Guida al BIM

Guida al BIM, in regalo al SAIE la seconda edizione

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Arricchita di nuovi contenuti, la seconda edizione della Guida al BIM è un handbook dedicato a tutti i tecnici in cui si illustrano in maniera chiara e semplice BIM, tecnologie innovative e impatto nell’attività di progettazione

Dopo l’esperienza ed il successo della prima edizione, ACCA presenta la seconda edizione della Guida al BIM, con nuovi contenuti e nuovi paradigmi applicativi: la Guida verrà distribuita gratuitamente ai visitatori del settore ACCA al prossimo SAIE di Bologna (17-20 ottobre 2018 – Padiglione 33).

Anche questa nuova Guida al BIM si rivolge sia ai tecnici esperti di BIM, sia a quelli meno esperti che vogliono raggiungere una comprensione sufficiente per valutare i possibili impatti della tecnologia BIM nell’attività di progettazione, di scelta dei materiali, di costruzione o di gestione.

E’ un dato il fatto che il BIM sta entrando nel mondo delle costruzioni con un ruolo sempre più da protagonista, investendo le diverse discipline e conferendo loro valore aggiunto: dalla progettazione architettonica al calcolo strutturale e al MEP (progettazione impiantistica), dalla sicurezza nei cantieri alle prestazioni energetiche degli edifici, dal computo metrico alla contabilità lavori ed esecuzione dell’opera, dal rilievo fotogrammetrico al GIS, sfruttando appieno le più moderne tecnologie (realtà aumentata, realtà virtuale, realtà immersiva) e prendendo spunto dai più innovativi metodi di analisi (Big Data Analytics, Machine Learning, IoT).

Questo handbook analizza l’intero processo BIM, declinandolo per ciascuna disciplina.

Guida al BIM

Nella Guida al BIM seconda edizione sono analizzati anzitutto gli aspetti generali sul BIM: definizioni, vantaggi, caratteristiche, aspetti progettuali e applicativi nel’’industria delle costruzioni; sono inoltre illustrati i concetti di digital twin e modello virtuale dell’edificio.

Viene descritto il formato aperto IFC per l’interscambio e si descrivono le descrivono le modalità di apertura, gestione, condivisione dei file in formato aperto.

Vengono analizzati gli aspetti relativi all’ACDat, alle caratteristiche e ai requisiti richiesti ad una piattaforma collaborativa BIM; sono inoltre affrontate le questioni relative al file naming e il lavoro collaborativo. Nella parte finale viene introdotto il concetto di #TagBIM.

La Guida presenta poi uno specifico capitolo dedicato alle norme legate al BIM: le UNI 11337 ed una panoramica sulla questione legislativa italiana, dal Codice appalti al decreto BIM (dm 560/2017).

Si entra quindi nello specifico dell’applicazione del BIM alle diverse discipline tecniche:

  • progettazione della sicurezza in cantiere secondo il testo unico dell’edilizia e la possibile integrazione con il BIM
  • applicazione della metodologia BIM nel campo delle prestazioni energetiche degli edifici ed introduzione del concetto di BEM (Building Energy Model)
  • utilizzo del modello BIM per la stima dei costi del progetto ed illustrazione dei possibili impieghi delle nuove tecnologie (AI – intelligenza artificiale, collaborative working, piattaforme Cloud) al servizio del computo metrico e della direzione lavori
  • l’ingresso del BIM nella progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici
  • interoperabilità tra i diversi ambiti (architettonico e strutturale), modello federato ed aspetti relativi al code checking e alla clash detection
  • visualizzazione e pubblicazione dei risultati, anche in termini di visualizzazione delle armature 3D, grazie al rendering real time

Gli ultimi capitoli sono poi dedicati

  • alle applicazioni più innovative legate al BIM: droni (caratteristiche tecniche e loro impiego), rilievo fotogrammetrico, nuvola di punti e mesh 3D, fino alle potenziali implementazioni di AI e Big Data
  • alle possibili interazioni e cooperazioni tra i sistemi informativi GIS e i modelli informativi BIM
  • alla realtà aumentata, virtuale e immersiva, fornendo le definizioni ed analizzando le loro applicazioni al campo della progettazione architettonica, interior design, ecc.

Con questa seconda edizione, la Guida al BIM si propone come strumento di divulgazione dei benefici del processo BIM, rendendo tutti partecipi del cambiamento in atto che trasformerà radicalmente il modo di operare nel mondo delle costruzioni.

 

Visita ACCA al SAIE e ritira gratis la Guida al BIM; ecco il tuo biglietto omaggio

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.