Perché il BIM è utile per il committente

Perché il BIM è utile per il committente?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Il BIM agevola il lavoro del progettista e permette al committente un considerevole risparmio di risorse durante l’intero ciclo di vita dell’opera: scopriamo perché è utile

Se ti stai aprendo al mondo del BIM, sai già che i vantaggi per la tua professione sono tantissimi.

Forse non sai ancora però che l’utilizzo del BIM può essere molto utile anche per il tuo committente. Scopriamo insieme perché e in che modo.

In che modo il BIM è vantaggioso per il team di progettazione e per il committente?

Il BIM è la tecnologia che sta cambiando il settore delle costruzioni, avvantaggiando il lavoro di professionisti e appaltatori.

Oltre agli addetti del settore delle costruzioni, anche il committente può trarre vantaggio dall’utilizzo del BIM sia in fase di progettazione che di manutenzione di un bene. Avendo infatti a disposizione il modello BIM dell’edificio di progetto, il committente ha la possibilità di visualizzare il risultato finale prima dell’effettiva realizzazione del manufatto e avere un’idea precisa di come saranno realizzati gli spazi, posizionati gli arredi ma anche dei costi che dovrà sostenere e dei tempi di realizzazione dell’opera.

Ecco alcuni dei principali vantaggi del BIM per i committenti:

  • migliora il risultato finale del progetto e agevola scelte innovative e creative;
  • migliora la gestione del ciclo di vita perché il modello preciso dell’edificio è disponibile durante tutta la vita utile del fabbricato e facilita interventi di manutenzione o di ristrutturazione nel corso del tempo;
  • migliora la comunicazione delle scelte di progetto grazie a metodi avanzati di rappresentazione (render, video presentazioni, realtà virtuale) ed evita fraintendimenti tra committente e progettista;
  • ottimizza le risorse e genera un risparmio sui tempi e sui costi di realizzazione del progetto;
  • agevola il flusso di lavoro e il coordinamento tra professionisti e fornitori, contribuendo al rispetto dei tempi di consegna dell’opera;
  • permette stime accurate delle spese da sostenere perché il computo metrico estimativo viene elaborato in modo automatico a partire dal modello BIM;
  • contribuisce al rispetto del budget fissato dal committente;
  • include l’utilizzo di nuove tecnologie per il risparmio energetico valutando nel dettaglio tutti gli aspetti che entrano in gioco nel calcolo energetico (caratteristiche dei materiali esistenti sul mercato, soleggiamento, esposizione, ecc.).

Sicuramente lo sforzo iniziale richiesto per implementare il BIM nella metodologia di lavoro comporta un investimento di risorse significativo. I vantaggi però superano ampiamente le risorse investite e rendono il tuo lavoro più semplice e competitivo.

Leggi l’articolo di approfondimento e scopri quali sono i 5 vantaggi del BIM per il tuo lavoro.

I vantaggi del BIM - utile per il committente

I vantaggi del BIM

In che modo il BIM fa risparmiare tempo e denaro al committente durante tutto il ciclo di vita della costruzione?

Quando si lavora in BIM, si genera un flusso di lavoro virtuoso che comporta anche un risparmio in termini di tempo e denaro per il committente.

Sicuramente concordare tutte le scelte in fase progettuale e ridurre al minimo le modifiche in fase avanzata della progettazione, o addirittura in cantiere, è l’aspetto che maggiormente incide sul risparmio delle risorse. Il BIM, infatti, promuove una comunicazione più chiara tra progettisti e committenti, evita i fraintendimenti, favorisce un percorso decisionale informato e consapevole e riduce notevolmente le modifiche in corso d’opera.

Inoltre, avere un modello BIM fedele al progetto realizzato (digital twin o gemello digitale) aiuta committente e progettisti anche in fase di gestione e manutenzione dell’opera nel corso del tempo.

Il modello BIM, infatti, è un contenitore di informazioni che integra dati geometrici, impianti, struttura, materiali,  schede tecniche dei prodotti utilizzati, ecc. Questi dati sono accessibili e archiviati in sicurezza e possono anche essere implementati in caso di successive modifiche.

Per capire quanto sia utile il modello BIM per il committente anche in fase di gestione di un immobile, ti faccio un esempio pratico.

Immagina di dover fare il progetto di ristrutturazione di un edificio esistente, avendo già a disposizione il modello BIM dell’edificio oggetto d’intervento. Per prima cosa non hai necessità di fare ulteriori rilievi e puoi ridurre al minimo anche i tempi impiegati per i sopralluoghi. Direttamente dal pc, infatti, puoi entrare virtualmente nel modello 3D dell’edificio e consultare tutte le informazioni di cui hai bisogno, con un semplice BIM viewer online.

Se devi spostare la cucina, aggiungere un bagno, modificare i punti luce, hai a disposizione il modello MEP di tutti gli impianti e sai già con precisione dove sono posizionati gli scarichi, le tubazioni, i corrugati, ecc. ma anche gli elementi strutturali (ad esempio travi e pilastri in una struttura a telaio) in modo da evitare eventuali interferenze.

Modello BIM MEP per la progettazione degli impianti

Progettazione BIM MEP

In altri casi, avresti dovuto verificare tutte queste informazioni direttamente in cantiere, organizzando un piano d’indagine con prove e strumenti specifici.

Al termine dei lavori il modello BIM viene modificato in modo da avere il gemello digitale sempre aggiornato.

In pratica, il BIM fa risparmiare tempo e denaro al committente durante tutto il ciclo di vita del fabbricato perché:

  • migliora la comunicazione;
  • rileva eventuali errori già in fase di progetto;
  • riduce le modifiche in cantiere;
  • migliora la qualità delle scelte e la durabilità delle opere nel corso del tempo
  • crea il digital twin del modello esistente.

In definita possiamo dire che il BIM è utile per il committente perché l’ottimizzazione del flusso di lavoro evita gli sprechi e si traduce in un risparmio di tempo e denaro.

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.