Restauro BIM Spagna

Heritage BIM: il restauro della Iglesia de Santiago de Peñalba in Spagna

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Negli ultimi anni si diffondono sempre di più le applicazioni delle metodologie BIM nel campo del restauro: l’Heritage BIM ed il restauro di una chiesa in Castilla y León

La chiesa di Santiago de Peñalba nella regione spagnola della Castilla y León costituisce un importante esempio di architettura Mozarabe-ispanica costruita nel X secolo; un Monumento storico-artistico Nazionale dal 1931.

L’edificio è ad una navata, divisa in due sezioni di pianta quadrata, affiancata da due absidi contrapposti. La sezione orientale dell’edificio è inoltre affiancata da due stanze anch’esse di pianta quadrata che completano la planimetria a croce latina dell’edificio.

restauro bim spagna

La planimetria della chiesa

L’apparato decorativo, molto semplice e sobrio della chiesa, è composto da sculture polilobate ed affreschi originali ben preservati.

L’uso del BIM nel progetto di restauro

Questo edificio è stato oggetto di studi specifici:

  • rilievo grafico
  • rilievo fotografico
  • rilievo delle decorazioni
  • studi storico/artistici
  • rilievo/analisi del degrado

essi rappresentano il punto di partenza per gli interventi di restauro conservativo del monumento.

bim heritage spagna

Rilievo fotogrammetrico delle facciate dell’edificio

Questa attenta attività di analisi ha generato una grande quantità di informazioni fondamentali per la sua:

  • conoscenza
  • conservazione
  • gestione
  • promozione/valorizzazione

La Dirección General de Patrimonio Cultural, si è posta l’obiettivo di gestire tali lavori di restauro mediante l’uso di una piattaforma BIM specializzata.

bim heritage bim

Modello BIM con lo schema dei vari livelli di dettaglio

Lo scopo è quello di aumentare il livello di conoscenza, attraverso informazioni digitali contenute nella piattaforma BIM, che permettano di ottimizzare le successive fasi di restauro e gestione del sito.

Sviluppo del progetto

Il progetto consiste nella creazione di un modello BIM, adattato alle specificità dell’edificio storico, e la sua implementazione nella piattaforma BIM in base alle seguenti fasi di sviluppo:

  1. creazione di un modello 3D, sia dell’interno sia dell’esterno, dell’edificio a partire dalla documentazione grafica esistente, costituita da un rilievo fotogrammetrico tridimensionale con un livello di dettaglio tale da rappresentare ogni singolo elemento costruttivo/decorativo. Il modello è stato poi suddiviso in elementi geometrici distinti in base a due aspetti principali: alle caratteristiche stesse degli elementi, alle unità stratigrafiche delle superfici.
  2. rielaborazione e organizzazione delle informazioni già esistenti e possedute dalla Dirección General de Patrimonio Cultural de la Junta de Castilla y León
  3. ottimizzazione di tutte le informazioni e caricamento nella piattaforma BIM per mezzo di livelli di authoring configurati ciascuno in base alle informazioni specifiche che si vuole migliorare
La chiesa di Peñalba de Santiago

La chiesa di Peñalba de Santiago

In pratica si è voluto migliorare le informazioni relative a:

  • lettura dei paramenti murari e decorativi esterni
  • analisi archeologica interna
  • ricerca documentale storica ed artistica
  • studi del livello di degrado dei paramenti murari e delle decorazioni
  • altri interventi recenti di restauro

Benefici dell’uso del BIM

Grazie a questo progetto si è potuto elaborare un modello BIM strutturato in base alla sequenza evolutiva dell’edificio, in tal modo ciascuna delle informazioni ricavate è stata abbinata direttamente alla rispettiva fase storica.

Questa attenzione alla organizzazione dei dati è coerente con la delicatezza di questa architettura storica e permetterà di gestire in un modo più razionale ed efficace tanto gli interventi attuali che quelli futuri.

La creazione di un modello con un grado di dettaglio così alto, in cui ciascun elemento è catalogato e raggruppato in base alle caratteristiche, con estremo rigore e precisione, permetterà in futuro di trovare i dati catalogati in maniera estremamente semplice e veloce.

Il poter disporre di una piattaforma unica ed accessibile in cui sono caricati tutti i dati semplificherà i lavori di conservazione/restauro/gestione futuri.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.