BIM productivity

Come il BIM migliora la produttività?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Collaborazione, pianificazione dei processi, controllo automatico delle informazioni: ecco come il BIM migliora la produttività

Vuoi aumentare la produttività del tuo lavoro? Vuoi impiegare meno tempo e avere risultati migliori?

In questo articolo vediamo perché e in che modo il BIM migliora la produttività di un progetto di costruzione.

Intanto, se ti occupi di BIM o sei interessato a questa nuova metodologia, ti consiglio un BIM management system per gestire i tuoi progetti e pianificare il tuo lavoro in modo collaborativo e condiviso.

In che modo la tecnologia BIM può migliorare la produttività di un progetto di costruzione?

Nel settore delle costruzioni, il BIM rappresenta la metodologia per la gestione dei modelli e delle informazioni relative al progetto, alla realizzazione e alla manutenzione di un’opera.

Il risultato del processo è un modello digitale 3D che si configura come un contenitore di informazioni che forniscono dettagli su ogni aspetto del progetto, supportando il processo decisionale durante la progettazione ma anche dopo l’ultimazione dei lavori.

Il BIM, dunque, non è solo modellazione 3D, ma include anche altre dimensioni, come il 4D (tempo), 5D (costo), 6D (facility management), 7D (sostenibilità), 8D (sicurezza), 9D (costruzione snella), 10D (industrializzazione delle costruzioni).

Questo significa che qualsiasi oggetto del modello BIM (finestre, solai, involucri, copertura, ecc.), oltre alle caratteristiche geometriche e dimensionali, contiene anche altre informazioni, come: le istruzioni per l’installazione e la manutenzione, le schede tecniche, le caratteristiche fisico-chimiche e tutto quello che è necessario alla gestione dell’opera.

Il modello BIM contiene tutte le informazioni necessarie per l’intera vita dell’edificio e fornisce un database da utilizzare come fonte di informazioni sull’edificio e sui lavori da eseguire.

Il sistema di gestione dei dati, dei processi di lavoro, delle dimensioni e delle risorse, le verifiche, la creazione del digital twin, sono tutti aspetti che rendono il BIM una tecnologia altamente produttiva.

Vediamo nello specifico perché!

Il BIM può diminuire gli errori e gli imprevisti in cantiere grazie alla pianificazione di tutte le fasi, a strumenti che individuano eventuali conflitti (BIM clash detection software) già in fase iniziale e alla comunicazione, collaborazione e condivisione all’interno del team di lavoro.

Il tempo da dedicare al coordinamento è ridotto al minimo, così come il controllo manuale, consentendo al team di progettazione di affrontare problemi reali sul progetto. Inoltre, l’automatizzazione di tutte le attività (dalla modellazione alla verifica delle interferenze) accelera la produttività complessiva. 

Il BIM consente anche di apportare modifiche al modello originale, ad esempio tenendo conto delle condizioni del sito e di ottenere automaticamente aggiornati tutti gli elaborati associati al modello 3D (computi, grafici, abachi, ecc.). Tutte queste caratteristiche accelerano il processo di costruzione e snelliscono le attività del team di progetto.

In questo modo occorrono anche meno professionisti per svolgere il lavoro, ottenendo un’ottimizzazione della comunicazione e una riduzione dei costi di progetto.

In breve, il Building Information Modeling consente al settore edile di elevare la qualità del lavoro a un livello più competitivo.

Per ulteriori approfondimenti, leggi anche “I vantaggi del BIM“.

I vantaggi del BIM_Ottimizzazione costi, tempi e risorse

I vantaggi del BIM | Ottimizzazione costi, tempi e risorse

Come il BIM migliora la produttività

In sintesi, il BIM migliora la produttività in un progetto di costruzione perché genera:

  • riduzione dei costi – la metodologia BIM consente di visualizzare l’intero progetto in modo realistico, prima ancora dell’inizio della costruzione. Le visualizzazioni 3D e le simulazioni dell’uso dello spazio consentono sia ai professionisti dell’AEC che ai loro clienti di esplorare diverse alternative e concordare le scelte sin dall’inizio. Ciò riduce al minimo la probabilità di modifiche costose anche in termini di tempo una volta che la costruzione è in corso. Il BIM può essere utilizzato anche per la stima dei costi, utilizzando strumenti che automatizzano il processo e lo rendono più sicuro e accurato;
  • miglioramento della collaborazione e della comunicazione nel team di lavoro – gli strumenti BIM basati sul cloud consentono ai membri del team di condividere modelli di progetto, coordinare la pianificazione, scambiare informazioni e collaborare in tempo reale. Inoltre, i dispositivi mobili abilitati al cloud consentono di portare il progetto dall’ufficio al cantiere e di lavorare in qualsiasi posto;
  • rilevamento delle collisioni – è possibile rilevare interferenze tra gli elementi, già in fase di progetto. Il rilevamento automatico delle interferenze riduce notevolmente la necessità di modifiche future e imprevisti;
  • miglioramento della pianificazione – con il BIM, tutte le fasi della progettazione sono pianificate e gestite con appositi strumenti che velocizzano e semplificano i processi. Ciò consente di risparmiare tempo e aumentare la flessibilità;
  • più sicurezza in cantiere – uno dei maggiori vantaggi del BIM è il miglioramento della sicurezza in cantiere. Il software esegue valutazioni automatizzate della sicurezza, analisi dei rischi e facilita l’addestramento degli operatori con metodologie innovative (VRi). Queste tecniche consentono di identificare i potenziali pericoli prima che si trasformino in problemi reali. Ciò aiuta a ridurre al minimo i rischi per la salute e la sicurezza e migliora la pianificazione e la logistica del cantiere;
  • maggiore qualità degli edifici – gli strumenti BIM e la tecnologia cloud consentono a professionisti e imprese di collaborare in tutte le fasi del progetto. Ciò consente un controllo stretto sull’esecuzione del progetto e sul processo decisionale durante la fase di progettazione e realizzazione. La modellazione 3D consente inoltre, di segnalare e affrontare eventuali carenze progettuali prima dell’inizio della costruzione e di proporre metodi di costruzione e soluzioni alternative. Tutto ciò si traduce in una maggiore qualità dell’edificio;
  • migliore gestione della manutenzione dell’opera – è possibile gestire grandi quantità di dati anche dopo la realizzazione dell’opera, aggiornando il modello BIM e arricchendolo con ulteriori dati utili alla sua manutenzione. Questa mole di dati può essere utilizzata per una varietà di scopi, come eventuali lavori di ristrutturazione e gestione delle strutture durante l’intera vita utile dell’edificio.

Per migliorare la produttività del tuo lavoro, ti consiglio anche di utilizzare un BIM management System per gestire le attività di progettazione, i modelli e le informazioni, durante l’intero ciclo di vita dell’opera.

usbim
usbim
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.