Livello 1 di maturità BIM

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Cos’è il livello 1 di maturità del BIM, cosa prevede e quali sono i requisiti da rispettare per ottimizzare il tuo modo di lavorare

Cosa sono i livelli di maturità digitale del BIM? Cosa si intende per livello BIM 1? Quali sono i requisiti da rispettare?

Vediamo di preciso cosa significa lavorare secondo i requisiti del livello di maturità 1 del BIM e quali sono gli altri livelli.

Inoltre, se sei interessato al BIM e al lavoro collaborativo, ti suggerisco di provare usBIM, la piattaforma gratuita e completamente online.

I livelli di maturità del BIM

Per iniziare, ti ricordo che i livelli di maturità del  BIM indicano il progresso tecnologico raggiunto nel settore delle costruzioni in funzione al grado di collaborazione e condivisione delle informazioni tra i diversi stakeholder coinvolti in un progetto. Si parte da un livello base (L0) in cui è non è prevista collaborazione per lo svolgimento delle attività di lavoro e si arriva all’ultimo livello (L3) caratterizzato da una perfetta integrazione delle informazioni e dall’uso di piattaforme cloud e modelli BIM.

I livelli del BIM sono definiti in modo leggermente differente dalle diverse normative.

Tabella che mostra i livelli di maturità del BIM dalle PAS alle ISO

I livelli di maturità del BIM dalle PAS alle ISO

Nel dettaglio, la PAS 1192 introduce 4 livelli di maturità digitale:

  • L0 – collaborazione bassa – si opera in 2 dimensioni con Software Computer Aided Design (CAD) oppure su elaborati cartacei;
  • L1 – collaborazione parziale – si opera in 2 o 3 dimensioni Software Computer Aided Design 3D con file digitali;
  • L2 – collaborazione completa – si opera in 3 dimensioni
  • L3 – integrazione completa.
Schema che mostra i 4 livelli di maturità del BIM

I 4 livelli di maturità del BIM

Attualmente le indicazioni della PAS 1192 sono state superate e assorbite dalla ISO 19650, che introduce 3 livelli di maturità BIM:

  • stage 1 – si combinano elaborati 2D CAD e modelli informativi, rispondenti a requisiti normativi nazionali, per la gestione del progetto dell’opera;
  • stage 2 – i modelli informativi disciplinari, federati, rispondenti a normative internazionali ISO 19650, garantiscono la gestione integrata del progetto dell’opera;
  • stage 3 – i sistemi di database strutturati dei modelli informativi, immediatamente interrogabili, permettono di imporre l’OPEN BIM come sistema di gestione del progetto dell’opera e della sua successiva messa in esercizio.

Anche se si continua a parlare di BIM Level (0, 1, 2 e 3), quindi, sarebbe più corretto parlare di stage (1, 2 e 3).

Per approfondire la tua conoscenza sui livelli di maturità del BIM, ti consiglio di leggere anche l’articolo “Da 0 a 3, cosa sono i livelli di maturità BIM“.

Vediamo nello specifico cosa prevede il livello di maturità digitale BIM 1.

Livello BIM 1

Il livello di maturità digitale BIM 1 prevede l’impego di tecnologie CAD 2D e 3D e di un Common Data Environment (CDE), l’archivio online condiviso in cui vengono raccolti e gestiti tutti i dati del progetto.

Nello specifico l’impiego di strumenti CAD 3D è riservato alla fase di progettazione, mentre il 2D è utilizzato per la redazione della documentazione e la gestione delle informazioni. Inoltre, nonostante la presenza di un ambiente di dati comune (CDE), i modelli generati non sono condivisi tra i diversi stakeholder coinvolti.

In pratica, il livello 1 è uno step successivo rispetto al livello base L0, che non prevede collaborazione nella generazione delle informazioni, ma è ancora lontano da un approccio pienamente BIM.

Attualmente l’L1 è il livello di collaborazione più diffuso tra i professionisti e le aziende del settore delle costruzioni che hanno già fatto un passo oltre il livello base ma non si sono ancora approcciati al BIM.

La maturità BIM di livello 1 è illustrata nel modello di Bew-Richards di seguito riportata.

livelli di maturità BIM

Bew-Richards modello maturità BIM

Indipendentemente dai livelli di maturità BIM è sempre importante adottare un approccio consapevole e olistico di gestione dei processi. L’adozione di standard e norme che fissino i requisiti da osservare, garantisce quindi responsabilità e corretta gestione dei sistemi informativi, dello scambio dei dati, della collaborazione, ecc.

Qualsiasi progetto trarrà vantaggio dall’avere sistemi di gestione della progettazione ben pianificati e implementati con metodi e strumenti di condivisione e collaborazione.

Vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti da considerare per il livello di maturità BIM 1.

I requisiti del livello di maturità BIM 1

Per ricadere nel livello di maturità BIM 1 occorre tener in conto alcuni requisiti di base che prevedono di:

  • concordare ruoli e responsabilità;
  • adottare convenzioni di denominazione e di archiviazione dei file;
  • specificare e concordare il sistema di quote e di coordinamento spaziale del progetto;
  • utilizzare un “Common Data Environment” (CDE) per la gestione condivisa dei documenti e delle informazioni tra tutti i membri del team di progetto;
  • concordare un’adeguata gerarchia delle informazioni per strutturare il CDE.

Questi requisiti sono fissati e dettagliati anche in due standard britannici: BS 1192 e PAS 1192-1.

Nello specifico, il livello BIM 1 è completamente definito dalla BS 1192 che include i seguenti requisiti:

  • BS 7000-4 – Gestione del progetto;
  • BS 8541-2 – Raccomandazioni sui simboli 2D da utilizzare con elementi di costruzione;
  • ISO 12006-2 – Classificazione delle informazioni;
  • BS EN ISO 13567-1, 13567-2 – Panoramica CAD, codici e formati utilizzati nella documentazione.

Al centro del processo BIM di livello 1 ci sono i principi per la collaborazione stabiliti dalla BS 1192:2007 che presuppongono l’utilizzo di metodi e procedure standard (come ad esempio un approccio basato sul Common Data Environment, convenzioni di denominazione definite, ecc.). Osservare questo standard è considerato d’obbligo in un ambiente BIM di livello 1.

Altri standard come quelli previsti dalla BS 8536 e dalla PAS 1192-5 presuppongono invece il passaggio al livello BIM 2.

 

usbim
usbim
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.