Home » News dal mondo BIM » BIM Process: cos’è e quali sono le fasi del processo BIM

BIM Process cos’è e quali sono le fasi del processo BIM

BIM Process: cos’è e quali sono le fasi del processo BIM

L’importanza del BIM (Building Information Modeling) dalla fase di pianificazione alla manutenzione: scopri cos’è il BIM process e quali sono i vantaggi


Se sei un professionista, un’azienda che opera nel settore AEC (Architecture, Engineering & Construction) o un tecnico di una pubblica amministrazione avrai certamente sentito parlare del processo BIM e della sua graduale obbligatorietà nel mondo della progettazione.

In questo articolo scopriremo insieme il significato di BIM process e perché ogni tecnico dovrebbe iniziare a conoscerlo.

Che cos’è il BIM Process?

Il BIM, acronimo di Building Information Modeling, è un processo di creazione e gestione delle informazioni di una costruzione, utile per tutto il suo ciclo di vita.

Il modello digitale informatizzato ottenuto mediante l’applicazione della metodologia BIM contiene al suo interno tutte le caratteristiche fisiche e funzionali della costruzione.

Il BIM process restituisce non soltanto una rappresentazione grafica dell’edificio o del manufatto, ma ha come risultato finale un vero e proprio contenitore informativo, dinamico e multidisciplinare.

Un modello BIM può contenere qualsiasi informazione, quelle più comunemente inserite riguardano:

  • la localizzazione geografica;
  • i dati geometrici e volumetrici;
  • le proprietà dei materiali e degli elementi tecnici;
  • le fasi di realizzazione;
  • i disegni tecnici;
  • la documentazione;
  • le operazioni di manutenzione.

Il BIM process consente una rappresentazione digitale dell’intero ciclo di vita delle costruzioni e delle infrastrutture (dalla pianificazione alla riqualificazione) e facilita lo scambio e l’interoperabilità delle informazioni.

BIM process

BIM process

Le modalità operative di un processo BIM prevedono che ciascun professionista realizzi con il proprio software di BIM authoring la parte progettuale che gli compete. Grazie alla metodologia BIM i professionisti sono poi in grado di scambiare i file tramite formato IFC senza perdere alcuna informazione. Il risultato finale è un unico modello che unisce tutte le informazioni delle varie discipline coinvolte.

Questo approccio collaborativo del BIM process management consente un trasferimento di informazioni senza soluzioni di continuità raggiungendo enormi vantaggi dal punto di vista del controllo e della gestione di un asset, durante il suo intero ciclo di vita.

Il processo BIM rappresenta quindi una vera svolta nel settore AEC e permette a tutti gli attori coinvolti (architetti, ingegneri, appaltatori) di lavorare su unico modello in modo collaborativo, veloce ed efficiente, con conseguente risparmio di tempi e costi.

Il BIM è un software o un processo?

Sebbene i software BIM rappresentino la base operativa per applicare questa metodologia progettuale, il BIM non va identificato in un singolo strumento ma va inteso come un vero e proprio processo.

Il BIM process consente di gestire un’opera dalla pianificazione alla manutenzione. Progettare secondo la metodologia BIM vuol dire produrre un modello che non è soltanto una rappresentazione 3D, ma una rappresentazione dinamica e multidisciplinare, utile per l’intero ciclo di vita dell’opera.

Per questo motivo all’interno del processo BIM non ci si ferma alla terza dimensione ma si parla delle 7 dimensioni del BIM:

  • 4D – gestione temporale;
  • 5D – gestione economica;
  • 6D – gestione e facility management;
  • 7D – sostenibilità.

NB: in ambito internazionale il 6D fa riferimento alla sostenibilità ambientale e il 7D al facility management. Di fatto, la norma italiana inverte il 6D con il 7D BIM

Per iniziare a capire davvero come “pensa” il processo BIM e come potrebbe cambiare il tuo approccio alla progettazione, ti consiglio di scaricare e provare gratuitamente un software di progettazione BIM.

Quali sono le fasi di un processo BIM?

