Cos'è il BIM robot

Cos’è il BIM robot

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Evoluzione del mondo delle costruzioni e utilizzo di strumenti sempre più innovativi: vediamo cos’è il BIM robot e come la tecnologia influisce sull’edilizia

In edilizia la tecnologia è sempre più presente e indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi. Negli ultimi anni i cantieri vedono aumentare la presenza di macchinari e strumenti sempre più “intelligenti” ed “autonomi”, che velocizzano enormemente le operazioni.

In questo articolo voglio spiegarti cos’è il BIM robot e come tutti gli strumenti più avanzati possono integrarsi perfettamente in un processo BIM riducendo i tempi di messa in opera con i relativi costi.

Un sistema integrato per la gestione del processo BIM consente e facilita l’integrazione, il coordinamento e la collaborazione con tutte le figure coinvolte.

Sfruttare il BIM robot per migliorare il mondo delle costruzioni

Sfruttare il BIM robot per migliorare il mondo delle costruzioni

Cosa si intende con BIM robot

Quindi: cos’è il BIM robot? Con BIM robot si intende l’insieme di due aspetti che hanno rivoluzionato il mondo dell’edilizia:

  • il processo BIM
  • la robotica.

Ci troviamo di fronte ad un’ulteriore evoluzione dei processi edilizi, in cui il Building Information Modeling deve gestire anche le operazioni (più o meno) automatizzate dei robot. Questa combinazione permette di sfruttare i vantaggi di entrambe le categorie garantendo maggior precisione, migliore organizzazione dei processi e riduzione dei costi e dei tempi di costruzione.

In altri settori (come per esempio quello automobilistico) i robot sono da tempo molto utilizzati; ciò che sta accadendo è trasferire quelle conoscenze anche nel mondo AEC. Nel settore delle costruzioni, tuttavia, si incontrano maggiori difficoltà in quanto non tutte le operazioni e le componenti possono essere standardizzate. Il lavoro manuale è ancora di fondamentale importanza.

Come i robot e il BIM lavorano insieme

Conosciamo quali sono i vantaggi che il BIM ha apportato nel mondo delle costruzioni; va però considerato che in fase di esecuzione tanti errori continuano ad essere commessi.

Questo è dato dal fatto che le opere sono realizzate da persone, che possono commettere errori in fase esecutiva. Per quanto le operazioni possano essere fatte con precisione e abilità, l’inesattezza in questa fase è altamente probabile. Questo determinerà rallentamenti nelle opere di realizzazione con conseguente aumento dei costi e dei tempi di consegna.

Per questo l’aiuto dei robot potrebbe essere fondamentale per ottenere un risultato preciso nel rispetto delle indicazione ottenute dal modello BIM. In questo caso, infatti, i robot prendono le informazioni necessarie dal modello BIM e le replicano nel cantiere in maniera più precisa e veloce rispetto a un lavoratore.

La robotizzazione nel BIM consente di ottenere le informazioni seguendo anche il senso inverso delle operazioni. Cioè si possono ottenere informazioni dall’edificio mentre le macchine sono a lavoro, migliorando il modello BIM e quindi ottenendo un digital twin aggiornato per il futuro (as built BIM model).

Come il BIM e i robot lavorano insieme

Come il BIM e i robot lavorano insieme

Vantaggi dell’utilizzo dei robot in AEC

Sono tantissimi i vantaggi che il BIM robot può portare al mondo delle costruzioni: alcuni lavori manuali potrebbero scomparire, lasciando tuttavia il campo a opportunità di lavoro completamente nuove.

Basti fare un parallelismo con tanti altri settori (come per esempio automotive, logistica, ecc.) e notare come negli ultimi decenni il lavoro sia cambiato in modo significativo.

Questi in sintesi i maggiori vantaggi del BIM robot:

  • efficienza nei processi produttivi
  • risparmio di tempo e denaro dovuto all’ottimizzazione dei processi di comunicazione tra i vari membri del team e le operazioni di messa in opera
  • aumento della precisione. I robot, per loro natura, seguono alla lettera tutte le indicazioni imposte dalle informazioni inviate, ottenendo la copia reale del modello digitale. Questa precisione permette di utilizzare solo il materiale necessario senza sprechi
  • riduzione del numero di lavoratori impiegato nel processo costruttivo, con conseguente impiego nelle operazioni di supervisione e assistenza
  • riduzione dei rischi per i lavoratori, in quanto i robot effettueranno lavori più pericolosi e, quindi, con maggior rischio di incidente
  • si può far affidamento al loro lavoro anche per molte ore consecutive e in condizioni difficili
  • controllo la sicurezza nei cantieri (per esempio vedere se ci sono persone senza elmetto) o per documentare lo stato dell’opera
  • produzione di opere con geometria e forme complesse con minori difficoltà
  • aumento della produttività da parte dei lavoratori che non sono costretti ad effettuare operazioni ripetitive e noiose. Questo gli consente di concentrare il loro lavoro in attività più idonee alle loro capacità.

Esempi di BIM Robot

Sono diversi gli esempi di BIM Robot presenti in edilizia che hanno rivoluzionato e che, tuttora, rivoluzionano il modo di costruire. Ecco qualche esempio di tipologia di BIM Robot utilizzato per accelerare e migliorare l’intero flusso di lavoro:

  • ispezione e rilevamento sul sito – questi robot permettono di controllare un determinato terreno o oggetto grazie a sensori e altri tipi di tecnologie; così è possibile tenere sempre aggiornato il modello BIM dell’edificio
  • assistenza in attività ripetitive e/o pericolose – sono molto utili per il trasporto di carichi pesanti, per effettuare scavi, per perforare, tagliare e assemblare elementi, ecc.
  • stampa in 3D di singoli elementi o d’intere opere – le nuove stampanti 3D (per gli ambienti AEC) permettono di creare edifici in calcestruzzo oppure di ottenere specifici elementi in acciaio o polimeri. Questo permette di ottimizzare i tempi di produzione di elementi personalizzati, ottenendo maggior precisione rispetto ai classici processi di produzione
  • assistenza alla logistica del cantiere – ci sono robot che possono trasportare materiali e utensili (o altri carichi pesanti) all’interno dell’area di cantiere; grazie ai sensori e ai laser riesce ad adeguarsi agevolmente ai diversi tipi di ambiente, anche se in continua evoluzione (si pensi ad un’area in cui prima è tutto in piano, poi viene effettuato lo scavo, poi sono aggiunti tutti gli elementi strutturali, ecc.)
  • scansione degli ambienti – in questo caso i robot raccolgono non solo informazioni geometriche, aggiornando il digital twin in tempo reale ottimizzando i tempi del processo di progettazione
  • droni per il processo di costruzione – qui sono stati effettuati dei test per consentire la costruzione di edifici grazie allo spostamento di mattoni con i droni; se pensiamo che il processo potrebbe essere automatizzato, è possibile capire il grande potenziale. Infatti si possono raggiungere altezza rilevanti senza troppi sforzi e rischi per l’incolumità dei lavoratori.

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.