare BIM management system per collaborare in real-time con i tuoi colleghi, visualizzare, condividere e gestire progetti d’interior design con facilità, lavorare direttamente online con qualsiasi dispositivo (pc, tablet, smartphone) e da qualsiasi luogo. Puoi organizzare riunioni e chat virtuali per scambiare opinioni, aggiornamenti sul lavoro e condividere file in modo veloce e sicuro.

Altro aspetto fondamentale è l’utilizzo di software per la progettazione d’interni che aiutano professionisti e clienti a visualizzare gli spazi in modo realistico. I software BIM di progettazione architettonica, permettono di progettare in 3D e di ottenere velocemente render fotorealistici e presentazioni coinvolgenti che facilitano la comunicazione del progetto.

render del progetto di un bilocale realizzato con Edificius - BIM e interior design

Progetto di un bilocale | Render realizzato con Edificius

Uno degli sviluppi tecnologici più interessanti, infine, è sicuramente l’utilizzo della realtà virtuale nei progetti d’interior design.

Immagina di offrire ai tuoi clienti un’esperienza di consulenza totalmente immersiva, realistica e coinvolgente. Con l’utilizzo di un visore VR il tuo cliente potrà “entrare” e muoversi all’interno degli spazi che hai progettato, visualizzando, arredi, materiali, ecc.

Questi nuovi strumenti ti consentono di passare da una tradizionale rappresentazione in 2D, bidimensionale e priva di informazioni su materiali e colori ad una vera e propria esperienza visuale immersiva attraverso cui è possibile conoscere lo spazio ideato in tutti i suoi dettagli, prima che sia effettivamente realizzato.

Progetto d’interni con la VRi - BIM e interior design

Progetto d’interni con la VRi

Per saperne di più, leggi anche l’articolo “Realtà virtuale online per l’architettura: vantaggi per progettista e committente“.

Come il BIM può supportare il processo d’interior design?

Il BIM supporta il processo di interior design perché permette ai professionisti del settore di:

  • visualizzare il progetto in 3D, in modo realistico;
  • evitare errori di progettazione;
  • comunicare al cliente le scelte progettuali in modo efficace e senza fraintendimenti grazie a render, video presentazioni, navigazione del modello in real-time, realtà virtuale, ecc.;
  • gestire i dati e le informazioni dell’opera durante il suo intero ciclo di vita direttamente dal modello BIM;
  • ottenere elaborati grafici e tecnici in automatico dal modello BIM;
  • collaborare in modo virtuale con professionisti, imprese e subappaltatori;
  • adottare un linguaggio condiviso da tutti e basato su un unico modello multidisciplinare che contiene informazioni sulle scelte del progetto strutturale, impiantistico, architettonico e d’interior design;
  • avere maggiore precisione e operare scelte di dettaglio già in fase di progetto;
  • pianificare tutte le fasi dalla progettazione all’esecuzione dell’opera, evitando errori e modifiche in corso d’opera da parte di committenti e imprese;
  • verificare eventuali interferenze già in fase di progetto.

Ora ti mostro un breve video che ti illustra tutte le potenzialità del BIM applicate all’interior design.

 

edificius
edificius

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.