Come fare il giornale dei lavori

Come fare il giornale dei lavori

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Tutte le risposte alle domande più ricorrenti sulla redazione del giornale dei lavori ed un pratico video che ti mostra come farlo con uno strumento online

Che cos’è il giornale dei lavori? Quando è obbligatorio? Come si compila?

Se hai ricevuto un incarico di direzione lavori, devi assolutamente sapere tutto sul giornale dei lavori.

In questo focus ti propongo le risposte alle domande più ricorrenti sul giornale dei lavori e ti indico anche un pratico strumento online che ti supporta nella direzione lavori e che puoi utilizzare anche in cantiere dal tuo smartphone.

Che cos’è il giornale dei lavori?

Il giornale dei lavori è il documento contabile in cui viene trascritta ogni cosa che accade in cantiere per monitorare giorno per giorno l’andamento tecnico ed economico relativo alla realizzazione di un’opera.

Può essere paragonato ad un vero e proprio “diario” di cantiere che il direttore dei lavori utilizza per avere traccia delle modalità con cui procedono i lavori, del numero e delle presenze degli operai e delle attrezzature impiegate, nonché di tutto quanto incide sui lavori stessi.

Come fare il giornale dei lavori con usBIM.gdl

Come fare il giornale dei lavori con usBIM.gdl

L’art. 14 del dm 49/2018 disciplina in maniera dettagliata tutto quello che occorre annotare quotidianamente sul giornale dei lavori:

  • l’ordine, il modo e l’attività con cui progrediscono le lavorazioni
  • la qualifica e il numero degli operai impiegati
  • l’attrezzatura tecnica impiegata per l’esecuzione dei lavori
  • l’elenco delle provviste fornite dall’esecutore, documentate dalle rispettive fatture quietanzate, nonché quant’altro interessi l’andamento tecnico ed economico dei lavori, ivi compresi gli eventuali eventi infortunistici
  • l’indicazione delle circostanze e degli avvenimenti relativi ai lavori che possano influire sui medesimi, inserendovi le osservazioni meteorologiche e idrometriche, le indicazioni sulla natura dei terreni e quelle particolarità che possono essere utili
  • le disposizioni di servizio e gli ordini di servizio del RUP e del direttore dei lavori
  • le relazioni indirizzate al RUP
  • i processi verbali di accertamento di fatti o di esperimento di prove
  • le contestazioni, le sospensioni e le riprese dei lavori
  • le varianti ritualmente disposte, le modifiche od aggiunte ai prezzi.

Il giornale dei lavori, quindi, è a tutti gli effetti un documento nel quale entrano a far parte tutte le figure coinvolte a vario titolo nell’esecuzione dell’opera.

Chi compila il giornale dei lavori?

Il giornale dei lavori deve essere redatto a cura del direttore dei lavori che ha il compito di compilare accuratamente e firmare tutti i documenti contabili, di verificare se i lavori sono svolti correttamente e in conformità con il progetto, di aggiungere le sue osservazioni, indicazioni e avvertenze.

Ricordiamo che i documenti contabili sono atti pubblici a tutti gli effetti di legge, con i quali si realizza l’accertamento e la registrazione dei fatti producenti spesa.

Il direttore dei lavori è nominato dalla società appaltante (il committente) su proposta del Responsabile Unico del Procedimento (RUP) e deve avere adeguata professionalità e competenza, in base al contratto stabilito.

Gli atti contabili

I diversi documenti contabili predisposti e tenuti dal direttore dei lavori (o dai direttori operativi o dagli ispettori di cantiere, se dal medesimo delegati) sono:

  • il giornale dei lavori
  • i libretti di misura delle lavorazioni e delle provviste
  • il registro di contabilità
  • sommario del registro di contabilità
  • lo stato di avanzamento lavori (SAL)
  • il conto finale dei lavori.

