manutenzione correttiva

Manutenzione correttiva: cos’è e come gestirla

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

La manutenzione correttiva è una strategia usata per riparare un asset a seguito di un danneggiamento. Scopri cos’è e come gestirla

Per tenere sempre efficiente dal punto di vista funzionale un asset è necessario praticare una serie di attività manutentive, che variano in relazione alle caratteristiche e alle finalità dell’asset stesso.

In questo articolo scoprirai le principali caratteristiche di uno dei numerosi tipi di manutenzione: la manutenzione correttiva.

Prima di analizzare insieme le peculiarità di questo tipo di manutenzione, i suoi vantaggi e svantaggi, ti consiglio di provare subito un facility management software, per scoprire quanto può semplificare le tue attività di manutenzione e darti il pieno controllo in ogni aspetto del processo.

Che cos’è la manutenzione correttiva?

La manutenzione correttiva è un’attività di manutenzione necessaria quando un asset, un macchinario o un’apparecchiatura è guasta ed ha lo scopo di riportarla in condizioni di funzionamento e operatività.

MANUTENZIONE CORRETTIVA FLOWCHART

Flusso di un’attività di manutenzione correttiva

Un’attività di manutenzione correttiva è necessaria quando:

  • un macchinario o una parte di esso subisce un danno;
  • a seguito di un’ispezione di routine si rileva un guasto;
  • il monitoraggio delle condizioni evidenzia un problema.

Quali sono le tipologie di manutenzione correttiva?

Le cinque principali tipologie di manutenzione correttiva sono:

  1. fail repair: ripristino di un asset guasto al suo stato di operatività;
  2. revisione: ripristino di un asset al suo stato di servizio, come definito dagli standard di manutenzione;
  3. recupero: smaltimento delle parti dei macchinari che non possono essere riparate e sostituzione di parti recuperate da macchinari non riparabili;
  4. manutenzione: riparazione a seguito di un’azione correttiva;
  5. ricostruzione: smontaggio delle parti di un bene, con riparazione di quelle utilizzabili e sostituzione di quelle non riutilizzabili con lo scopo di ripristinarlo in linea con gli standard e le prestazioni originali.

Qual è la differenza tra manutenzione preventiva e correttiva?

La principale differenza tra manutenzione preventiva e manutenzione correttiva riguarda la tempistica della loro applicazione:

  • la manutenzione correttiva viene comunemente eseguita dopo che si è verificato il guasto alle apparecchiature;
  • la manutenzione preventiva viene eseguita periodicamente per ridurre la probabilità che i guasti alle apparecchiature si verifichino e per anticipare e mitigare il rischio di tempi di inattività non pianificati.

Entrambe le strategie sono spesso necessarie: un piano di manutenzione preventivo è molto importante per gestire in modo organizzato tutti gli asset di un’azienda, ma può capitare che insorgano problemi improvvisi e non prevedibili e bisogna ripristinare in maniera reattiva l’operatività degli asset attraverso interventi di manutenzione correttiva.

Svantaggi e vantaggi della manutenzione correttiva

Sono numerosi gli svantaggi legati alla manutenzione correttiva, tra i principali:

  • maggiore imprevedibilità: non sapere con concretezza quando avverranno i danni alle risorse causa l’insorgere di guasti improvvisi, con conseguente interruzione di lavori e tempi di inattività non preventivati;
  • aumento dei costi di manutenzione a lungo termine: utilizzare la manutenzione correttiva non collegata ad una strategia di manutenzione preventiva causa un aumento generale dei costi, perché i macchinari si usurano prima che i problemi vengano scoperti; in questo modo la semplice riparazione preventiva di una componente potrebbe trasformarsi nella sostituzione dell’intero apparecchio;
  • problemi di sicurezza: la necessità di risolvere rapidamente problemi improvvisi può far sì che il lavoro di manutenzione non sia svolto correttamente o che non sia completato, creando così problemi di sicurezza per l’ambiente di lavoro e per tutti i tecnici.

Tuttavia, esistono anche alcuni vantaggi:

  • strategia semplice: questo tipo di manutenzione è semplice da eseguire perché nasce in risposta all’insorgere di guasti ai macchinari e non richiede strumenti complessi per individuarli preventivamente;
  • minore pianificazione: richiede meno pianificazione rispetto alla manutenzione preventiva, anche quando si pianificano gli interventi di riparazione;
  • costi a breve termine minori: se si ha a che fare con piccole risorse ed a breve termine, la manutenzione correttiva consente di ridurre i costi, intervenendo solo quando è necessario.

Come migliorare le tue strategie di manutenzione

Molto spesso una strategia di manutenzione ottimale deve prevedere una combinazione tra la manutenzione preventiva e quella correttiva. Infatti, la manutenzione preventiva è indispensabile per evitare costosi problemi improvvisi ma ci sono macchinari non critici e a basso costo per i quali non è necessario dedicare complessi interventi di prevenzione.

Trovare la strategia vincente che combina nel modo giusto attività di manutenzione preventiva e correttiva richiede un’analisi completa dei numerosi dati di manutenzione. Un’analisi di questo tipo è possibile solo attraverso specifici software per il facility management che sono capaci di elaborare tutti i dati di manutenzione e creare automaticamente report dettagliati che sono di facile lettura e ti permettono di prendere le decisioni più vantaggiose in ciascun processo di manutenzione.  Per questo, ti consiglio di provare subito un facility management software. Questo tipo di software offre numerose altre funzioni utili nella gestione di attività di manutenzione preventiva e correttiva, come:

  • pianificazione e tracciamento delle attività di manutenzione;
  • creazione automatizzata degli ordini di lavoro;
  • pieno controllo sulla produttività degli impianti.

 

usbim-maint
usbim-maint
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.