Il risultato finale del processo BIM è un modello digitale informatizzato che ne considera l’intero ciclo di vita, dalla pianificazione alla manutenzione, fino alla demolizione/riqualificazione.

Per ottenere questo modello tridimensionale arricchito di informazioni, collaborano tutti gli attori del processo edilizio in modo dinamico. Ogni professionista si occupa di progettare la parte di sua competenza per poi condividere il file con gli altri progettisti ottenendo un unico modello informativo.

Grazie alla metodologia BIM, non si producono più faldoni di elaborati progettuali non comunicanti tra loro, ma un unico modello digitale informatizzato utile per tutto il ciclo di vita dell’opera.

Le fasi del BIM process

Le fasi del BIM process

Il processo BIM è articolato in un serie di fasi.

Pianificazione

Rappresenta il primo passo verso la realizzazione del progetto e comporta diverse decisioni tra cui la definizione dei BIM uses e l’identificazione dei progettisti responsabili dei vari steps del processo. Il modello elaborato in questa fase viene presentato al committente ed eventualmente modificato.

Progettazione

In questa fase si realizza non soltanto il modello tridimensionale, ma entrano in gioco anche le altre dimensioni del BIM. Una fase di progettazione che segue i criteri della metodologia BIM consente di costruire digitalmente il manufatto prima ancora che venga costruito fisicamente, analizzare la sostenibilità (6D) e prevedere con precisione i tempi (4D) e i costi (5D) di realizzazione. È in questa fase che il processo BIM diventa collaborativo e multidisciplinare.

Per chiarire al meglio il ruolo giocato dalla collaborazione e dall’interoperabilità in un processo BIM facciamo un esempio.

L’architetto dà inizio alla progettazione architettonica con il suo software di BIM authoring e produce un modello architettonico tridimensionale al quale aggiunge tutte le informazioni che ritiene necessarie. A questo punto entra in gioco la condivisione e l’interoperabilità: l’architetto esporta il suo file IFC e lo condivide con gli altri professionisti che possono iniziare la propria progettazione sul modello architettonico condiviso dal collega.

Lo strutturista, ad esempio, importa il modello architettonico sul suo software di calcolo strutturale  e procede con la sua parte progettuale che poi condivide nuovamente con l’architetto.

L’architetto aggiornerà a sua volta il modello architettonico importando i dati dello strutturista ottenendo così un modello federato (modello digitale pluridisciplinare). Si procede in questo modo anche per le altre discipline, arricchendo il modello di tutte le informazioni ritenute necessarie. È ora necessario utilizzare un software per la verifica delle interferenze tra i differenti modelli IFC. Il risultato è un unico modello digitale informatizzato che servirà per tutto il ciclo di vita della costruzione.

Costruzione

L’applicazione della metodologia BIM alla fase di costruzione consente di visualizzare lo stato di costruzione e confrontarlo con l’evoluzione attesa e indicata nella pianificazione del progetto iniziale. Ciò offre un controllo ottimale dei diversi elementi di un progetto e consente di rilevare eventuali ostacoli risparmiando tempi e costi. Infatti, seguire il processo BIM vuol dire ridurre l’errore umano, individuare e correggere eventuali interferenze prima che si arrivi alla fase di esecuzione.

Manutenzione

L’applicazione del BIM consente di gestire il manufatto durante il suo intero ciclo di vita ed associare al modello tridimensionale le informazioni necessarie alla gestione e manutenzione (7D).

Quali sono i vantaggi del processo BIM?

I vantaggi del processo BIM sono notevoli:

  • semplificazione della progettazione e di eventuali modifiche;
  • riduzione dell’errore umano;
  • riduzione dei tempi;
  • riduzione dei costi;
  • informatizzazione;
  • interoperabilità;
  • calcolo preciso di tempi e costi.

Per questo motivo, se ancora non lo hai fatto, ti consiglio di approcciare alla metodologia BIM e ai BIM process scaricando gratuitamente la trial di un software BIM per usufruire in prima persona di questi vantaggi!

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *