BIM capabilities

Le principali BIM capabilities: ecco come implementarle

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Le BIM capabilities sono l’insieme di funzioni, procedure e processi che permettono di generare un prodotto BIM. Scopri quali sono e come implementarle

Il BIM è una metodologia che consente di creare un modello informativo dinamico, interdisciplinare, condiviso e che contiene le informazioni di un’opera per il suo intero ciclo di vita:

  1. geometria;
  2. materiali;
  3. layout;
  4. caratteristiche strutturali;
  5. caratteristiche termiche;
  6. dotazioni impiantistiche;
  7. costi;
  8. tempi di realizzazione;
  9. cicli di manutenzione;
  10. operazioni di dismissione.

Prima di scoprire quali sono le principali BIM capabilities, ti ricordo che l’applicazione della metodologia è imprescindibile dall’utilizzo di software BIM! Ti invito a testare già da ora un software di progettazione edilizia che ti permette di sviluppare in modo semplice e veloce tutte le funzionalità del BIM!

Cosa sono le BIM capabilities?

Le BIM capabilities rappresentano le funzioni e i processi che consentono di pianificare, costruire e gestire progetti mediante metodologia BIM. Per definire le principali funzionalità BIM (BIM capabilities) è comodo fare riferimento alle fasi tipo di un processo progettuale BIM:

  1. Progettazione;
  2. Esecuzione;
  3. Gestione.

1. Progettazione

Nella fase di progettazione il BIM consente di ottenere 4 principali BIM capabilities:

    1. modellazione del progetto: implementare il modello architettonico, energetico o strutturale di un’opera con il BIM significa raggiungere il massimo della produttività, in particolare:
    2. visualizzazione dei modelli: il BIM rende possibile visualizzare modelli informativi 3D, offrendo differenti livelli di dettaglio al variare delle parti in gioco. Basta un semplice BIM viewer per visualizzare online e da qualsiasi device i modelli informativi creati, presentarli ai tuoi clienti ed individuare punti di forza, incongruenze e criticità;

      Visualizzazione modello BIM - Rendering con Edificius

      Visualizzazione modello BIM: rendering con Edificius

    3. collaborazione: con il BIM la progettazione può essere interamente condivisa con il team di progetto. Puoi connettere dati e flussi di lavoro di ogni fase del progetto all’interno di un BIM management system, una piattaforma completamente in cloud che ti permette di collaborare in real-time con il team di progettazione, esecuzione e manutenzione e di gestire in modo collaborativo qualsiasi tipo di problematica;
    4. interoperabilità: connettere tutte le discipline e permettere un flusso di lavoro fluido tra i diversi team di progettazione è la chiave del BIM. Oggi, con l’avvento dell’openBIM e lo standard IFC (formato aperto e non proprietario), la metodologia di lavoro è libera da qualsiasi condizionamento: ciascun operatore può utilizzare il software che preferisce, trasferire e condividere tutti i dati attraverso lo standard.

2. Esecuzione

Creare un modello informativo BIM già nella fase progettuale significa dotare, in fase di esecuzione, appaltatori ed operai di un contenitore informativo che risulta molto utile nella direzione lavori e che può, e deve, essere costantemente aggiornato. Questo modello permette di gestire flussi di lavoro efficienti e di tenere sotto controllo qualità, costi e pianificazione.

Il BIM, inoltre, permette di modellare gli spazi e le aree di lavoro attraverso un software BIM di gestione cantiere. In questo modo, è possibile individuare i rischi che potrebbero entrare in gioco e delineare le strategie per mitigarli.

Modellazione aree di cantiere - CerTus-HSBIM

Modellazione aree di cantiere con CerTus-HSBIM

Le BIM capabilities presenti in fase di esecuzione si traducono, dunque, in aumento della sicurezza dei lavoratori e in aumento dei profitti economici e temporali.

3. Gestione

La fase di gestione di un’opera è sicuramente la fase più trascurata: collaudata la costruzione, le pratiche di gestione venivano accantonate, perché gestire scartoffie come contratti, manuali, prestazioni e schemi di manutenzione risultava troppo oneroso. E’ qui che entra in gioco un’ulteriore funzionalità BIM.

Il BIM, infatti, permette di superare queste difficoltà poiché consente di creare il modello informativo di gestione del bene costruito. Tutti gli elaborati grafici e testuali di gestione sono contenuti nel modello e sono accessibili e modificabili in qualsiasi momento tramite uno strumento di BIM facility management.

Come implementare le funzionalità del BIM?

Per implementare nel tuo team di lavoro tutte le funzionalità del BIM ti consiglio di:

  • studiare le principali normative, gli standard ed i regolamenti;
  • analizzare e rinnovare le applicazioni e le soluzioni hardware, software e cloud per la gestione non solo delle singole commesse ma dell’intero studio tecnico;
  • formare il team di lavoro;
  • creare dei gruppi di progetto in base alle singole specializzazioni ed abilità;
  • indirizzare i gruppi di lavoro alla collaborazione e alla cooperazione continua;
  • stabilire in team il flusso di lavoro concordando le dinamiche rilevanti;
  • schematizzare con analisi preventive le strategie ed i programmi di crescita;
  • tenere d’occhio costantemente i risultati ottenuti, positivi o negativi che siano.

Se stai muovendo i tuoi primi passi verso la metodologia BIM, non puoi fare a meno di utilizzare un BIM management system, una piattaforma gratuita e completamente online per gestire tutta la tua attività professionale e per lavorare in maniera interoperabile con il tuo team.

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.