Al conto finale dei lavori, il direttore dei lavori allega, inoltre, la seguente documentazione:

  • verbali di consegna dei lavori
  • atti di consegna e riconsegna di mezzi d’opera, aree o cave di prestito concessi in uso all’esecutore
  • eventuali perizie di variante, con gli estremi della intervenuta approvazione
  • eventuali nuovi prezzi ed i relativi verbali di concordamento, atti di sottomissione e atti aggiuntivi, con gli estremi di approvazione e di registrazione
  • ordini di servizio impartiti
  • sintesi dell’andamento e dello sviluppo dei lavori con l’indicazione delle eventuali riserve e la menzione delle eventuali transazioni e accordi bonari intervenuti, nonché una relazione riservata relativa alle riserve dell’esecutore non ancora definite
  • verbali di sospensione e ripresa dei lavori, il certificato di ultimazione dei lavori con l’indicazione dei ritardi e delle relative cause
  • eventuali sinistri o danni a persone, animali o cose con indicazione delle presumibili cause e delle relative conseguenze
  • processi verbali di accertamento di fatti o di esperimento di prove
  • richieste di proroga e le relative determinazioni del RUP
  • atti contabili, ossia i libretti delle misure e il registro di contabilità
  • tutto ciò che può interessare la storia cronologica dell’esecuzione, aggiungendo tutte le notizie tecniche ed economiche che possono agevolare il collaudo.

Quando è obbligatorio

La redazione del giornale dei lavori è sempre consigliabile, sia per i lavori pubblici che privati.

Nel caso di lavori pubblici è comunque obbligatorio conservare in cantiere il giornale dei lavori.

Inoltre, secondo l’art.66 del dpr 380/2001 dal giorno di inizio a quello di ultimazione dei lavori, deve essere conservato in cantiere un apposito giornale dei lavori per le opere sia pubbliche che private relative a lavori:

  • in conglomerato cementizio armato normale, quelle composte da un complesso di strutture in conglomerato cementizio ed armature che assolvono ad una funzione statica
  • in conglomerato cementizio armato precompresso, quelle composte di strutture in conglomerato cementizio ed armature nelle quali si imprime artificialmente uno stato di sollecitazione addizionale di natura ed entità tali da assicurare permanentemente l’effetto statico voluto
  • a struttura metallica quelle nelle quali la statica è assicurata in tutto o in parte da elementi strutturali in acciaio o in altri metalli.

Della conservazione e regolare tenuta di tali documenti è responsabile il direttore dei lavori.

Come fare il giornale dei lavori

Fino a qualche anno fa eravamo abituati a compilare manualmente il giornale dei lavori, utilizzando un registro cartaceo in cui ogni foglio era composto da colonne su cui annotare:

  • la data dell’intervento
  • le note o descrizioni su come procedono i lavori
  • le condizioni meteorologiche e se ci sono accadimenti degni di nota
  • le risorse impegnate, distinte in risorse umane e attrezzature
  • gli ordini impartiti, note, osservazioni e istruzioni del direttore dei lavori.

Naturalmente il documento cartaceo non consentiva di allegare foto e video e spesso la comunicazione diventava confusa e poco efficiente a causa di grafie poco leggibili, cancellature, correzioni, ecc.

Oggi, anche la normativa (art. 15 del dm 49/2018) spinge verso un approccio volto alla digitalizzazione delle attività di direzione lavori, mediante l’utilizzo di strumenti elettronici specifici, che usano piattaforme telematiche, interoperabili a mezzo di formati aperti non proprietari.

Schermata di usBIM.gdl lo strumento online per elaborare il giornale dei lavori

Schermata di usBIM.gdl

Tali strumenti elettronici devono essere in grado di garantire l’autenticità, la sicurezza dei dati inseriti e la provenienza degli stessi dai soggetti competenti.

Anche se le modalità di redazione del documento sono differenti, i contenuti restano gli stessi:

  • attività svolte
  • risorse impiegate
  • attrezzature
  • elenco delle provviste
  • circostanze e avvenimenti che possono influire sui lavori (condizioni meteo, ecc.)
  • disposizioni di servizio e ordini di servizio del RUP
  • ordini di servizio del direttore dei lavori
  • annotazioni delle relazioni indirizzate al RUP
  • processi verbali di accertamento di fatti o di esperimento di prove
  • contestazioni, sospensioni e riprese dei lavori
  • varianti
  • eventuale documentazione fotografica.

Come fare con usBIM.gdl

Ti propongo un video di pochi minuti che ti mostra come compilare il giornale dei lavori con usBIM.gdl, l’applicazione online del sistema usBIM che ti supporta nell’attività di direzione lavori e nella redazione del giornale dei lavori.

Esempio pdf da scaricare gratis

Di seguito ti propongo un esempio di giornale dei lavori in pdf realizzato con usBIM.gd. Scaricalo gratis e utilizzalo come spunto per il tuo lavoro.

Scarica gratis l’esempio in pdf

 

usbim
usbim
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *