Home » News dal mondo BIM » Site manager: competenze, mansioni e strumenti necessari

Site manager: competenze, mansioni e strumenti necessari

Il site manager è un professionista responsabile della gestione del cantiere: supervisiona il personale, coordina i subappaltatori e si occupa della sicurezza. Scopri competenze, mansioni e strumenti usati da questa figura

Un cantiere sviluppato adeguatamente deve essere sempre supervisionato da un site manager. Questo professionista esperto rappresenta la colonna portante su cui si basa il successo di qualsiasi cantiere edile.

Responsabile della pianificazione, del coordinamento e della supervisione delle attività, il site manager, gestisce quotidianamente il sito e tutte le eventuali problematiche.
In questo articolo esploreremo in cosa consiste il suo lavoro e quanto siano importanti le sue competenze nel contesto del settore edile. Ti mostro, inoltre, come un software per la gestione delle problematiche di cantiere sia fondamentale in questo contesto in quanto consente di coordinare in modo efficiente le attività sul cantiere, gestire le risorse e garantire il rispetto rigoroso delle tempistiche e del budget. Inoltre, questo strumento può essere provato gratuitamente per 30 giorni semplicemente attraverso l’attivazione di un account.

site manager - gestione cantiere - usBIM.resolver

Gestione del cantiere con il construction management software usBIM.resolver

Chi è il site manager

Il site manager, o responsabile del sito, è una figura chiave nella gestione operativa di un cantiere edile. Questo professionista è responsabile di supervisionare tutte le attività quotidiane sul cantiere, e garantisce che il progetto proceda secondo i piani stabiliti, rispettando gli standard di qualità e le scadenze prestabilite.

Il site manager coordina le varie squadre di lavoro, inclusi i capocantiere e gli operai, assegna loro compiti specifici e verifica che siano eseguiti correttamente. Questa figura è responsabile anche della gestione delle risorse, compresa la manodopera, le attrezzature e i materiali e ricopre un ruolo importante nella gestione della sicurezza sul cantiere. Funge, inoltre, da collegamento tra la direzione dell’impresa, il team di progettazione e gli appaltatori, e si assicura che tutte le parti coinvolte siano informate sullo stato avanzamento del progetto e sulle eventuali sfide che potrebbero emergere durante la costruzione.

Quali sono i compiti di un site manager

Un site manager è una figura professionale assunta dall’impresa esecutrice al quale la stessa delega la conduzione di un cantiere. Egli, quindi, attua le direttive dell’impresa e gestisce il progetto di costruzione, garantendone la corretta esecuzione.

La sua attività prende il via con l’inizio dei lavori e termina con l’ultimazione degli stessi. I compiti che deve svolgere sono i seguenti:

  • pianificazione e coordinamento delle attività di cantiere: è responsabile della pianificazione dettagliata di tutte le attività di costruzione. Questo include la sequenza delle operazioni, la stima dei tempi necessari per ciascuna fase e la coordinazione delle diverse squadre di lavoro. In questo contesto, una pianificazione accurata è essenziale per evitare ritardi e sovrapposizioni nelle attività del cantiere;
  • supervisione dei lavori e garanzia del rispetto delle normative: deve assicurarsi che tutte le attività siano svolte secondo gli standard di qualità richiesti e nel rispetto delle normative vigenti. La sua supervisione è fondamentale per garantire che il progetto sia eseguito correttamente e in conformità con le leggi;
  • assegnazione delle risorse necessarie: deve verificare che vi sia la corretta allocazione delle risorse del cantiere. Questo richiede una pianificazione anticipata capace di assicurare che manodopera, attrezzature, materiali e fornitori siano disponibili quando necessario, evitando interruzioni nei lavori;
  • controllo di tempi e costi: gestire il budget del progetto è una delle sue responsabilità chiave. Deve monitorare costantemente i costi e garantire che il progetto sia completato entro i tempi prestabiliti. Il controllo rigoroso di tempi e costi è essenziale per evitare sprechi e per assicurare che il progetto sia economicamente sostenibile;
  • comunicazione efficace con le altre figure professionali: deve interagire regolarmente con altre figure come il direttore dei lavori, il capocantiere e gli altri operai. Una comunicazione efficace è essenziale per mantenere un flusso costante di informazioni tra tutte le parti coinvolte nel progetto.

E’ importante, inoltre, che il site manager riesca a prendere decisioni rapide ed efficaci in risposta ad eventuali problematiche improvvise che possono verificarsi in cantiere.

site manager - competenze

6 competenze richieste ad un site manager

Quali competenze deve possedere un site manager?

Vista la complessità del ruolo del site manager, le competenze che gli sono richieste sono numerose. Le principali sono:

  1. conoscenza delle normative tecniche: per garantire che il progetto sia realizzato in conformità con gli standard appropriati il site manager deve avere una solida comprensione delle normative tecniche che governano l’edilizia e la costruzione, come  norme strutturali, specifiche dei materiali e linee guida di sicurezza;
  2. conoscenza delle procedure di gare d’appalto: al site manager è richiesta una comprensione approfondita delle leggi e delle regolamentazioni delle gare d’appalto in modo che sia capace di preparare documenti di gara, valutare le offerte e selezionare i fornitori migliori per il progetto;
  3. conoscenza delle leggi in ambito di salute e sicurezza: la conoscenza delle leggi e dei regolamenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro assicura che vengano adottate pratiche sicure durante la costruzione per fare in modo che il cantiere sia un ambiente sicuro per tutti i lavoratori;
  4. capacità matematiche e di analisi: la capacità di comprendere e utilizzare concetti matematici complessi è essenziale per la stima dei costi, la gestione del budget e altri calcoli tecnici;
  5. capacità gestionali e organizzative: questa capacità includono la pianificazione dettagliata delle attività, la gestione delle scadenze, la supervisione del personale e la risoluzione di eventuali problemi che possono sorgere durante la costruzione;
  6. abilità di comunicazione verbale: una comunicazione chiara e efficace è essenziale in un ambiente di cantiere in quanto evita malintesi che potrebbero portare problemi durante la costruzione.

Qual è la differenza tra site manager e direttore dei lavori?

Il site manager, come descritto in precedenza, è responsabile della gestione operativa quotidiana del cantiere. Si occupa della supervisione delle attività sul sito, coordinando le squadre di lavoro, gestendo le risorse e garantendo il rispetto delle normative di sicurezza e qualità. Il site manager è il punto di contatto principale per tutte le attività in corso sul cantiere e garantisce che il progetto proceda senza intoppi, rispettando i tempi e i budget prestabiliti.

Il Direttore dei Lavori, invece, è una figura più orientata alla supervisione tecnica e amministrativa del progetto. Il Direttore dei Lavori è incaricato dal committente (solitamente un cliente pubblico o privato) per rappresentarne gli interessi durante l’esecuzione del progetto. Questa figura è responsabile di garantire che i lavori siano eseguiti in conformità con il progetto, le specifiche tecniche e le normative vigenti. Il Direttore dei Lavori svolge un ruolo cruciale nel garantire la qualità e la conformità del lavoro svolto dall’impresa esecutrice rispetto alle aspettative del cliente. Inoltre, il Direttore dei Lavori si occupa di documentare le variazioni apportate al progetto, gestisce le problematiche tecniche che possono emergere durante la costruzione e verifica che i pagamenti all’impresa esecutrice siano effettuati in base ai progressi dei lavori.

Gli strumenti indispensabili per il site manager

Per svolgere correttamente la propria attività lavorativa, di controllo e supervisione, un site manager si avvale dell’ausilio di una varietà di strumenti e attrezzature. Tra questi, i tools che gli sono di grande aiuto per gestire e monitorare le attività sul cantiere sono:

Ma lo strumento che si rivela di fondamentale importanza per un site manager è, senza ombra di dubbio, un software per il construction management. Questo strumento diventa il principale supporto per il site manager in quanto gli consente di gestire globalmente le attività e le problematiche del cantiere, coordinando le lavorazioni della squadra e permettendo la collaborazione del team. Si tratta di un tool completo che permette di pianificare, programmare e monitorare i progetti di costruzione.

Nel video di seguito puoi iniziare ad esplorare le principali funzioni del software usBIM.resolver per capire in che modo questo strumento semplifica la gestione delle attività di cantiere e il coordinamento del team di lavoro.

usbim-resolver
usbim-resolver
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *