Quali sono i vantaggi CDE

Quali sono i vantaggi del CDE?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Condivisione del lavoro nel processo BIM: ecco quali sono i vantaggi e gli svantaggi del CDE

Quando si parla di BIM, si fa spesso riferimento al Common Data Environment (CDE) e le domande che immagino ti sarai posto sono: Come funziona?  Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del CDE?

In questo articolo ti spiego cosa è necessario sapere sul Common Data Environment e puoi scoprire tutti i vantaggi nell’uso del CDE grazie all’utilizzo di una BIM collaboration platform.

Come funziona il CDE

Il CDE è suddiviso, generalmente, in quattro settori che identificano le fasi progressive della condivisione delle informazioni:

  • work in progress – vengono aggiunti tutti gli elaborati che sono ancora in fase di lavorazione, in attesa dell’eventuale condivisione con gli altri team da parte del responsabile del procedimento (in genere il team leader)
  • shared – qui vengono inseriti tutte le informazioni delle diverse discipline che devono essere condivise con gli altri gruppi di lavoro
  • published documentation – vengono condivisi con gli altri team tutti gli elaborati precedentemente creati ed approvati
  • archive – questo ambiente è destinato alla catalogazione e alla conservazione di tutti gli elaborati. Questi saranno molto utili come base di partenza per gli step successivi (per esempio la pianificazione delle operazione di gestione e manutenzione).

All’interno del CDE ogni figura professionale ha un suo compito e determinati “permessi” per poter accedere alle informazioni. Il trasferimento di informazioni e modelli da una sezione all’altra avviene attraverso gate dopo che il documento o l’informazione ha subito un processo di verifica e validazione da chi è stato incaricato.

Quali sono vantaggi del CDE

Quali sono vantaggi del CDE

I vantaggi del Common Data Environment

Un ambiente di condivisione dati registra quindi l’intero workflow, riduce la dispersione delle informazioni e permette di ottenere aggiornamenti in tempo reale. Sono questi in sintesi i vantaggi del CDE.

Esplodendoli possiamo parlare di:

  • interconnessione costante tra collaboratori e condivisione in un unico ambiente di tutti i dati
  • accesso alle informazioni solo con le necessarie autorizzazioni. In questo modo l’intero archivio (e i sottogruppi) di informazioni rimane ordinato ed organizzato
  • riduzione di tempo e risorse varie per le attività di produzione delle informazioni, con verifica e controllo
  • possibilità di avere i file sempre aggiornati in tempo reale
  • tracciabilità e storico degli eventi (conoscere chi ha creato un tipo di informazione e quando lo ha fatto)
  • facilità di accesso a diversi formati di dati con relativa archiviazione
  • maggiore semplicità per il confronto tra diversi modelli per individuare le interferenze
  • utilizzo dello strumento da qualsiasi posto con qualsiasi tipo di device.

Gli svantaggi del Common Data Environment

Come detto, il CDE presenta numerosi vantaggi che portano ad una migliore gestione delle operazioni (condivisione file, coordinamento delle diverse fasi, archiviazione dei dati, ecc.).

Vanno però tenuti in conto anche alcuni altri elementi non proprio a favore:

  • possibile perdita di dati causata da attacchi informatici;
  • accessi non autorizzati.

E’ per questo fondamentale scegliere un adeguata infrastruttura in Cloud, con tutte le garanzie e le certificazioni necessarie, come ad esempio ISO 27001, CSA, ecc.

Al riguardo puoi provare direttamente alcuni servizi di BIM collaboration platform per la gestione del CDE con i più elevati standard di sicurezza.

 

usbim-platform
usbim-platform

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.